Le sensazioni di Giulio

E’ un nuovo arrivo ma si muove già da veterano. Del resto Giulio Silva è alla sua terza esperienza a Massa e questa maglia la viva quasi come una seconda pelle.
A lui abbiamo chiesto un parere su questi primi giorni di lavoro nel caldo del “Gianfranco Mariotti” di La Spezia.
Primi giorni di lavoro in palestra, sensazioni? “Sono tradizionalmente i più duri, dal punto di vista fisico e tecnico. C’è da ritrovare il ritmo, da togliere la ruggine dell’estate ma stiamo lavorando bene calibrando al meglio i carichi di lavoro”.
Primo impatto con La Spezia? “Per adesso abbiamo visto soprattutto il palazzetto e la palestra di allenamento e sono bellissimi. La sala pesi è molto bella e così la piscina. Tutto davvero ottimo e che ci consente di lavorare al meglio”.
Una delle grandi difficoltà e sfide di queste prime settimane, per una squadra giovane e molto rinnovata, è fare gruppo. “E’ vero, sono giorni e settimane importanti, delicate per la preparazione fisica ma anche per creare la compattezza di squadra. Un quid in più che può fare la differenza durante la stagione. Anche da questo punto di vista stiamo procedendo al meglio e la logistica ci aiuta moltissimo visto che al momento siamo alloggiati tutti assieme all’Istituto Salesiani di La Spezia”.
Un ruolo importante nel creare il gruppo lo ha il tecnico. Come procede il lavoro con Andrea Masini?
“Benissimo. E’ un allenatore che ama il confronto e questo aiuta moltissimo. Non abbiamo molto tempo per conoscerci, i tempi sono stretti. Il metodo di lavoro di Andrea Masini appunto basato sul dialogo e sul confronto non può che aiutarci”.
Nonostante tu sia un nuovo acquisto, per le tue precedenti esperienze con questa maglia puoi essere considerato uno dei senatori. Come hai ritrovato la tua Massa? “Cambiata e decisamente in meglio. Ho ritrovato lo stesso entusiasmo che il patron Italo Vullo non ci ha fatto mai mancare neppure nelle mie precedenti esperienze con questa squadra. Oltre a questo, però, ho trovato una società cresciuta, maggiormente strutturata e che ha fatto davvero un bel salto di qualità. L’ambiente è sempre stato fantastico, familiare ma adesso c’è una struttura pronta ad affrontare la Serie A2 e ad ambire a grandi traguardi”.