Maratona al Parini, ma alla fine la spunta Catania

POOL LIBERTAS CANTU’ 2

ELIOS MESSAGGERIE CATANIA 3

(25-17, 25-20, 35-37, 22-25, 11-15)

POOL LIBERTAS CANTU’: Alberini 1, Santangelo 30, Preti 24, Cominetti, Monguzzi 7, Robbiati 6, Butti (L1), Baratti 1, Gasparini 11. NE: Suraci, Danielli, Frattini, Pellegrinelli, Rudi (L2). All: Cominetti, 2°all: Redaelli.


ELIOS MESSAGGERIE CATANIA: Finoli 7, Gradi 15, Bonacic 20, Corrado 18, Mazza 11, Porcello 14, Pricoco (L1), Petrone, Chillemi , Reina 1, De Costa (L2). All: Puleo, 2°all: Giuffrida

 

Arbitri: Nicola Traversa e Luca Cecconato

Maratona lunga 5 set e quasi due ore e mezza di gioco, ma alla fine la Elios Messaggerie Catania si impone sul Pool Libertas Cantù. Primo e secondo set di marca canturina, il terzo lunghissimo set risolto solo ai vantaggi segna il punto di svolta, con i siciliani a rimontare e ad imporsi al quinto set.

Coach Cominetti prova la formazione collaudata con Alberini in regia, Santangelo opposto, Preti e Gasparini, al posto di Cominetti infortunato prima dell’incontro, Monguzzi e Robbiati al centro, e Butti libero. Coach Puleo risponde con Finoli al palleggio, Gradi opposto, Corrado e Bonacic in banda, Mazza e Porcello al centro, e Pricoco libero.

Perso Roberto Cominetti prima dell’inizio dell’incontro per una distorsione alla caviglia, il Pool Libertas si compatta e scende in campo concentrato. In un attimo è 10-2 grazie a un buon turno in battuta di Dario Monguzzi. La Elios Messaggerie non si disunisce, e ribatte colpo su colpo ai canturini. Il divario, però, è troppo ampio, e un servizio out di Corrado consegna il set ai canturini (25-17).

Inizio di secondo set in equilibrio, con Coach Cominetti a chiamare time-out sul primo vantaggio esterno del match (9-10). Al rientro in campo la situazione si ribalta, e un pallonetto di Santangelo (top scorer del match con 30 punti e il 63% in attacco) manda i suoi avanti 19-15, costringendo Coach Puleo a fermare il gioco. Si continua a lottare punto su punto, ed è un attacco dell’opposto molisano a consegnare il set ai suoi (25-20).

La Elios Messaggerie inizia a razzo il terzo set, andando subito 0-3. La partita è divertente, con azioni lunghe e difese su entrambi i lati del campo, e il Pool Libertas riesce a ribaltare il punteggio, costringendo Coach Puleo a fermare il gioco (10-7). Al rientro in campo il ritmo non cala, e si lotta su ogni pallone fino al pareggio a quota 19. Si continua punto a punto, Corrado risponde a Preti e si va ai vantaggi, che sono un’altalena di emozioni e di continui ribaltamenti di fronte. Chiude un attacco di Corrado (35-37).

Quarto set che inizia con un Pool Libertas molto contratto, che costringe Coach Cominetti a chiamare due time-out in breve tempo con la Elios Messaggerie avanti (3-9). Santangelo si carica la squadra sulle spalle e prova a riportare sotto i suoi (8-10), ma tre attacchi consecutivi di Bonacic rilanciano l’azione dei siciliani (8-13). Si prosegue con break e controbreak, ma il distacco tra le squadre rimane immutato. Preti martella da posto 4, e i canturini si riavvicinano (21-22), ma Mazza manda il match al tie-break (22-25).

Tie-break nel quale il Pool Libertas parte subito a razzo (6-3), ma la Elios Messaggerie è brava a non mollare e impattare a quota 8. Si prosegue punto a punto fino all’ace di Porcello che spezza l’equilibrio e costringe Coach Cominetti a fermare il gioco (11-13). al rientro in campo un altro ace di Porcello e un muro di Mazza su Santangelo chiudono set e partita (11-15).

Queste le parole di Andrea Gasparini, al primo match da titolare, a fine partita: “E’ stata la mia prima partita da titolare, sono molto emozionato e contento di come sia andata. È stato un match non facile, lunghissimo. Loro sono cresciuti tanto nel corso dei set. Hanno iniziato un po’ sottotono, e poi sono cresciuti tanto. Nel terzo set, quando avevamo qualche punto di vantaggio per noi, l’abbiamo buttato via. Potevamo sicuramente giocarli meglio, ma quando si arriva punto a punto un pochino gioca anche la fortuna. Dovevamo chiuderla nel terzo set, quando abbiamo finito 35-37”.