Magica Aurispa. Ribalta Gioia e si guadagna gara 3.

Aurispa Alessano per allungare la serie, Gioia per chiudere la pratica e passare il turno. Sono questi i temi di gara 2 dei palay off A2 Credem Banca. Dopo gara 1 vinta da Gioia al tie break, Tofoli chiede ai suoi di replicare buona parte della gara del PalaCapurso,che ha visto Alessano sugli scudi e mettere in seria difficoltà i più quotati avversari. Anche questa sera i baresi partono con il favore del pronostico, ma Alessano cercherà in ogni modo di rimandare il discorso qualificazione. E l’Alessano riesce nell’impresa che non era riuscita domenica scorsa,sotto di due sete ribalta l’incontro, compiendo per coma erano andati i primi 2 set, qualcosa che si avvicina al miracolo sportivo e si guadagna la possibilità della bella.

Il giorno infrasettimanale e l’orario non agevolano un’affluenza degna dell’importanza della partita, anche se i “Leones” non fanno mancare il loro incessante apporto.

Partenza lanciata della Gioiella. Drobnic è pizzicato spesso in ricezione,il muro ospite fa il resto (4-9). Alessano non si abbatte e nonostante qualche errore di troppo in battuta mette la testa avanti per la prima volta nel match (16-15). I padroni di casa iniziano a commettere errori in serie, Drobnic è l’anello debole in ricezione e Gioia ne approfitta (16-20). I biancorossi gestiscono senza patemi e chiudono per 18-25.

Ancora partenza lanciata degli ospiti. Alessano continua a sbagliare tanto, Gioia fa il compitino e va sul 7-12. Kindgard e compagni accelerano decisamente ed Alessano fa fatica a stare dietro (9-16). I padroni di casa escono letteralmente dal set spianando la strada ad un cinico Gioia che , senza fatica, fa suo il set per 13-25 mettendo più di un piede nel turno successivo.

Alessano con l’acqua alla gola, reazione nervosa che consente un inizio di set più equilibrato (9-7). A Gioia basta accelerare un po’ per mettere in difficoltà i padroni di casa (15-15). Fase cruciale de set e squadre ancora appaiate a 19. L’Aurispa riesce a prendere un break di vantaggio che con bravura e tenacia riesce a tenere fino alla fine chiudendo per 25-23.

Alessano sembra rinfrancata dal set appena vinto e parte subito forte portandosi sul 5-0. I padroni di casa con i soliti errori dilapidano il vantaggio, permettendo a Gioia di rientrare  (12-10). Nuovo colpo di coda dei biancazzurri che,limitando gli errori, si portano sul 21-13. L’Aurispa non dà spazio al tentativo di Gioia di rientrare nel sete chiude per 25-17.

Quinto e decisivo parziale nel segno dell’equilibrio con Gioia che con il minimo scarto va al cambio campo. Mini break interno ed Aurispa avanti 10-8. Alessano non molla di una virgola e chiude per 15-12 rimandando il discorso qualificazione a domenica prossima a Gioia.

 

Aurispa Alessano –  Gioiella Gioia del Colle 3 – 2­ (18-25; 13-25; 25-23; 25-17; 15-12 )

 

 

Aurispa Alessano: Leoni 4; Onwuelo 22; Tomasetti 7; Persoglia 8; Lucarelli 8; Kaio 18;Bruno (L); Cordano n.e.; Russo; Scardia 1; Drobnic 4; Serafino; Umek; Morciano (L) n.e.. All. Tofoli, II° All.: De Carlo.

Ace 4; B.S. 13, Muri 14;  Ric.: pos. 48%, prf. 21 %. Att.50%

Gioiella Gioia del Colle: Kindgard 3; Prolingheuer 21; Radziuk 21; Sideri 9; Sighinolfi 9; Catena 6; Frigo (L); Scrollavezza n.e.; Margutti 1; Usai; Meringolo; Marcovecchio ; Marchetti (L). All.: Passaro; II° All.: Masi

Ace 5; B.S. 12, Muri 14; Ric.: pos. 49%, prf. 23%. Att.47%

 

 

Arbitri: Danilo De Sensi e Maurizio Nicolazzo.

 

Claudio Ciardo

Ufficio Stampa Pallavolo Azzurra Alessano