ESTASI PERUGIA! BATTUTA MODENA AL TIE BREAK! È FINALE SCUDETTO!

Ennesima grande battaglia in gara 5 di semifinale scudetto in un PalaBarton spettacolare. I Block Devils si trovano a dover rincorrere a più riprese, ma non mollano mai la presa e nel quinto, spinti da Leon ed Atanasijevic, si prendono la quarta finale negli ultimi sei anni. Mercoledì sera, ancora a Pian di Massiano, al via la serie con Civitanova che assegna il tricolore

 

Non sarebbe stato sufficiente nemmeno il miglior sceneggiatore thriller per disegnare una gara 5 così!

La Sir Safety Conad Perugia si impone al tie break nella bella di semifinale playoff contro l’Azimut Leo Shoes Modena e stacca il biglietto per la finale scudetto contro Civitanova, la quarta negli ultimi sei anni per la società del presidente Sirci.

Perugia ci arriva probabilmente nel modo più incredibile, sempre in rincorsa ma senza mai mollare di un centimetro, grazie anche ad un palazzetto che non ha smesso un attimo di crederci.

Tante partite in una stasera. La prima con Modena avanti di un set e 17-23 nel secondo quando Bernardi pesca il jolly con l’ingresso in battuta di Hoag (3 ace) e, complice anche l’infortunio alla caviglia di Bednorz, i bianconeri piazzano la rimontona firmata Atanasijevic.

La seconda nel quarto con Perugia ancora sotto di un set e 7-11 nel punteggio. È Leon stavolta a suonare la carica dai nove metri con due ace e da quel momento i padroni di casa non si fermano più. Arriva la parità e nel tie break Atanasijevic, Leon e Lanza non sbagliano un colpo fino al missile finale del cubano di passaporto polacco che fa impazzire tutto il PalaBarton!

22 e 21. Sono questi i tabellini di Leon ed Atanasijevic e se il primo diventa un fattore dal quarto set, il secondo si prende l’Mvp perché è decisivo nelle fasi concitate della seconda frazione ed un punto di rifermento imprescindibile per il gioco di De Cecco. Doppia cifra anche per Lanza con 10 palle a terra di cui alcune pesantissime al tie break, Colaci dà spettacolo in seconda linea, Ricci e Podrascanin (9 punti a testa) mettono insieme 5 muri vincenti. Menzione a parte per Nicholas Hoag, forse il vero spartiacque del match. Il suo ingresso nel secondo set cambia la storia di questa stagione bianconera.

Sarà dunque, come la passata stagione, Perugia-Civitanova l’atto conclusivo della Superlega. Si parte per un nuovo appassionante viaggio con gara 1 in programma mercoledì 1 maggio alle ore 20:30. Un viaggio da vivere tutti insieme!

IL MATCH

Formazione tipo per Bernardi. Avvio equilibrato con Leon che segna il punto del 6-5. Bednorz tiene stabile l’equilibrio (9-9). Modena avanti con Zaytsev (11-12). +2 Azimut con il colpo vincente di Tillie (12-14). Prova a scappare Modena con il muro di Mazzone e l’errore di Lanza (14-18). Perugia non riesce ad avvicinarsi, anzi gli ospiti volano a +5 con l’ace di Holt (18-23). Christenson porta i suoi al set point (18-24). Chiude l’errore al servizio di Leon (19-25).

Parte ancora meglio Modena nel secondo parziale. Holt firma il punto del 6-9. Ancora Holt, stavolta a muro, poi ace di Zaytsev (7-12). Ace di Bednorz (8-14). Muro di Podrascanin (10-14). Ancora Podrascanin, stavolta in primo tempo (12-15). Il turno al servizio di Bednorz scava il solco (17-23). Bernardi mette Hoag in battuta, il canadese infila tre ace e Perugia torna in gioco (22-23). Infortunio per Bednorz sostituito da Urnaut. Out Zaytsev, è parità (23-23). Tillie a segno, set point Modena (23-24). Atanasijevic spinge il set ai vantaggi (24-24). Ancora Tillie (24-25) ed ancora Atanasijevic (25-25). Muro di Podrascanin, stavolta è set point Perugia (26-25). È sempre Atanasijevic a far impazzire il PalaBarton (27-25).

