Venerdì al PalaBianchini arriva Padova

Feste in palestra per la Top Volley Latina, si prepara la gara di venerdì con la Tonazzo Padova. Il PalaBianchini si apre il giorno di Santo Stefano per il Volley Day e alle 18 la 12ma giornata della SuperLega UnipolSai. A soli cinque giorni dall’impresa di aver espugnato il terreno dei Campioni d’Italia della Lube Macerata che venivano da 21 risultati utili in casa in campionato (22 se si considera anche la Coppa Italia), cioè imbattuta da 617 giorni.
Ma oltre all’impresa la Top Volley ha staccato il biglietto della Coppa Italia e ora cerca punti pesanti per avere un tabellone più favorevole. Il campionato tornerà domenica ma non per i pontini che osservano il turno di riposo proprio nell’ultima giornata d’andata.
Ma ora bisogna concentrarsi sulla neopromossa Padova. I veneti hanno confermato il tecnico Valerio Baldovin (con un passato nello staff delle nazionali giovanili) e mantenuto otto pedine della scorsa stagione inserendo il centrale statunitense Aguillard, lo schiacciatore argentino Gonzalo Quiroga e l’azzurrino Milan. Hanno iniziato la stagione con quattro sconfitte per 3-0 (Trento, Modena, Macerata e Perugia) per poi centrare la prima vittoria con Molfetta e prendere punti a Sansepolcro e con Milano; poi le sconfitte in quattro set a Verona e con Ravenna fino alla sorpresa di domenica con la vittoria al tiebreak con Piacenza. Padova è una squadra molto giovane che sta crescendo di gara in gara. Baldovin nell’ultima partita ha schierato Orduna al palleggio e Giannotti opposto, Mattei e Aguillard centrali, Quiroga e Rosso schiacciatori, Balaso libero.
In casa Latina il morale è alle stelle, ma c’è anche la consapevolezza che non si può calare di concentrazione in un campionato equilibrato come quello italiano. Gianlorenzo Blengini sta alternando tutti i suoi uomini anche se nelle ultime gare ha puntato su Sottile in regia e Starovic opposto, Rossi e van de Voorde al centro, Rauwerdink e Urnaut di banda con Manià libero.
Il bilancio tra Latina e Padova è in completa parità su 16 gare giocate 8 vittorie per parte, parità anche sui campi: 4-4 nel Lazio
Un solo ex nella partita, Andrea Semnzato a Padova nel 2011-12.
Gianlorenzo Blengini: “sono molto soddisfatto della vittoria di Macerata sia per la classifica che per la prestazione, ma acquisirebbe ancora più valore se con Padova affronteremo la partita con la giusta mentalità e il giusto approccio. Padova sta crescendo e lo dimostra la prestazione con Piacenza. Una squadra in crescita che vive sull’entusiasmo di essere ritornata nella massima serie”.
Daniele Sottile: “è una partita da prende con le molle. Padova è una buona squadra affiatata che lo scorso hanno ha vinto il campionato di A2 vinto. Sono molto equilibrati e si conoscono bene. Noi dobbiamo continuare la striscia iniziata con la grande vittoria di Macerata, siamo consapevoli del nostro potenziale e dobbiamo cercare la vittoria anche se non sarà facile”.
Andrea Semenzato: “Incontriamo Padova dopo una importante vittoria a Macerata. Loro vengono da una vittoria un casa con Piacenza, questo ci mette un po’ in allarme perché dovremmo valutarli bene e preparare bene la partita. Saranno sicuramente gasati dopo la vittoria. Noi abbiamo avuto una bella iniezione di fiducia domenica, dobbiamo proseguire su questa scia per chiudere l’anno in una maniera positiva”.