Tinet Gori Wines sfiora l’impresa contro Catania

Nonostante gli acciacchi i Passerotti se la giocano fino alla fine contro i siciliani terzi in classifica. Bell’impatto di Link che, entrato dalla panchina, sigla 18 punti

La Tinet Gori Wines accarezza il sogno di tornare alla vittoria contro la terza forza del campionato, ma purtroppo deve arrendersi. Forse nessuno lo avrebbe immaginato all’inizio del match. Ennesima rivoluzione obbligata in sestetto per Coach Sturam con Marinelli che si ferma durante l’allenamento di rifinitura e Saraceni non al meglio a causa di un riacutizzarsi del fastidio agli addominali. Spazio quindi in banda per la coppia Deltchev e Radin. Partono forte i Passerotti con un 4-1 merito anche di un paio di ace di Calderan. La Tinet mantiene sempre il vantaggio anche se Bonacic e Gradi mantengono in carreggiata gli etnei che recuperano (10-9). Nuovo allungo dei gialloblù con il muro di Bortolozzo che porta gli uomini di Sturam 16-13. I rossoblu impattano sul 20-20 grazie ad alcune imperfezioni a muro di Prata che fatica a seguire i palloni veloci di Finoli. Della Corte guadagna il 24-23. Entra Bonante in battuta che fa anche una gran difesa vanificata poi da un’invasione di Deltchev. A concludere ci pensa un ace di Corrado che da ai siciliani il definitivo 25-27.

Secondo set perso al fotofinish dalla Tinet Gori Wines. Partono forte gli etnei che si portano subito sul 3-7. Poi un paio di errori degli ospiti e un muro di Calderan riducono le distanze 5-7. Nuovo strappo della Elios sull’ 8-12. Fase della partita con parecchi errori soprattutto dai 9 metri. Sturam prova con buoni risultati ad inserire Marinelli (fermato da un problema alla spalla) come libero di ricezione, lasciando a Lelli solo compiti difensivi. Sul 13-17 Link subentra a Della Corte e fa subito un paio di azioni positive: per lo svedese a fine set un importante 77% di efficienza in attacco. Sul 17-20 si infortuna dopo un’azione difensiva il regista ospite Finoli, sicuramente il migliore nel suo ruolo nel Girone Blu. Catania ne risente, ma in ogni caso mantiene il vantaggio ed un errore in attacco di Deltchev certifica il 22-25 finale Catania priva del suo regista capisce subito che la musica è cambiata. A ribadire il concetto ci pensa Link che mette a segno 8 punti nel parziale con il 62%. Ma la necessità di marcare lo svedese permette a Calderan di giocare efficacemente su tutta l’ampiezza della rete, lasciando spesso muro a 1 i suoi attaccanti: 8-4 per i Passerotti. Rientro siciliano sul turno di battuta di Petrone: 12-10. Altro allungo della Tinet con un bel primo tempo di Bortolozzo e un muro di Calderan: 18-14. Link si mette in proprio e porta i gialloblù sul 23-17. Radin va in battuta sul 24-18. La sua battuta viene ricevuta direttamente nel campo di Prata. Deltchev ringrazia e chiude il set 25-18. L’Elios parte meglio nel terzo set: 0-3. Poi i catanesi commettono un paio di errori e Deltchev con un lungolinea d’autore firma il sorpasso: 6-5. Link continua ad avere il braccio caldo, ma il break decisivo viene firmato da due muri consecutivi di Bortolozzo e un ace dello svedese: 17-14. Sul 20-18 Catania si rifà sotto, ma poi sale in cattedra Marini che prima mura Porcello e poi in contrattacco fa una voragine nei tre metri avversari. Poi Coach Sturam lo cambia con Tassan in battuta e Eugenio lo ricambia con l’ace che chiude il parziale: 25-20. Dopo l’entusiasmante rimonta dei set precedenti c’è fiducia tra gli uomini di Sturam che volano sul 7-5. Poi un turno di servizio di Porcello causa un break di 0-5. Corazza sostituisce Radin in ricezione e si fa cambiopalla. Calderan non riesce a servire Link con continuità e quando il set si fa caldo lo svedese ha il braccio freddo. Catania ritrova entusiasmo e il muro di Gradi su Radin chiude il set e la partita

TINET GORI WINES PRATA – ELIOS MESSAGGERIE CATANIA

Prata: Della Corte 8, Calderan 6 , Radin 7, Bonante, Corazza, Tassan 1, Marinelli (L), Saraceni , Lelli (L), Marini 10, Cecutti, Bortolozzo 8, Link 18, Deltchev 14. All: Sturam

Catania: De Costa (L), Reina 6, Porcello 9, Petrone 4, D’Angelo, Corrado 13, Gradi 19, Pricoco (L), Finoli 3, Bonacic 25, Chillemi 2. All: Puleo

Arbitri: Traversa di Padova e Sessolo di Treviso

Parziali: 25-27/ 22-25 / 25-18 / 25-20 / 10-15

UFFICIO STAMPA – Mauro Rossato – Tel: 347-6853170 – press@volleyprata.it