Cuneo sgomita, ma nei fine set è Santa Croce a chiudere

Cuneo sgomita, ma nei fine set è Santa Croce a chiudere

La BAM Acqua S.Bernardo Cuneo si prepara alla gara di ritorno in casa, mercoledì alle 20.30.

__________________________________________________

Sebbene ad inizio partita si sia rinnovato il gemellaggio storico tra la tifoseria dei Lupi Santa Croce e i Blu Brothers, la partita è stata molto combattuta, sia in campo che sugli spalti.
Gara 1 dei Play Off A2 Credem Banca, ha visto i cuneesi della Banca Alpi Marittime Acqua S. Bernardo Cuneo combattivi sul taraflex della “Fossa” dei Lupi Santa Croce, tuttavia non abbastanza mordaci nei finali di set. Come dimostrano i parziali i ragazzi di Serniotti non si risparmiano, anche se alcuni errori di troppo al servizio e in ricezione nei momenti salienti risultano decisivi. Una buona prestazione da parte dei padroni di casa del Kemas Lamipel Santa Croce, che riescono a trovare una buona soluzione con Snippe nel ruolo di opposto.

Lo starting six di Cuneo: Cortellazzi palleggio, Alexandre De Oliveira opposto, Alborghetti e Dutto centro, Mazzone e Galaverna schiacciatori; Prandi (L).
Coach Pagliai schiera: Acquarone palleggio, Snippe opposto, Bargi e Miselli al centro, Colli e Lyutskanov schiacciatori; Taliani (L).

Buon inizio dei cuneesi con Caio in attacco e a muro, che insieme al primo tempo di Alborghetti portano Cuneo in vantaggio 3-1. Sul 5-7 un break positivo per i lupi con la pipe di Lyutskanov e il muro di Muselli porta i padroni di casa in vantaggio 8-7. Recupera Galaverna con l’attacco in diagonale, ma l’errore al servizio di Cortellazzi e i quattro tocchi successivi riportano Santa Croce avanti di 2 punti, che prontamente è Galaverna a riequilibrare. I toscani con il muro del bulgaro avanzano, ma vengono recuperati dall’ace alla battuta di Dutto e il mani out di Mazzone. Il gioco prosegue punto a punto. Tra il 18-16 e il 20-17 coach Serniotti esaurisce i time out a disposizione. Decisivo Dutto prima in attacco con un primo tempo e poi a muro su attacco di Snippe che seguiti da un’invasione a rete avversaria, sulla quale la panchina toscana chiama invano il video check, portano al primo time out di coach Pagliai sul 21-20. Si torna in campo ed è ancora l’olandese ad bucare la difesa cuneese, ma è l’opposto brasiliano a rispondere presente. Dutto nuovamente al servizio, l’arbitro fischia out, ma la pronta richiesta del Video check assegna l’ace al centrale cuneese. Pronti via un’altra azione dubbia, questa volta si tratta di un attacco out del bulgaro Lyutskanov che viene riconsegnato dall’occhio elettronico al Santa Croce. Due errori consecutivi di Caio consegnano il set ai padroni di casa per 25-22.

Partenza inversa rispetto al set precedente, con i lupi avanti 7-4, Cuneo che recupera ma i padroni di casa allungano ancora. Cortellazzi e compagni passano in vantaggio con il turno al servizio di Mazzone che se lo aggiudica con l’attacco in diagonale sul 13-12. L’attacco sull’asta del bulgaro e la pipe dello stesso Mazzone portano al sorpasso di Cuneo 14-13. Un continuo punto a punto vede i biancorossi arraffare più punti. Coach Serniotti richiama i suoi sul 23-20, al rientro Snippe manda in rete il servizio, entra Testa per Alborghetti alla battuta, ma purtroppo anche questa termina in rete e vale il set point per Santa Croce. Azione successiva Cuneo spettacolo con difesa di Mazzone e appoggio di Galaverna, ma il distacco è troppo e basta il primo tempo di Miselli a chiudere la frazione 25-22.

