CHE REAZIONE PERUGIA! BATTUTA LA LUBE 3-1! IL PALABARTON ESPLODE!

I Block Devils cancellano lo stop di Trento e si riscattano subito portando a casa il big match della quarta di ritorno con Civitanova. De Cecco incanta ed è letale al servizio, Podrascanin un martello al centro, Leon ne mette 16 ed i ragazzi di Bernardi si portano a casa tre punti di platino per la classifica. Domani si vola in Turchia per il terzo turno di Champions

 

Torna a ruggire la Sir Safety Conad Perugia!

I Block Devils cancellano con un colpo di spugna la sconfitta di Trento, sconfiggono 3-1 la Cucine Lube Civitanova nel big match della quarta di ritorno di Superlega e tornano, almeno per una notte, al comando della classifica. Ma soprattutto staccano di quattro lunghezze la Lube.

Esplode in un boato assordante il sold out del PalaBarton dopo l’ace conclusivo di Dore Della Lunga! Fa festa il popolo bianconero per una vittoria di platino in un momento chiave della stagione e per aver visto la furente reazione dei bianconeri che in campo hanno messo tutto. Tecnica e tattica certamente, ma soprattutto tanto cuore ed un carattere di ferro.

Ci è voluto tutto questo infatti per battere stasera la Lube. C’è voluta una squadra compatta, che ha saputo essere più forte di alcuni momenti di difficoltà (vedi il terzo set), che ha saputo togliersi dalla testa alcuni palloni sbagliati, che ha saputo compattarsi e trovare la classe dei suoi campioni nei palloni chiave di primo e secondo parziale, entrambi terminati in volata.

E che ha ritrovato la sua battuta (stasera 14 ace), fattore se ce n’è uno nella metà campo perugina. Una battuta che ha fiaccato piano piano la linea di ricezione avversaria e che ha dato forza ai ragazzi in tutti gli altri fondamentali.

Una vittoria del gruppo senza dubbio. Con solisti d’eccezione come capitan De Cecco, Mvp e meraviglioso padrone delle chiavi di casa della Sir. Regia da oscar per l’argentino ed una serata di gala dai nove metri con 5 ace (tra cui quello basilare sul 23-23 del primo set) e la serie che spacca il quarto parziale. E poi come Leon, 16 punti, tanti attacchi dirompenti e 4 ace. E poi come Lanza ed Atanasijevic, magari non scintillanti in attacco ma capaci di mettere a terra palloni pesanti quando conta. E che dire di Podrascanin e Colaci (11 punti il primo al centro, una macchina in ricezione e difesa il secondo) senza dimenticare il rientro di Ricci, titolare dopo due mesi, e gli ingressi eccellenti dalla panchina soprattutto di Hoogendorn e Della Lunga.

Perché si vince anche così, soffrendo, lottando, facendo affidamento sul proprio compagno e sul contributo di chi può essere decisivo, sia per una partita, per un set o per un solo punto.

Adesso si stacca per qualche giorno dalla Superlega. Domattina scatta l’operazione Champions con la squadra che vola in Turchia per giocare martedì in casa dell’Izmir la terza giornata della Pool E di Champions. Altro banco di prova di un mese pieno di banchi di prova e match che può essere fondamentale in chiave qualificazione.

IL MATCH

Settebello per Perugia in formazione tipo con il rientro di Ricci. Attacco ed ace di Leon in avvio (4-2). Lanza da posto quattro (6-4). Ace di Bruno che pareggia (6-6). Avanti la Lube con il muro di Simon (7-8). Controsorpasso Sir con la pipe out di Juantorena (9-8). Simon piazza il servizio vincente del nuovo +1 Civitanova (9-10). Tornano avanti i Block Devils con il contrattacco di Atanasijevic (12-11). Non si sblocca il punto a punto con la pipe di Lanza che segna 16-15 sul tabellone del PalaBarton. Muro di Atanasijevic (17-15). Ace di Simon che pareggia ancora (17-17). Muro-tetto di Leon (19-17). Leon non ci sta (19-19). Avanti gli ospiti con il muro di Cester (19-20). Altro muro Lube (19-21). Lanza riconsegna il pallone ai suoi (20-21). Ace di Leon (21-21). Tutto sempre in equilibrio (23-23). Ace millimetrico di De Cecco e set point Perugia (24-23). Muro di Podrascanin e la Sir va avanti (25-23).

