Beffa al fotofinish nel derby, ma quanti rimpianti!

GOLDENPLAST POTENZA PICENA – MENGHI SHOES MACERATA 2-3 (25-22, 25-16, 20-25, 22-25, 12-15)

POTENZA PICENA: Trillini 1, Cuti, Pinali 3, (L) D’Amico, Ferri, Gozzo 15, Di Silvestre 16, Larizza 10, Monopoli 1, Lavanga ne, Calistri ne, Paoletti 31, Garofolo 8. All. Rosichini

MACERATA: Peda ne, Franceschini 8, Nasari 11, Casoli 12, Miscio, (L) Condorelli, Tartaglione, Molinari ne, Tiurin 25, Bussolari 6, Partenio 7, Furiassi ne, (L) Gabbanelli, Medei ne. All. Bosco

Arbitri: Rossetti di Fabriano (AN) e Feriozzi di Ascoli Piceno

Note: durata set: 27’, 23’, 25’, 27’, 16’. Totale: 1h 58’. Potenza Picena: errori al servizio 20, ace 7, muri 15. Macerata: errori al servizio 12, ace 3, muri 12.

Il derby della provincia va alla Menghi Shoes Macerata nella lotteria del tie break, nonostante la buona partita disputata dalla GoldenPlast Potenza Picena, soprattutto nella prima metà dell’incontro. Nel settimo turno di andata del Girone Bianco in Serie A2 Credem Banca, l’Eurosuole Forum di Civitanova Marche è caduto per la seconda volta nella Regular Season 2018/19. Avanti 2-0, gli uomini di Gianni Rosichini hanno subito il ritorno dei cugini e si sono arresi solo negli scambi finali di un quinto set al cardiopalma.

Nel primo atto fondamentale la gestione delle battute per i potentini che hanno rotto l’equilibrio nel cuore del parziale e consentendo a Paoletti (7 punti) e Gozzo (6) di affossare i rivali (25-22). Nel secondo set tutto semplice in avvio per un Volley Potentino arrembante. Bravi a rifarsi sotto gli avversari, poi sopraffatti alla distanza dal 67% biancazzurro in attacco e dalla lucidità nella correlazione muro-difesa (25-16). Nel terzo set i potentini si sono rilassati, a eccezione di Paoletti (9 punti con l’82%), e hanno inseguito gli avversari per tutto il parziale senza coronare gli sforzi con una rimonta (20-25). Anche nel quarto set sono stati Tiurin e compagni ad avere la meglio grazie al buon lavoro di muro e difesa, approfittando della ricezione a corrente alternata dei biancazzurri (22-25). Al tie break avvio drammatico per Monopoli e compagni (2-6), poi un grande riscatto (9-8) vanificato da qualche leggerezza pagata a caro prezzo (12-15).

Prestazione di altissimo livello per il top scorer Matteo Paoletti (31 punti col 60%), molto insidioso anche l’opposto ospite Tiurin (25 punti col 48%). Statistiche favorevoli a Potenza Picena a muro (15-12), in attacco (47% contro il 44%) e dai nove metri (7 ace a 3), ma la buona vena degli avversari in ricezione e in difesa ha fatto la differenza nella seconda parte della gara. Grande spettacolo per il tifo incessante degli oltre mille spettatori assiepati sugli spalti. Applausi per gli ex, Casoli, Miscio, Partenio, Tartaglione e coach Bosco. Il Volley Potentino ha comunque mosso la classifica (9 punti).

Doppio turno esterno in arrivo. Domenica 25 novembre alle 18.00 biancazzurri in campo nella capitale contro Roma Volley, mentre il 2 dicembre, Monopoli e compagni giocheranno il posticipo delle 19.00 in Piemtonte con la Synergy Arapi F.lli Mondovì.

Coach Gianni Rosichini: “Un ottimo inizio, poi non abbiamo avuto la pazienza e la forza d’animo per chiudere la partita. Gli avversari sono cresciuti nel gioco, mentre noi siamo calati in ricezione e c’è stato affanno. Avevamo riacciuffato il tie break andando avanti 9-8, ma abbiamo commesso due errori ingenui che ci hanno tagliato le gambe. Prendiamo 1 punto con una buona squadra. Ringrazio i tifosi per il calore”.

