PER I “LUPI” NULLA DA FARE ANCHE A MONDOVI’

Synergi Arapi Mondovì: Pistolesi 6, Morelli 14, Treial 10, Biglino 10, Borgogno 12, Kollo 14, Fusco (libero), Terpin 4, Garelli n.e, Buzzi n.e, Spagnuolo n.e, Bosio n.e. All. Fenoglio

Kemas Lamipel Lupi: Acquarone 2, Wagner 22, Bargi 9, Ferraro 1, Colli 11, Snippe 14, Taliani (libero), Grassano 2, Baciocco, Andreini (libero), Crò n.e. All. Totire

Successione set: 25-20 in 29′, 25-15 in 23′, 22-25 in 29′, 25-20 in 31′.

Battute sbagliate Synergy Arapi 7 Aces 6, Muri 19.

Battute sbagliate Kemas Lamipel 12 Aces 7, Muri 8.

Appuntamento con la vittoria ancora una volta rimandato per la Kemas Lamipel, che esce sconfitta per 3-1 dal PalaManera di Mondovì al termine di un match in cui i conciari hanno iniziato a giocare con il giusto piglio quando ormai era troppo tardi. Contro un avversario quadrato, combattivo e ben messo in campo ci mette lo zampino anche la sfortuna, con Ferraro costretto ad alzare bandiera bianca dopo un primo set di sofferenza, Bargi che finisce la partita a mezzo servizio per un colpo ad un braccio e Taliani debilitato da un malessere di stagione. Se a ciò aggiungiamo le indisponibilità varie di Tamburo e Miselli si capisce come questa gara, già di per sé molto difficile, è pian piano diventata una montagna durissima da scalare per Snippe e compagni, bravi a rientrare nella contesa dopo due set deficitari e vinti con merito dai locali. Alla fine però il 3-1 rispecchia gli attuali valori in campo, con i “Lupi” chiamati a fare ancora quell’auspicato salto di qualità soprattutto a livello mentale e di fiducia che possa consentire di sviluppare in pieno il potenziale della squadra. L’inizio della gara è subito favorevole ai locali che allungano, salvo venir ripresi e superati dai santacrocesi (7-8). Ma è un fuoco di paglia, infatti Borgogno e soci tornano subito avanti e scappano via (16-13 e 21-16) chiudendo con autorevolezza per 25-20. Senza storia il secondo set dominato in lungo e largo dai piemontesi e con i “Lupi” quasi inesistenti (8-3, 16-10, 21-14) e incapaci di reagire: Ferraro, sofferente , alza bandiera bianca e lascia il posto all’adattato Grassano, ma il parziale è compromesso e Mondovì vince 25-15. Nel terzo, sul 16-13 in favore dei locali, tutto sembra far presagire una fine veloce della partita, ma la Kemas Lamipel ha un sussulto di orgoglio e con Wagner e Colli ribalta lo score riuscendo a far suo il set per 22-25. Nel quarto c’è il disperato tentativo di allungare la gara da parte dei conciari che vanno avanti per 7-8: Kollo, Morelli e Trial però non ci stanno, ribaltano la situazione  (16-13) e, sfruttando i tanti problemi fisici dei “Lupi”, fanno loro set e partita grazie al definitivo 25-20 che mette il sigillo al 3-1 con cui si chiude la contesa. Nel complesso successo meritato della Synergy Arapi che ha sbagliato pochissimo al servizio e ottenuto ben 19 muri punto. Per la Kemas Lamipel invece trasferta infruttuosa, con mister Totire che predica calma, pazienza e fiducia, ringraziando i tifosi al seguito della squadra che hanno incitato e spinto i “Lupi” in una giornata difficile ma che deve servire da trampolino di lancio per crescere e migliorare, sia da un punto di vista tecnico che soprattutto mentale.

Andrea Costanzo – Ufficio stampa