Ultimo test match superlativo per Siena che sconfigge Perugia per 3-1

Siena sconfigge la Sir Safety Conad al termine di una gara spettacolare e divertente. La Emma Villas conquista il primo, il secondo set, e dopo che la Sir con un Leon superlativo fa proprio il terzo va a chiudere i conti nel quarto parziale. E’ una grande prova di forza per i biancoblu che sconfiggono i campioni d’Italia in carica ad appena tre giorni dall’esordio in Superlega, previsto per domenica a Trento.

Siena gioca una grande pallavolo, soprattutto gioca di squadra e sconfigge i fenomeni della Sir in un test match che sa già di campionato. Finisce 3-1 al PalaEstra, con 19 punti di Hernandez, 16 di Ishikawa, 13 di un ottimo Gladyr e 12 di Maruotti. Per la Sir Atanasijevic e Leon insieme mettono a segno la bellezza di 45 punti (25 il primo, 20 il secondo). A chiudere la sfida, nel quarto parziale, è Yuki Ishikawa con uno spettacolare ace.

La Emma Villas Siena è in campo con questo sestetto: Marouf è in cabina di regia, Hernandez è l’opposto titolare, in banda ci sono Ishikawa e Maruotti, al centro agiscono Gladyr e Mattei, in seconda linea a difendere c’è Giovi. I campioni d’Italia di Perugia hanno De Cecco e Atanasijevic nella diagonale palleggiatore-opposto, gli schiacciatori titolari sono Leon e Lanza, i centrali Podrascanin e Ricci, il libero è l’azzurro Colaci.

Podrascanin va subito a segno ma dall’altra parte della rete gli risponde Gladyr. Atanasijevic mostra immediatamente le sue qualità con l’ace dell’1-3. Il primo punto di Leon che gioca sulle mani del muro senese vale il 2-4. Qualche errore di troppo nell’attacco senese porta i perugini sul +4: 4-8. Maruotti va a segno con un tocco che beffa il muro della Sir, ma gli umbri martellano con Leon e Lanza. Atanasijevic è ancora in forma Mondiale, e non potrebbe essere diversamente visto che manca pochissimo all’inizio della Superlega: il numero 14 della Sir schiaccia sopra al muro senese per il 9-13. Pochi istanti dopo è Leon che in posto 4 schiaccia a terra con grande forza. Molti errori in battuta da una parte e dall’altra nel corso di questo primo set. Chi non sbaglia è invece Andrea Mattei che realizza un ace con la battuta al salto e riporta Siena sul -3. E’ lungo anche il servizio di Hernandez, Perugia si avvicina alla conquista del primo set (18-23). Però Siena reagisce e rimonta in maniera straordinaria. Marouf fa una magia di seconda (19-23), poi la battuta di Maruotti mette in difficoltà la ricezione umbra ed il muro di Ishikawa su Atanasijevic avvicina i padroni di casa fino al 22-23. Il muro su Atanasijevic vale i vantaggi (24-24). E Atanasijevic viene murato ancora, stavolta il set point è per Siena (25-24). La schiacciata sulle mani del muro di Ishikawa permette ai locali di conquistare il primo parziale (26-24).

Secondo set E’ cresciuta la qualità delle combinazioni tra Marouf ed Hernandez, lo si vede anche in avvio di secondo set. I due si cercano e si trovano, e producono punti per il team senese. Atanasijevic risponde e in parallela fa 8-8. Il cubano sale in cattedra ed è il protagonista assoluto del parziale di 4-1 per i locali che si portano sul 13-9. In questo frangente Siena sta riuscendo a difendere bene sugli attacchi umbri, mentre Maruotti con un paio di colpi di qualità aggiunge due punticini al bottino locale. I tre punti di vantaggio per Siena vengono tuttavia mangiati nel solo turno di battuta di Leon (16-16). Si va avanti in completa parità sul 22-22 e sul 23-23 poi Leon sbaglia il servizio e dà un altro set point a Siena. Hernandez è autore di un’altra magia e realizza l’ace che vale la conquista del secondo parziale (25-23).

Terzo set Maruotti è ancora ottimo al servizio, Ishikawa si fa valere in difesa e anche a muro. Proprio un suo muro-punto vale il 9-7 per Siena. Perugia si appoggia tanto su Leon, ed è un altro suo ace a riportare il punteggio sulla parità (13-13). Maruotti è in giornata ed è bravo sia a ricevere che a finalizzare l’azione. Per la Sir sono sul taraflex Seif e Della Lunga, coach Cichello conferma la fiducia a Cortesia. Il pareggio senese arriva dopo un’azione lunghissima nella quale Andrea Giovi riesce a tirare giù il pallone per ben due volte con guizzi apprezzabili (19-19). Il cambiopalla adesso funziona senza alcun errore: con Atanasijevic, con Gladyr, con Leon. Poi è Atanasijevic a inventarsi l’ace del 20-22. Il terzo set viene chiuso da due ace di Leon (21-25). Sono 9 i suoi punti in questo terzo set, di cui 4 sono battute vincenti.

Quarto set Si gioca ormai da un’ora e mezzo, ma non calano le prestazioni dei giocatori in campo. Hernandez mostra ancora ottimi colpi, così come dall’altra parte della rete fanno Leon e Atanasijevic. Gladyr finalizza una situazione non semplice e chiude il punto del 17-17. Spettacolo poi quando Hernandez con grande abilità e destrezza firma il diciottesimo punto senese. Gladyr è “on fire” e chiude un altro punto (19-18). Ishikawa e Leon portano le due formazioni sul 23-23. L’errore di Della Lunga dà il match point a Siena, cancellato da Atanasijevic (24-24). Il servizio di Ishikawa la chiude. L’ace del giapponese chiude i conti sul 27-25.

Emma Villas Siena – Sir Safety Conad Perugia 3-1 (26-24, 25-23, 21-25, 27-25)

EMMA VILLAS SIENA: Giraudo, Cortesia 1, Spadavecchia, Marouf 2, Giovi (L), Gladyr 13, Vedovotto, Mattei 3, Ishikawa 16, Fedrizzi, Johansen, Maruotti 12, Hernandez 19. Coach: Cichello.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Piccinelli (L), Ricci 3, Hoogendoorn, Della Lunga 4, Seif 1, Leon 20, Lanza 6, Galassi, Colaci (L), Atanasijevic 25, De Cecco 1, Podrascanin 7. Coach: Bernardi.

ARBITRI: Marotta, Fontini.