Terzo set molto nervoso, con contestazioni e video check a pioggia. Sull’1-1 coach Serniotti chiede di rivedere la positività della pipe di Colli, che viene confermata. Invasione di Cortellazzi recuperata dalla parallela di Caio che sale al servizio, ma sbaglia. Snippe restituisce il favore e segna la parità sul 3-3. Diagonale di Galaverna seguita dall’attacco vincente di Lyutskanov e nuovamente invasione del regista cuneese. Ancora una volta è lo schiacciatore cuneese Galaverna a riportare il vantaggio con una diagonale e un attacco di prima intenzione. Dal campo biancorosso risponde Bargi con il primo tempo e Caio spara un missile verso l’area stampa. Galaverna recupera al 7 pari e il bulgaro sbaglia per poi rimediare, ma Mazzone effettua il sorpasso con l’attacco dalla seconda linea. Galaverna sbaglia il servizio e il suo compagno di ruolo con due attacchi in diagonale consecutivi mette 2 lunghezze tra Cuneo e Santa Croce. Sul 12-14 coach Pagliai chiama i suoi a rapporto e alla ripresa è il muro di Cortellazzi a dare spirito ai cuneesi. Cuneo arriva sul finale di set avanti 21-20 e con buona ricezione di Galaverna va a segno con il mani out di Caio. L’attacco successivo del bulgaro è dubbio ed è l’arbitro a chiamare il video check che determina l’errore per i padroni di casa. Attacco dell’opposto brasiliano ed è set point, Mazzone sbaglia il servizio e coach Serniotti chiama il time out sul 21-24. Chiude il set l’attacco out di Lyutskanov.

L’ultimo set vede il Cuneo condurre il gioco sempre un punto avanti, fino al 13 pari, quando sale al servizio per Santa Croce, lo schiacciatore Colli che mette a segno un ace. Serniotti richiama la squadra, ma la rientro Mazzone non si ferma dopo l’attacco e prosegue nel campo avversario, determinando così l’invasione, ancora un ace di Colli, ma seguito da una conclusione a rete vale il 16-14. Il gioco riparte alternato, Sul 20-19 Testa entra nuovamente al servizio per Alborghetti, ma è Dutto a bloccare con un monster block Bargi. Sul 21 pari è Colli a far male alla difesa cuneese per ben 2 azioni consecutive, Galaverna attacca e va al servizio, Miselli mura Mazzone ed è match point, Colli questa volta sbaglia il servizio, ma Dutto restituisce il favore e il match è biancorosso. Santa Croce chiude 25-23 al quarto.

Coach Serniotti a fine partita: « Un risultato giusto, loro son stati più bravi di noi anche se erano in una situazione complicata, senza l’opposto titolare,hanno trovato delle soluzioni buone e hanno giocato meglio i finali di set. Nella seconda parte siamo andati meglio della prima, peccato il finale del quarto set,combattuto e che potevamo vincere e portare la partita al quinto. Per fortuna i play off ti danno sempre un’altra chance e noi l’avremo mercoledì sera, quindi dobbiamo far tesoro di quanto successo oggi e sono convinto che faremo meglio. Ovviamente sarà un’altra partita difficile, ma vogliamo vincere per tornare qua domenica a giocare gare 3 ».

L’appuntamento con la Banca Alpi Marittime Acqua S. Bernardo Cuneo è quindi per la gara di ritorno dei Play Off A2 Credem Banca, che si terrà mercoledì 10 aprile alle ore 20.30 al Pala UBI Banca.

 

Gara 1 (07/04/2019) – Ottavi Play Off A2 Credem Banca

Kemas Lamipel Santa Croce – Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo                       3-1
(25-22/25-22/21-25/25-23) 

Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo: Cortellazzi 1, Caio 19, Alborghetti 6, Dutto 7, Mazzone 13, Galaverna 18, Prandi (L1); Testa, Menardo. N.e Tomatis, Bolla, Amouah, Armando.

All.: Roberto Serniotti
II All.: Francesco Revelli
Ricezione positiva: 57%; Attacco: 57%; Muri 4; Aces 3.

Kemas Lamipel Santa Croce: Acquarone 1, Snippe 16, Bargi 8, Miselli 11, Colli 13, Lyutskanov 18; Taliani (L1); Crò, Grassano, Tamburo 2. N.e. Andreini, Baciocco, Ferraro M, Ferraro D. (L2).
All.: Alessandro Pagliai
II All.: Alessio Zingoni
Ricezione positiva: 61%; Attacco:58 %; Muri 6; Aces 6.

 

Arbitri: Serafin Denis, Cavicchi Simone. 

Durata set: 31’, 26’, 34’, 32‘.
Durata totale: 123’.

 

Stella Testa
Ufficio stampa Cuneo Volley