M&G/A2: Videx sulla giusta via ma non basta

Grottazzolina – Siamo all’ottava giornata di ritorno del girone Blu, e la Videx Grottazzolina incontra Gioia del Colle in una partita per niente scontata, che ci fa ricordare il boccone amaro ingoiato nella scorsa stagione, quando la sconfitta proprio contro Gioia del Colle, valse l’eliminazione dai playoff. Quest’anno il match capita in un periodo in cui la Videx sta registrando una percentuale offensiva di positività relativamente bassa, nonostante i segnali positivi e incoraggianti trapelati dalla trasferta a Bergamo contro la seconda in classifica, partita condotta sul filo del rasoio soprattutto nei primi due parziali. E’ necessaria una Videx più che volitiva per superare questo momento complicato e per riacciuffare qualche traguardo: primo tra tutti quello di riconquistare il quarto posto in classifica. Si riparte dalla sfida di oggi, dunque, confidando in un match sulla scia di quello d’andata, in cui la Videx portò a casa tre punti netti.

In campo – Coach Passaro si affida alla formazione tipo, con Kindgard in regia e Prolingheuer opposto, Sideri e Radziuk laterali, Usai e Sighinolfi al centro e Frigo libero. Coach Ortenzi risponde con la diagonale Marchiani – Calarco, Vecchi in banda in coppia con Centelles, Gaspari e Cubito al centro e Romiti a dirigere le operazioni di seconda linea.

La gara – Il primo set comincia con il gioco al centro protagonista da entrambi le parti e, mentre Calarco strappa un ace in battuta, Gioia del Colle delude con un doppio errore al servizio. La Videx viaggia sul vantaggio di due punti sulla squadra avversaria che si avvale dell’incisività di Sideri e Radziuk per rimontare e portarsi sul 14 pari. Marchiani mostra qualche difficoltà con un doppio tocco in palleggio e un errore al servizio: Gioia del Colle si porta a +2 (15-17) e coach Ortenzi ferma il gioco. Al rientro in campo la Videx sembra dimostrare una maggiore sicurezza ma il muro di Sighinolfi non lascia spazio all’attacco dei padroni di casa e coach Ortenzi si trova di nuovo a chiamare time-out (17-21). Alla ripresa Coach Ortenzi cambia Cubito con Sequeira che mette in difficoltà la squadra avversaria con una palla ficcante al servizio che non basta però a strappare il set: è Radziuk a chiudere il parziale con due attacchi vincenti (21-25).

Anche il secondo parziale inizia in condizione di equilibrio fino al doppio ace di Prolingheuer che porta in vantaggio la squadra ospite. Al terzo ace, questa volta messo in cassa da Sideri, coach Ortenzi ferma il gioco (3-6). La Videx sembra avere qualche difficoltà in ricezione e in difesa, anche su palla facile, e gli avversari ne approfittano mantenendo il vantaggio di 2 punti. Sul 16-19 Gioia del Colle rileva Sideri con Margutti al servizio, lo scambio si prolunga con una serie di difese ma l’invasione di Centelles regala il punto a Gioia del Colle e coach Ortenzi chiama time-out (16-20). Al rientro in campo l’attacco di Calarco e il muro di Cubito fanno recuperare due punti e dopo l’ace di Marchiani (21-23) è Passaro a fermare il gioco. Alla ripresa l’ace di Vecchi strappa un altro punto e porta la Videx sul 23-24. Gli ultimi scambi ci fanno sudare freddo: Centelles ci delizia con una serie di attacchi vincenti, il palazzetto sembra venire giù, ed è proprio lui a chiudere con un pallonetto sul punteggio di 28-26.