L’ace di Leon apre la seconda frazione (4-2). La pipe di Leal pareggia i conti (5-5). L’errore di Sokolov segna il nuovo +2 Sir (7-5). Ace di Juantorena (8-8). Si resta a braccetto con Lanza che di astuzia mette a terra il pallone del 12-11. Fallo di Atanasijevic e vantaggio Lube (13-14). Doppietta bianconera con l’ace di Podrascanin ed il contrattacco di Leon (17-15). Perugia non sfrutta alcune situazioni propizie e Civitanova torna in parità (19-19). Fuori l’attacco di Lanza, Lube avanti (20-21). Atanasijevic scuote il PalaBarton (22-21). Simon non ci sta e mette il muro del 22-23. Podrascanin chiude il primo tempo (23-23). Ancora Simon, set point Lube (23-24). Podrascanin manda tutto ai vantaggi (24-24). Fuori Sokolov, stavolta il set point è per la Sir (25-24). Leon spacca tutto in contrattacco, raddoppio bianconero (26-24).

Non mollano di un centimetro gli ospiti che anzi partono forte nel terzo parziale. L’ace di Cester e l’attacco out di Lanza portano al 5-9 Lube. Altro punto Civitanova con il muro di Bruno (5-10). In campo Della Lunga. Rottura prolungata dei Block Devils (5-13). In campo Hoogendoorn. La Sir, con in regia Seif, riorganizza il cambiopalla ma non riesce ad accorciare (11-19). Simon avvicina i suoi al traguardo (13-23). Traguardo che arriva, dopo un bel turno in battuta di Della Lunga (due ace) che accorcia un po’, con l’attacco di Juantorena (18-25).

Avvio migliore della Lube nella quarta frazione (3-5). La Sir piazza un break di quattro punti con De Cecco al servizio (anche un ace) per il 7-5. Ace di Cester e subito parità (7-7). Nuovo vantaggio ospite con Leal (8-9). Due attacchi out di Civitanova (11-9). Ace di Leon, poi attacco out di Leal, poi contrattacco di Atanasijevic (16-11). Altra bomba di Atanasijevic (18-12). In campo Kovar che trova l’ace con l’aiuto del nastro (18-14). Podrascanin show con primo tempo e ingaggio vincente sotto rete (20-14). Ace di De Cecco, pure lui con la fattiva collaborazione del nastro (21-14). Fallo fischiato a D’Hulst (22-14). Altro ace di De Cecco (23-14). Perugia arriva al match point (24-15). In campo Della Lunga per il servizio. Aceeee! Perugia esulta (25-15).

I COMMENTI

Marko Podrascanin (Sir Safety Conad Perugia): “Una grande reazione della squadra dopo Trento. Per un giorno almeno torniamo al primo posto. Ottima prestazione la nostra contro una Lube in grande crescita. Abbiamo regalato ai nostri tifosi una bella vittoria e tre punti importanti, che sono la miglior medicina in questo momento”.

Robertlandy Simon (Cucine Lube Civitanova): “Nei primi due set siamo stati sempre lì, è mancata un po’ di fortuna e abbiamo sprecato alcune giocate con ricezione perfetta, palloni importanti. Perugia ha sfruttato bene i finali di parziale, se ne avessimo vinto uno magari sarebbe stata una storia diversa. Il quarto set non è stato bello, siamo calati e loro sono entrati in ritmo battuta, ma dobbiamo guardare avanti e pensare alla prossima gara. Perugia ha servito bene nell’ultimo parziale e abbiamo perso il filo della gara, speriamo di migliorare sotto questo aspetto. Adesso testa alla Champions League e allo Zaksa”.

IL TABELLINO

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CUCINE LUBE CIVITANOVA 3-1

Parziali: 25-23, 26-24, 18-25, 25-15

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 6, Atanasijevic 9, Podrascanin 11, Ricci 4, Leon 16, Lanza 8, Colaci (libero), Seif, Galassi, Hoag, Della Lunga 4, Hoogendoorn 5. N.e.: Piccinelli. All. Bernardi, vice all Fontana.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Bruno 3, Sokolov 9, Cester 7, Simon 13, Juantorena 12, Leal 9, Balaso (libero), Cantagalli, D’Hulst, Kovar 1, Stankovic. N.e.: Massari, Diamantini, Marchisio (libero). All. De Giorgi, vice all. Camperi.

Arbitri: Daniele Rapisarda – Alessandro Tanasi

LE CIFRE – PERUGIA: 22 b.s., 14 ace, 57% ric. pos., 22% ric. prf., 51% att., 5 muri. CIVITANOVA: 19 b.s., 7 ace, 31% ric. pos., 7% ric. prf., 49% att., 8 muri.

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY CONAD PERUGIA