Bella Verona, ma che peccato. Vince la Lube 3-2, Grbic: “Siamo sulla strada giusta”

CIVITANOVA MARCHE (Macerata) –  Gioca bene, benissimo, la Calzedonia su un campo difficile come quello della Lube (dove i gialloblù non vincono dal 2005), ma l’impresa è solo sfiorata e la squadra di coach Grbic cede 3-2 al tie-break.

PRIMO SET – Verona parte con la diagonale Spirito-Boyer, Solè-Birarelli centrali e Kaziyski-Manavi in banda, risponde la Lube con Bruno-Sokolov, Stankovic-Cester, Leal-Juantorena. Il primo break lo mettono a segno i padroni di casa, che con l’ace di Bruno arrivano sull’11-8, subito riassorbito da Kaziyski che trova la parità a 12. Bruno è bravo a dettare i tempi, Sokolov allunga ancora ma l’ace di Boyer riporta la situazione sul 20-19. Altra battuta punto, questa volta di Birarelli (4 punti e 100% in attacco) impatta il punteggio sul 23 e costringe De Giorgi a chiamare timeout. Boyer (8 punti e 75% in attacco nel parziale) mette giù una palla impossibile e il fallo di palla accompagnata della Lube regala il primo set (strameritato) ai gialloblù.

SECONDO SET –  La Lube affamata scappa subito sul 3-0, che diventa 6-1. Grbic chiama timeout e inserisce Sharifi per Manavi ma non basta per fermare la Lube che soprattutto con la difesa arriva fino al massimo vantaggio sul 12-4. Verona ricuce con intensità e attenzione, arriva sul 15-10 dopo il punto di Kaziyski e lo stesso schiacciatore bulgaro sale in cattedra con due ace di fila per il 18-14. Pinelli sostituisce egregiamente l’infortunato Spirito in regia, che rientra sul 19-14. Prima Manavi e poi Solè (3 muri nel set), costruiscono due blocchi marmorei per i punti 16 e 17, costringendo De Giorgi a chiamare timeout sul 19-17. L’esordio di Kovar arriva sul 19-18 (punto Manavi), è un set pazzesco con il doppio ace di Spirito che riporta la parità a 21 ma il muro di Kovar fissa il punteggio sul 26-24.

TERZO SET – Verona subito sul 3-0, Juantorena in battuta fa 3-3. Equilibrio è la parola d’ordine del set, Kaziyski prova a romperlo portando i gialloblù sull’11-14, Verona avrebbe la palla del 13-17 ma Sharifi non riesce a mettere il punto esclamativo e la Lube torna sotto 15-16. Il break resta intatto fino al 19-20, con il punto Lube che riporta in parità i padroni di casa e costringe Grbic a chiamare timeout. L’ace di Boyer conduce Verona sul 20-22 e Manavi mette giù il punto del 23-25!.

QUARTO SET – Verona parte forte anche qui, ma viene ripresa da Juantorena a quota 12. La Lube prova a creare il break vincente con il punto messo per terra da Cester, Juantorena con l’ace allunga sul 21-17 ed è il momento decisivo che porta i gialloblù al tie-break per la seconda partita di fila, con il set che termina sul 25-19 (Leal 8 punti e 100%).

QUINTO SET –  La Lube prova a scappare sul 4-1, Verona è bravissima a non far andar via i padroni di casa e al cambio campo si è sull’8-5. Birarelli è mostruoso a muro, diventa una partita punto a punto ma ancora Leal sale in cattedra e chiude il set sul 15-12.

Nikola Grbic: “Abbiamo fatto una partita molto buona, dopo un carico di lavoro importante in settimana. Sono dispiaciuto, soprattutto per il secondo set che non siamo riusciti a ribaltare giocando molto bene. Alla distanza i loro campioni hanno cambiato la partita, noi dobbiamo continuare ad avere questa consapevolezza di potercela giocare con le grandi”. 

Riccardo Pinelli: “Sono entrato per dare il mio contributo e fare il massimo. Siamo andati vicino alla vittoria contro una grande squadra, c’è rammarico ma questo punto ci fa capire che possiamo giocarcela con chiunque e siamo sulla strada giusta con il lavoro che stiamo facendo in palestra”.

TABELLINO

CUCINE LUBE CIVITANOVA-CALZEDONIA VERONA 3-2 (23-25, 26-24, 23-25, 25-19, 15-12)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 24 Kovar 3, D’Hulst 0, Marchisio (L) ne, Juantorena 25, Massari ne, Stankovic 3, Diamantini 0, Leal 22, Cantagalli 0, Cester 6, Simon 2, Rezende 3, Balaso (L). Coach: De Giorgi.

CALZEDONIA VERONA: Pinelli 1, Giuliani (L) ne, Kaziyski 22, Alletti 0, De Pandis (L), Marretta 0, Birarelli 9, Boyer 25, Spirito 3, Manavinezhad 9, Sharifi 2, Solé 11, Magalini ne. All.: Grbic.

ARBITRI: Bartolini, Sobrero.

STATISTICHE 
Cucine Lube Civitanova: attacco 53%, ricezione 58% (perfetta 33%), muri 9, battute: aces 6, sbagliate 16.
Calzedonia Verona: attacco 49%, ricezione 45% (perfetta 30%), muri 14, battute: aces 7, sbagliate 15.

NOTE Spettatori: 3.150. MVP:  Sokolov. Durata dei set: 32’, 31’, 26’, 25′, 23′. Totale: 137′.