Terza frazione con Leon che mette l’attacco del 5-3. Invasione di Tillie (7-4). Lo stesso Tillie accorcia (8-7). Fuori Atanasijevic, punto di Zaytsev e Modena torna avanti (10-11). Si gioca punto a punto con Leon che mette il muro del 18-17. Tocca l’asta l’attacco di Tillie (21-19). Si riscatta subito il francese e pareggia (21-21). Fallo molto dubbio fischiato a Lanza (21-22). Atanasijevic impatta (22-22). Maniout di Tillie (22-23). Ace di Christenson, set point Modena (22-24). Leon a segno (23-24). Chiude Mazzone (23-25).

Vola Modena in avvio di quarto set con Holt e con Mazzone (3-7). Perugia non trova il break (7-11). L’ace di Leon dimezza, il tocco di seconda di De Cecco riporta Perugia a contatto (10-11). Altro ace di Leon e parità (11-11). Muro di De Cecco e vantaggio Perugia (14-13). +2 Perugia con l’attacco di Leon (18-16). Fuori l’attacco di Zaytsev, poi doppio super muro di Ricci (22-17). Atanasijevic a bersaglio (23-18). Lanza porta Perugia al set point (24-19). Leon rimanda tutto al tie break (25-20).

Perugia parte bene nel quinto con il turno al servizio di Leon (5-2). Atanasijevic mantiene il vantaggio (7-4). Ancora l’opposto serbo (8-4). Maniout di Lanza (9-4). Ancora Lanza, poi Leon (11-5). Sempre Lanza (12-6). Leon (13-7). Ace di Atanasijevic (14-7). La chiude Leon!! (15-8).

I COMMENTI

Filippo Lanza (Sir Safety Conad Perugia): “Stasera serviva il cuore. Nella nostra breve storia abbiamo visto che le migliori vittorie per noi sono arrivate sempre alla fine di partite lunghe e conquistandocele un punto per volta. Non abbiamo mai mollato anche stasera nonostante tante difficoltà perché Modena ha giocato benissimo”.

Salvatore Rossini (Azimut Leo Shoes Modena): “Usciamo a testa alta, ci abbiamo sempre provato, anche davanti a tutte le difficoltà, dopo l’infortunio di Bednorz siamo rimasti uniti. Voglio fare i complimenti alla società e ai nostri tifosi perché questi playoff sono stati giocati in un clima che non è quello consono alla pallavolo”.

IL TABELLINO

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – AZIMUT LEO SHOES MODENA 3-2

Parziali: 19-25, 27-25, 23-25, 25-20, 15-8

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 3, Atanasijevic 21, Podrascanin 9, Ricci 9, Leon 22, Lanza 10, Colaci (libero), Piccinelli, Hoag 3, Galassi, Seif. N.e.: Berger, Della Lunga (libero), Hoogendoorn. All. Bernardi, vice all Fontana.

AZIMUT LEO SHOES MODENA: Christenson 4, Zaytsev 21, Mazzone 10, Holt 12, Tillie 10, Bednorz 10, Rossini (libero), Pierotti, Keemink, Urnaut 6, Kaliberda 3, Pinali. N.e.: Anzani, Benvenuti (libero). All. Velasco, vice all. Cantagalli.

Arbitri: Daniele Rapisarda – Sandro La Micela

LE CIFRE – PERUGIA: 19 b.s., 7 ace, 32% ric. pos., 14% ric. prf., 55% att., 8 muri. MODENA: 23 b.s., 8 ace, 37% ric. pos., 13% ric. prf., 52% att., 8 muri.

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY CONAD PERUGIA