Comincia il countdown per il derby con Castello. Per la Sir c’è un Prandi in più

Due trasferte, zero punti. Questo il magro bottino della Sir Safety Perugia negli ultimi turni di campionato. Due viaggi infruttuosi, due match giocati a corrente alternata, due prestazioni (in particolare la prima a Milano) al di sotto delle potenzialità del gruppo bianconero.
L’ultimo incontro disputato in quel di Gela, con tutte le difficoltà extra pallavolistiche del caso (ma è bene chiarire subito che la doppia interruzione per la pioggia che filtrava dal tetto del palasport siciliano ha creato gli stessi problemi anche ai padroni di casa), ha visto in parte una reazione dei Block Devils che certamente hanno giocato meglio e hanno lottato fino alla fine, ma il risultato finale negativo è comunque specchio di qualche difficoltà di troppo.
Niente ovviamente è perduto, anzi nel giro di una settimana Perugia può prendersi con gli interessi quanto lasciato per strada, perché il calendario, dopo il doppio turno esterno, prevede ora due match consecutivi da giocare al Pala Evangelisti. Si comincia domenica pomeriggio, giorno del grande derby umbro con Città di Castello, mentre mercoledì sera, nel turno infrasettimanale, a Pian di Massiano arriverà il Club Italia.
In particolare c’è grande attesa per la straregionale, incontro molto sentito e vanto per l’intera regione.
La squadra, dopo il lungo viaggio di ritorno dalla Sicilia, ha ripreso stamattina la preparazione in vista di domenica. Magari, vista la battuta d’arresto, nessuno avrà avuto il sorriso stampato in viso. Nessuno tranne forse Massimiliano Prandi.
Il libero bianconero ha infatti finalmente fatto il suo personale esordio in campo, subentrando a Fusaro nella seconda fase del match e ben figurando (Prandi ha chiuso con l’86% di positività in ricezione). A dimostrazione che il peggio, vedi problemi fisici, è ormai alle spalle.
“Sono contentissimo di aver finalmente rotto il ghiaccio – spiega Massimiliano – di aver esordito in questa squadra e di aver potuto dare il mio contributo. Sono stati due mesi durissimi perché non è facile essere ai margini, vedere i compagni che si allenano e te che sei costretto a lavorare a parte. Però ormai è tutto alle spalle, adesso penso solo a giocare, a migliorare e a fare il meglio possibile. Approfitto per ringraziare la società per la pazienza avuta, lo staff tecnico, i compagni e naturalmente lo staff medico e fisioterapico che mi ha seguito passo dopo passo nel recupero”. Purtroppo il tanto atteso esordio non ha coinciso con la vittoria della squadra.
“Domenica il risultato purtroppo non è stato come speravamo. È stata una partita dura, difficile, anche un po’ strana, nella quale, tolto il primo set dove non abbiamo giocato bene, dal secondo set in poi la squadra ha migliorato il rendimento, vincendo nettamente un set e perdendone due probabilmente per poca lucidità nelle fasi finali”.
È il momento però di guardare avanti.
“Ovviamente. È vero, abbiamo perso tre gare consecutive, però è importante che ci sia impegno, determinazione e voglia di migliorarsi e sono sicuro che i risultati arriveranno, mi auguro già da domenica. So che è una gara molto sentita, il fatto di giocare un derby aumenta sempre le aspettative per l’ambiente. Per noi comunque è un incontro importante some lo sono tutti, specialmente in un campionato equilibrato come questo, nel quale speriamo di invertire la tendenza dell’ultimo periodo. Il nostro è un gruppo che deve crescere e sono convinto che presto quei set che perdiamo ai vantaggi magari li gireremo a nostro favore e saremo qui a parlare di tutt’altre cose”.

Nella foto: Massimiliano Prandi

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY UMBRIA VOLLEY PERUGIA