Lo studio del calendario? Insieme ai tifosi

Giornata particolare ieri a Bologna per una sessione di studio del planning della prossima stagione. Un anno complicato che come ogni quattro stagioni, nel periodo preolimpico, costringe le partite di Club tra pause per le qualificazioni a cinque cerchi e altri tornei internazionali.

Per la prima volta gli interlocutori nella discussione non erano i dirigenti delle Società ma i capitifosi. I referenti scelti dalle curve della SuperLega Credem Banca sono stati invitati per un pomeriggio di discussione dall’Amministratore Delegato della Lega Pallavolo Serie A, Massimo Righi. Una iniziativa unica nel suo genere, che conferma l’imprinting della Lega verso la totale condivisione.

I rappresentanti di Civitanova, Milano, Modena, Perugia, Ravenna, Verona e Trento si sono trovati per la prima volta davanti al foglio in bianco con le date di Coppa Europea e tutti gli altri impegni internazionali già incasellati, dovendo tentare la migliore combinazione per le date. È stata anche l’occasione per la Lega per misurarsi con opinioni diverse rispetto a quelle dei Club, con la sensibilità di chi ha altre attività lavorative e dedica il proprio tempo libero ad organizzare trasferte in pullman o ad attivare il tifo organizzato.

Spiega Massimo Righi: “Avevamo da tempo in mente questo incontro perché sarebbe più facile calare un planning dall’alto, ma è dalla condivisione che nascono nuovi spunti. Già facciamo da anni questa attività insieme ai Club, ma volevamo capire se altri protagonisti del nostro spettacolo di sport avessero pensieri diversi rispetto a varie soluzioni che abbiamo prospettato. È stata anche l’occasione per spiegare perché a volte si facciano scelte che costano sacrifici ai tifosi: ci sono aspetti che non sempre si riesce a spiegare senza mostrare come sia complessa la costruzione di un calendario. È stata una giornata particolare a conferma che il nostro ambiente è realmente fatto di persone speciali”.