La Kioene concede il bis contro Brescia

Secondo test contro i lombardi: anche questa volta finisce 3-1 per Padova. Baldovin: «i nuovi arrivi si stanno integrando bene»

 

 

Centrale del Latte Sferc Brescia – Kioene Padova 1-3
(22-25, 27-25, 20-25, 21-25)

Centrale del Latte Sferc Brescia: Signorelli 7, Tiberti 2, Valsecchi 7, Bisi 10, Milan 13, Cisolla 9, Scanferla (L); Rodella 2, Crosatti, Statuto, Candeli 3, Tasholli 5. Coach: Roberto Zambonardi.
Kioene Padova: Polo 6, Louati 16, Cirovic 10, Volpato 12, Premovic 17, Travica 2, Danani (L); Cottarelli, Sperandio, Lazzaretto 1. Non entrati: Bassanello (L). Coach: Valerio Baldovin.
Durata: 22’, 25’, 22’, 21’. Tot. 1h 30’
NOTE. Servizio: Brescia errori 18, ace 7; Padova errori 21, ace 4. Muro: Brescia 6, Padova 9. Ricezione: Brescia 41% (27% prf), Padova 51% (26% prf). Attacco: Brescia 44%, Padova 49%.

 

A una settimana di distanza dal primo appuntamento, anche questa volta la Kioene Padova si è imposta per 3-1 in casa della Centrale del Latte Sferc Brescia. Come confermato da coach Baldovin al termine della gara, il secondo test disputato venerdì sera è stato giocato in maniera «decisamente più intensa da parte di entrambe le squadre». Con Randazzo e Torres ancora impegnati nel Mondiale, la Kioene ha potuto vedere all’opera per la prima volta il libero Santiago Danani, giunto in settimana a Padova e utilizzato per tutto il match. «Tutti i nuovi innesti stanno dimostrando d’inserirsi bene sia nel gruppo che nei meccanismi di gioco – continua Bladovin – anche se è normale che in questa fase della preparazione ci siano molte cose da migliorare. La squadra è scesa in campo con il giusto spirito ed è questo che conta. A livello tecnico si registrano delle fasi altalenanti ma è normale, siamo appena al secondo test della stagione».
Statistiche alla mano, il best scorer del match è stato l’opposto serbo Petar Premovic, autore di 17 punti di cui 1 ace e 3 muri vincenti (45% in attacco), seguito a quota 16 dal francese Yacine Louati (2 ace e 2 muri, 40% in attacco). Al centro la coppia Polo-Volpato continua a dimostrarsi un punto di forza dei patavini, con quest’ultimo autore di 12 punti (1 muro e 69% in attacco). In casa Brescia, miglior realizzatore è stato l’ex Sebastiano Milan, che ha messo a terra 13 punti complessivi. Facendo un confronto fra le due squadre, i lombardi sono stati più precisi solo al servizio, con 3 ace in più e 3 errori in meno dei veneti. Coach Baldovin ha iniziato il match con Travica al palleggio, Premovic opposto, Polo e Volpato al centro, Cirovic e Louati in banda, Danani libero. Il testa a testa del primo set è stato deciso dalla zampata finale della Kioene che – dal 21-20 – ha ribaltato le sorti del parziale per 25-22. Dopo il secondo set vinto ai vantaggi dai padroni di casa (27-25), Padova ha poi archiviato il match controllando i due set successivi. Al termine è stato disputato pure un quinto parziale, vinto sempre dalla Kioene per 15-10.
Giovedì 20 settembre la squadra sarà impegnata in trasferta a Pordenone per il test match contro l’ACH Volley Lubiana: inizio gara ore 20.00.

 

 

Alberto Sanavia
Ufficio stampa Kioene Padova
www.pallavolopadova.com

 

Foto Alessandra Lazzarotto