La LPR inizia tra l’abbraccio caloroso dei tanti tifosi

Questo pomeriggio non è stato segnato solo dall’inizio della preparazione e dalle prime presentazioni tra i neo arrivati e lo staff.
La nuova LPR targata 2017/18 ha preso vita nella sala stampa del PalaBanca alle 16:00 di oggi, mercoledì 16 agosto, quando coach Giuliani, con tutto lo staff al seguito, hanno accolto la squadra priva solo del posto 4 Clévenot e del centrale Yosifov, assenti giustificati a causa degli impegni con le rispettive nazionali francese e bulgara.
Dopo una veloce riunione tecnica i biancorossi sono stati positivamente sorpresi dalla moltitudine di tifosi accorsi a salutare, e ad augurare loro un buon inizio di lavori, nonostante il periodo estivo e di ferie.
Il caldo afoso della giornata non ha ostacolato il centinaio di supporters che puntuali si sono presentati al palazzetto di via Tirotti lasciando a tutti gli effetti senza parole sia i giornalisti che gli addetti ai lavori: talmente numerosi e desiderosi di vedere di persona i primi passi di questa nuova LPR che la sala stampa non è riuscita a contenere tutti i presenti e alcuni saluti sono dovuti slittare al trasferimento in campo della squadra per l’avvio delle attività.
Il Direttore Sportivo Gabriele Cottarelli, dopo aver ringraziato calorosamente i tifosi accorsi all’evento, ha fatto gli onori di casa presentando i nuovi arrivati e, oltre a dar lustro alle “vecchie” e nuove pedine, ha sottolineato quanto sia importante la presenza del palleggiatore Baranowicz e quanto la squadra faccia perno sulla sua figura: “Io e Giuliani – ha sottolineato il DS biancorosso – ci eravamo fissati fin da subito sul palleggiatore, volevamo fosse un buon regista, con talento ed esperienza, ma soprattutto che fosse in grado di condividere e perseguire i nostri obiettivi; Baranowicz riveste appieno tutte queste caratteristiche”.
Dopo aver dato risalto all’importanza di poter schierare Yosifov subito tra i titolari grazie al raggiungimento della quota di italiani in campo e la soddisfazione di poter contare al 100% su Parodi, pienamente recuperato, ed il gradito ritorno di Fei, l’attenzione si è totalmente catalizzata su coach Giuliani.
“Prima di tutto fatemi dire una cosa – ha esordito Giuliani – questo è il mio terzo anno a Piacenza e posso finalmente dire di sentirmi come a casa”.
Poi, concentrandosi sull’aspetto del lavoro che i biancorossi affronteranno nelle prossime 8 settimane, il tecnico della LPR ha precisato: “In questa fase iniziale punteremo sul lavoro fisico e atletico con due sedute giornaliere, fra un paio di settimane inizieremo a intensificare l’aspetto tecnico e del gioco. Prima dei Quarti di Coppa Italia dell’11 ottobre abbiamo intenzione di disputare almeno dieci amichevoli per essere in grado di affrontare un inizio positivo”.
Con il ruolo di capitano ancora vacante, Giuliani si è poi concentrato su che LPR si vuole puntare a costruire: “Vogliamo che questo sia un anno divertente; vogliamo raggiungere il traguardo attraverso un gioco veloce e aggressivo, riducendo al minimo il numero di errori; da domani inizieremo a chiederci cosa abbiamo in meno rispetto alle favorite e lavoreremo per colmare il gap”.