Il presidente Aiello: “vi aspettiamo al PalaCatania per Gara 4”

Natale Aiello

 

La prossima settimana i riflettori del PalaCatania si accenderanno sui giocatori di Messaggerie Bacco che scenderanno in campo con un unico proposito: vincere Gara 4 dei PlayOut del Campionato di Serie A2 UnipolSai 17/18 contro il Club Italia.

Il count down è dunque entrato nel vivo e, a meno di una settimana dal match che si disputerà sul taraflex rossazzurro, il presidente Natale Aiello ha una certezza: “Ancora una volta noi ci prepariamo non solo ad una partita, ma ad uno spettacolo che coinvolge centinaia di spettatori”.

In questi giorni l’appello della Società tutta è alla città, per prendere parte al match in qualità di settimo giocatore, quella figura che tanto ha contato fino ad ora nelle partite casalinghe del volley rossazzurro. Non c’è sosta per i giocatori che stanno facendo gli straordinari, dedicandosi ad allenamenti in palestra, sul campo e ad amichevoli con alcune squadre del territorio, per battere quel ferro che giovedì dovrà essere caldissimo. “I ragazzi sono carichi e noi lo siamo di più – racconta Aiello, che ammette – La vittoria a Roma, che ci ha permesso di assestarci sul 2-1, rimettendo tutto in gioco, ha dato una carica diversa a tutta la Società”. Una carica che non ha risparmiato nessuno, così che quella attesa per giovedì sera alle 20:30, sarà una partita fondamentale per chi la giocherà, ma entusiasmante per chi si siederà sugli spalti a tifare.

“Bisognerà mettere, dentro e fuori dal campo, il tutto per tutto – aggiunge Aiello – perché vogliamo arrivare a Gara 5 e giocarcela fino alla fine con il Club Italia che ci ha dato filo da torcere, ma che adesso, con lo spirito di rinnovamento che pervade la squadra in questo momento, sembra essere alla nostra portata”.

La macchina Volley Catania dunque è al massimo dei giri e, conclude Aiello,: “In questi giorni stiamo guardando ai prossimi appuntamenti sportivi che ci vedranno protagonisti, ma anche alla prossima stagione che affronteremo con la stessa grinta di quest’anno e con la maturità raggiunta in questo primo anno di Serie A”.