GARA 1 E’ DI GIOIA, “LUPI” COSTRETTI ALLA RESA

Gioiella Gioia del Colle: Kindgard, 8, Prolingheuer 13, Catena 4, Sighinolfi 2, Radziuk 20, Sideri 9, Frigo (libero), Margutti 1, Meringolo, Marchetti (libero), Marcovecchio n.e, Scrollavezza n.e, Usai n.e. All. Passaro

Kemas Lamipel Santa Croce: Acquarone, Snippe 9, Bargi 3, Miselli 9, Lyutskanov 14, Colli 3, Taliani (libero), Baciocco, Crò, Tamburo 2, Grassano 3, Ferraro 1, Ferraro (libero), Andreini n.e. All. Pagliai

Successione set: 25-20 in 25′, 25-19 in 27′, 27-25 in 31′

Battute sbagliate Gioiella: 11, Aces: 4, Muri: 10

Battute sbagliate Kemas Lamipel: 8, Aces: 8, Muri: 6

Gara 1 dei quarti di finale dei Playoff di A2 Credem Banca viene vinta con merito per 3-0 dai padroni di casa della Gioiella Gioia del Colle, bravi a sfruttare la serataccia in fase di attacco di una Kemas Lamipel volitiva ma imprecisa e discontinua. Pagliai ripropone il 6+1 che tanto bene ha fatto contro Cuneo, ma che la serata sia diversa dal solito lo si capisce fin da subito con il solo Miselli a fare la voce grossa in attacco mentre i vari Snippe, Colli, Bargi e Lyutskanov incontrano grosse difficoltà contro la correlazione muro-difesa dei pugliesi. Sotto 8-5 i “Lupi” hanno però la forza e pazienza di riavvicinarsi fino al 16-14, ma poi l’oppostone Prolingheuer, lo schiacciatore Radziuk e soprattutto il palleggiatore Kindgard (6 muri totali per lui nell’incontro) scavano il gap devisivo che porta al 21-16 e al definitivo 25-20. Pagliai che già ha gettato nella mischia Tamburo e Grassano, striglia a dovere i suoi e il secondo set inizia nel segno dell’equilibrio (8-7, 10-9); Lyutsaknov si sveglia dal torpore e fa male dai 9 metri, ma l’attacco santacrocese è ancora latitante e Gioia ne approfitta per scappare avanti (16-11, 21-14), sfruttando la buona verve e un gioco molto accentrato sugli esterni. Nonostante la girandola dei cambi messa in atto dalla panchina conciaria anche il secondo set finisce nella mani dei padroni di casa, bravi ad imporsi 25-19. Nel terzo finalmente si vede una Kemas Lamipel più determinata e decisamente in partita, con Lyutskanov scatenato dal servizio e Snippe che risponde presente: l’equilibrio inziale (8-7) è rotto da Gioia che scappa via, ma i “Lupi” non mollano, accorciano sul 16-14 e passano addirittura a condurre sul 19-21. Radziuk e Kindgard però sono in una grande serata e in attacco e a muro danno alla squadra pugliese la possibilità di tornare avanti sul 24-23 conquistando il primo match point. Le emozioni però non sono finite e con un colpo di coda Acquarone, Miselli e compagni vanno a servire per il set sul 24-25: purtroppo però Gioia gioca al meglio le sue carte e dopo il cambio palla il buon servizio di Kindgard porta i pugliesi al successo per 27-25. Rammarico per la Kemas Lamipel incappata in una serata dalle polveri un po’ bagnate, nonostante una ricezione complessivamente positiva. Anche il servizio è andato abbastanza bene, ma per aver ragione di Gioia del Colle in gara 2 e nell’eventuale gara 3 serviranno maggiore determinazione e aggressività. Appuntamento quindi per lunedì 22, giorno di Pasquetta, con le due squadre che torneranno a sfidarsi al PalaParenti.

Andrea Costanzo – Ufficio stampa

Nella foto dell’ufficio stampa Gioiella un attacco vincente di Radziuk contro il muro santacrocese