La soddisfazione di Paolo Montagnani

Ù

Alla fine la differenza l’ha fatta l’attacco. Il 50% complessivo di positività in questo fondamentale esalta la Fonteviva nel derby di ritorno (Lupi fermi al 40%). Una gara che regala il settimo posto e quindi lo scontro contro i friulani del Prata di Pordenone ai ragazzi di Montagnani. Un dono che fa particolarmente piacere a Paolo Zonca che alla vigilia della sfida aveva avvertito i suoi ex compagni di squadra della sua volontà di iniziare la post season nella sua terra d’origine e che poi ha dato segnali concreti di questo in campo risultando l’MVP di serata con ben 26 punti ed il 56% in attacco, seguito da un ottimo De Santis, 20 punti e 60% offensivo. Insomma, un bel sabato sera che lancia la Fonteviva verso i play off e che vale come un rifornimento importante di energia e fiducia.
“Abbiamo tanti motivi per essere contenti perché abbiamo battuto per la seconda volta Santa Croce – ci ha detto a fine gara coach Paolo Montagnani – Altro motivo è che siamo arrivati davanti in graduatoria proprio ai Lupi, che ad inizio torneo avevano ben altre ambizioni. Soprattutto però abbiamo messo in campo più spessore in campo, in una gara esterna, nei momenti di difficoltà. Quando questa squadra ha uno stato d’animo tranquillo ed accetta serenamente i propri pregi ed i propri difetti è bella da vedere e difficile da battere. Quando non è serena va in difficoltà, come ad esempio è successo a tratti con Santa Croce. I Lupi hanno messo in campo tre stranieri, una rosa profonda, ha trovato risorse per cambiare l’inerzia della gara ed invece noi siamo stati bravi. Un plauso a Jovanovic che non stava bene e che si è alzato dal letto un’ora prima della gara. Bravo e lo ringraziamo perché ci ha messo tanta disponibilità. Non stava bene ed ha giocato lo stesso. E’ uno dei motivi per cui in estate abbiamo pensato a Igor Jovanovic, perché è un duro, è il capitano e, ripeto, è stato bravissimo. Alcune cose oggi le abbiamo risolte bene, con intelligenza, anche se nel primo set non abbiamo gestito con lucidità alcune situazioni che ci hanno poi portato al punto a punto ed alla sconfitta. Bene così comunque. Siamo settimi, primo turno in casa. Forse siamo nella parte più dura del tabellone ma questo conta poco perché ogni gara nei play off sarà una battaglia”.

Il tabellino completo:
KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE – ACQUA FONTEVIVA APUANA LIVORNO 2-3
Kemas Lamipel Santa Croce: Lyutskanov 16, Bargi 11, Ferraro M. 6, Baciocco, Miselli, Colli 10, Crò, Acquarone 2, Pereira da Silva 10, Tamburo 10, Taliani, Grassano 3, Ferraro D., Snippe. All. Alessandro Pagliai.
Acqua Fonteviva Apuana Livorno: Briglia, Loglisci, Grieco, Paoli 5, Miscione 5, Zonca 26, Bacci, Minuti, Wojcik 14, Pochini, Jovanovic 3, De Santis 20, Facchini, Maccarone 2. All. Paolo Montagnani; 2° all. Franchi.
Arbitri: Marco Turtù (Ascoli Piceno) e Matteo Selmi (Modena); addetto Video Check Francesco Elia Guacci.
Parziali: 26-24; 18-25; 25-21; 20-25; 11-15.
Servizi err/punti: Lupi 19/4, Fonteviva 20/4
Muri punto: Lupi 17; Fonteviva 10