Bcc a testa alta contro i campioni della Lube.

Civitanova passa 0-3 al Palaflorio; dopo qualche difficoltà nel primo set ci pensa Sokolov a spingere i suoi al successo.

Bcc Castellana Grotte: Falaschi 1, Wlodarczyk 5, Studzinski Rodrigues 8, Zingel 10, Mirzajanpourmouziraji 14, Scopelliti 6, Pace (L), Cavaccini (L), Quartarone 0, Agrusti 0. N.E. , Kruzhkov. All. Di Pinto.
Batt. sb.11, ace 1,  ric.pos. 41%, ric. prf. 24%, attacco  58%, muri 6, errori 16.
Cucine Lube Civitanova: Mossa De Rezende 2, Simon 5, Sokolov 19, Leal 11, Diamantini 6, Kovar 10, Balaso (L),  D’Hulst 0, Cantagalli 0, Stankovic 3, Massari 0. N.E.  Cester, Marchisio (L), Sander. All. De Giorgi.

Batt. sb.15, ace 4,  ric.pos. 47%, ric. prf. 26%, attacco  46%, muri 9, errori 24.  

ARBITRI: MorattiCesare. NOTE – Spettatori 2000 circa, durata set: 29‘, 24‘, 24; tot: 77‘. MVP: Sokolov
In quella che è anche una sfida fra allenatori pugliesi, il salentino De Giorgi ed il turese Di Pinto,  la Bcc saluta con una sconfitta il Palaflorio  che fa calare il sipario del  volley pugliese di Superlega. La Lube Civitanova senza Juantorena ( a casa con la febbre) passa col punteggio più netto faticando parecchio solo nel nel primo set , costretta ai vantaggi dalla voglia dei pugliesi di lasciare un buon ricordo al proprio pubblico, e dilagando poi negli altri due esprimendo al meglio le proprie qualità di squadra vice campione del mondo. Con Sokolov (MVP) in grande spolvero (19 punti ) ma anche con Leal (11), molto efficace al servizio,  la Lube fatica ad entrare in ritmo gara ma quando poi trova la battuta (10 ace complessivi) esprime le proprie grandi potenzialita’ tenendo sempre sotto nel punteggio la squadra di Di Pinto.
Zingel e compagni nonostante le mille difficoltà escono comunque a testa alta dalla partita con un attacco complessivo al 58% nel quale tutti gli effettivi attaccano con oltre il 50% e le punte di Mirzjanpour (14 punti) e Zingel stesso (10).
Ultimo appuntamento di campionato per la New Mater domenica a Sora per mettere la definitiva parola fine ad una stagione disgraziata.
 
LA PARTITA
Il match che inizia con la Lube che fa turnover per l’assenza di Juantorena , restato a casa per l’influenza, al suo posto Kovar e l’inserimento in sestetto di Diamantini al centro. Di Pinto conferma il sei più uno obbligato con Studzinski al centro e Zingel opposto.
Non molto alti i ritmi nel primo set con la Bcc che risponde bene alle bordate in battuta della Lube e tiene in equilibrio il risultato (14-14). Scopelliti trova l’ace del 16-14 e De Giorgi chiama time out  . Gioca  a braccio sciolto la squadra di Di Pinto e la Lube non riesce staccarsi nel punteggio. Ace di Simon per il 19-19 ma il muro di Scopelliti su Sokolov riporta al doppio vantaggio i padroni di casa, 21-19 e De Giorgi deve sfruttare anche il secondo timeout. Sokolov ed il muro di Bruno brekkano e portano la Lube sul 21-22.  Il 71% in attacco per i pugliesi condito dal percorso netto di Zingel non è comunque sufficiente e la  battuta Lube fa male alla ricezione pugliese nel finale di set chiuso da Simon che al secondo set ball , 24-26.
E’ Sokolov a alzare i ritmi del match in casa Lube nel secondo set ; l’opposto Lube prima dalla battuta e poi in attacco scava subito un solco incolmabile per i padroni di casa. Bruno scalda anche il Palaflorio con un primo tempo in bagher chiuso da Simon , 11-19. Zingel e Studzinski firmano il parzialino di 4-0 che porta i padroni di casa sul 17-21 . Entra in campo Stankovic e mette subito il muro che apre le porte del set alla Lube, 18-24, con Sokolov che mette la firma finale su un set dominato dall’opposto bulgaro.
Partenza sprint pugliese nel terzo set con Studzinski , Zingel e Mirza protagonisti, 5-1. Recupero Lube con tre  punti in fila di Diamantini, 6-5. Resiste la Bcc e sino a metà set rest agganciata ai marchigiani che si staccano con Sokolov che lascerà molti rimpianti se , come radio mercato vocifera, l’anno prossimo lascerà la Lube. Il bulgaro ed un paio di errori dei padroni di casa  chiudono di fatto set e match, 14-20. Il 16-25 diventa una formalità e la Lube si concede ai numerosi tifosi presenti per gli autografi di rito.
LE DICHIARAZIONI
Vincenzo Di Pinto (Castellana Grotte): “Chiaro che Civitanova è di un altro livello. Purtroppo sono dieci giorni che in palestra facciamo poco; i giocatori hanno altri pensieri ed il lavoro in palestra ne risente. In ogni caso credo che abbiamo onorato anche questa gara . Nel primo set abbiamo attaccato meglio di loro ma la pallavolo è fatta di dettagli. Quei dettagli che fanno poi il risultato. Sono contento dei ragazzi che comunque hanno dimostrato sempre grande attaccamento. Speriamo di trovare un punto di ripartenza ma dipenderà ovviamente dalla volontà della società.” 
 
QUI la video intervista al tecnico della New Mater