LA PARTITA

Potentini in campo con Monopoli al palleggio per la bocca da fuoco Paoletti, Larizza e Garofolo al centro, Di Silvestre e Gozzo laterali, D’Amico libero. Sul fronte opposto l’ex Partenio in cabina di regia e il bomber Tiurin finalizzatore, Bussolari e Franceschini al centro, Tartaglione e Nasari in banda, Gabbanelli libero. Tifo a squarciagola sugli spalti.

Ospiti senza timori reverenziali, padroni di casa avanti 10-9 sull’ace di Paoletti. Si gioca punto a punto, ma sull’ace di Gozzo (13-12) Bosco chiama a rapporto i suoi. Mano calda al servizio per i biancazzurri, che colpiscono con Monopoli prima dell’attacco di Gozzo (17-14). Il vantaggio aumenta con Di Silvestre (19-15). Bussolari tiene a muro e la Menghi Shoes dimezza il divario (19-17). I potentini alternano belle giocate (22-18) a qualche leggerezza (22-20). Sul muro l’attacco di Gozzo (22-21), che esce per Pinali. Primo set ai biancazzurri dopo un servizio errato di Casoli e l’attacco sulla rete di Tiurin (25-22). Bella sfida tra Paoletti e l’opposto ospite, 7 punti a testa.

Nel secondo set ospiti con Casoli già in avvio, potentini galvanizzati, con Gozzo di nuovo al suo posto,e subito a + 5 dopo il tocco di Larizza (8-3). Il Video Check riapre il parziale: dal possibile 9-5 biancazzurro ci si trova 8-6 per un pallone sulla linea. Nel momento più duro (8-7), Potenza Picena alza il livello e lima gli errori volando 13-8 dopo il block targato Di Silvestre. GoldenPlast solida a muro (15-9). Buon momento per il team di casa (18-12), incontenibile Paoletti (20-13). Tra i maceratesi Gabbanelli (problema a una caviglia) esce per Condorelli. Ace di Larizza per il 24-14. Garofolo chiude i conti (25-16).

Il terzo set comincia sui binari dell’equilibrio, ma sono i maceratesi a trovare i primi spunti (6-8). Situazione di parità dopo il pallonetto di Gozzo e l’attacco di Paoletti (11-11). La Menghi Shoes, con Gabbanelli dall’inizio, è avanti di 4 con una serie di muri vincenti e un tocco di seconda da parte di Partenio (13-17). In campo Pinali per Di Silvestre. Salvataggio spettacolare dell’onnipresente Partenio capitalizzato dai compagni (13-18). Grande carattere della GoldenPlast che tiene vivo il set col muro del nuovo entrato Trillini (16-18). Al cuore non corrisponde lucidità (18-22). Potenza Picena non riesce più a rimontare, nonostante i 9 punti con l’82% di positività di Paoletti nel set, e cade 20-25.

Fiammata potentina a inizio quarto set (5-1), poi si torna a lottare (7-6). Gozzo soffre il momento e lascia il posto a Pinali sul 9-10. Gli ospiti fanno buona guardia e trovano il +2 (11-13). La qualità d Casoli e il contenimento del muro maceratese creano problemi ai padroni di casa e anche Larizza, entrato a set in corso, vede respinto il suo tentativo (13-18). Gozzo rientra per Pinali. Tanta grinta, ma meno precisione per la GoldenPlast (14-20). Paoletti limita i danni (19-23). Sul 19-24 cartellino verde per Tiurin che ammette il tocco a muro (20-24). La GoldenPlast annulla tre palle set, ma capitola sul mani out del solito Tiurin (22-25).

Doccia fredda al tie break (2-6). Ospiti spregiudicati, potentini presi per mano da un Paoletti magistrale (6-8). Sui block di Garofolo e Di Silvestre è tutto riaperto. Su un’incomprensione dei maceratesi c’è il sorpasso (9-8). Sul fronte opposto Partenio esce per Miscio. Il tocco del muro e un attacco out condannano Potenza Picena al -2 (10-12). Pinali entra in campo per Gozzo. L’attacco di Tiurin e una carambola fortunosa a muro lanciano i rivali (11-14). Monopoli esce per Cuti, ma il mani out di Tiurin pone fine al match (12-15).

(In foto un attacco vincente di Matteo Paoletti – Scatto di Fabiano Rossi)

Ufficio Stampa Volley Potentino – Michele Campagnoli

349 2885993 – micampa@gmail.com