Nel terzo set Radziuk dilaga al servizio e sullo 0-2 coach Ortenzi cambia Gaspari, che accusa qualche fastidio fisico, con Romagnoli che battezza la sua prestazione in campo con un ace. La squadra di casa pasticcia in difesa in diverse occasioni e Gioia del Colle si porta in pochi minuti a +5 (3-8). Ma la Videx è così, si corcia le maniche e va avanti: punto su punto e avvalendosi del potente servizio di Vecchi rimonta fino al 11-12 quando, sul muro vincente di Centelles, si accende una disputa con l’arbitro e Kindgard si procura il cartellino giallo. La Videx approfitta del momento di smarrimento della squadra ospite e vola via a +2 (14-12). Da qui in poi è una lotta all’ultima palla con Radziuk che non da’ tregua in attacco e sul 19-21 coach Ortenzi chiama time-out. Al rientro una serie di eventi sfortunati, tra cui il servizio di Vecchi la cui palla si arrampica sulla rete senza scavalcarla, conduce alla prima palla-set (22-24) Gioia del Colle che, nonostante l’ottima prestazione a muro di Cubito e Centelles, si aggiudica il parziale ai vantaggi (24-26).

Il rientro in campo vede le due squadre in una situazione di perfetto equilibrio: palla su palla il punteggio arriva a 10 pari. Entrambe le squadre sbagliano poco fino a quando il libero Frigo riprende una palla impossibile quasi dalle tribune e Centelles sbaglia l’attacco in parallela. Coach Ortenzi spezza il gioco, tentando di dare una schiarita alle idee: al rientro Calarco al servizio e Hiroshi in attacco riportano in vantaggio la Videx (14-13) che però non riesce ad accelerare e, complice qualche errore di troppo, si fa raggiungere e superare fino al punteggio di 17-19 quando Ortenzi chiamando il secondo time-out. Alla ripresa Gioia del Colle tira fuori tutte le carte e approfitta di una serie di mani-out per mantenere il vantaggio. Sul 20-22 Ortenzi cambia Calarco con Sequeira che va in battuta ma la strategia non vince e Gioia del Colle guadagna la prima palla-set a 22-24 e chiude la partita con l’attacco vincente di Radziuk.

E’ una Videx sulla giusta via quella che abbiamo visto oggi ma ancora manca un certo quid per strappare punti importanti ai fini della classifica. Bisognerà lavorare ancora tanto per riuscire a ritrovare il giusto equilibrio e per cercare di mantenere sempre un livello alto, soprattutto nei momenti decisivi.

Le interviste – Coach Ortenzi ai microfoni: “Sapevamo che la partita sarebbe stata difficile anche perché Gioia del Colle viene da un periodo positivo. Noi dobbiamo tenere il livello alto più a lungo: siamo stati troppo fallosi al servizio e dobbiamo trovare il bandolo della matassa e trarre insegnamento da queste sconfitte.”

Il centrale Giulio Romagnoli commenta il suo exploit in partita: “Nel momento della sostituzione sono stato pronto a entrare in partita. Spero di avere sempre maggiore spazio in futuro. A livello di squadra dobbiamo lavorare di più in palestra e con più impegno per raggiungere il nostro obiettivo.”

Il tabellino: M&G Videx Grottazzolina – Gioiella Gioia del Colle 1-3

M&G Videx: Cubito 11, Vecchi 13, Centelles 16, Gaspari 3, Marchiani 1, Romiti (L1) 43% prf 32%, Romagnoli 4, Calarco 22, Pulcini, Sequeira, Minnoni. N.e.: Di Bonaventura,  Vallese (L2). All. Ortenzi, All2. Pison

Gioiella Gioia del Colle: Radziuk 18, Margutti, Sideri 13, Prolingheuer 18, Kindgard 4, Frigo (L1) 59% prf 29%, Catena, Usai 5, Sighinolfi 9. N.e.: Marcovecchio, Scrollavezza, Meringolo, Marchetti. All. Passaro, All2. Masi

Arbitri: Merli – Marotta

Parziali: 21-25 (23’), 28-26 (31’), 24-26 (31’), 22-25 (28’).

Note: Videx: errori in battuta 22, ace 8, muri vincenti 10, ricezione 46% (30% perf.), attacco 51%. Gioia del Colle: errori in battuta 17, ace 5, muri vincenti 12, ricezione 53% (33% perf.), attacco 55%

S.P.