Natale Monopoli: “Volevamo vincere i Play Off, ma resta una grande annata”

La riclassificazione della Serie A con tanto di biglietto forzato verso la neonata A3 Credem Banca è un boccone amaro da digerire per il Volley Potentino. Lo è in particolare per il capitano Natale Monopoli, che negli ultimi due anni ha dato anima e corpo per la crescita dei giovani talenti biancazzurri e che ha visto la GoldenPlast Potenza Picena sfiorare sempre grandi traguardi in Regular Season per poi fermarsi a pochi centimetri dalla gloria. Quello che è accaduto anche in questa stagione, quando l’accesso ai Play Off Promozione Credem Banca è sfumato alla penultima giornata con i biancazzurri non al completo già da alcuni turni ma decisi a valorizzare i propri emergenti. Approdati al Play Off A2 Credem Banca da sesti in classifica, gli uomini di Gianni Rosichini hanno dimostrato le proprie capacità eliminando Taviano e vincendo in due sole gare il derby con Grottazzolina, ma alla resa dei conti con la Kemas Lamipel S. Croce per la permanenza nella categoria a banchettare in due partite sono stati i “Lupi” toscani, rinforzati dall’innesto di Lyutskanov.

Ora il possibile scenario vede una Serie A3 Credem Banca a 24 squadre divise in due gironi. A comporre la categoria sarebbero le due compagini retrocesse in Regular Season, le 14 riclassificate dai Play Off A2 e 8 in arrivo dalla Serie B.

Palleggiatore Natale Monopoli: “Ero preoccupato quando Santa Croce ha battuto Gioia nei Quarti perché sapevo che tutto sarebbe stato più difficile. Non parlo di valori tecnici, in quanto rispetto il team pugliese, quinto nel Girone Blu, ma avendo già battuto i “Lupi” due volte nel Girone Bianco avevamo tanta pressione. I toscani, al contrario, col nuovo assetto, Snippe riabilitato in veste di opposto e l’arrivo dello straniero, hanno potuto affrontare gli spareggi con maggior leggerezza e zero pressioni. Tra l’atro, alla vigilia del torneo, la Kemas Lamipel era una delle favorite del nostro gruppo e ha voluto riscattare la stagione altalenante. Noi abbiamo disputato le due partite più brutte dell’anno in questa serie e sono dispiaciuto, soprattutto per Gara1 in casa, ma tutti volevamo vincere e anche se il risultato finale ci delude non possiamo dimenticare di aver disputato una grande annata dominando il girone di ritorno fino alla girandola di infortuni delle ultime giornate. La crescita dei giovani è stata importante grazie al tecnico Gianni Rosichini e, vista la presenza di numerosi esordienti nel roster, i nostri risultati per me valgono doppio. Per il salto di qualità definitivo è mancata un po’ di esperienza nel complesso, ma il progetto del Volley Potentino, con l’aiuto di noi senatori, è finalizzato a mettere baby talenti di fronte a situazioni complicate per farsi una corazza”.

I giovani talenti di oggi sono i campioni di domani, tanto in A2 quanto in A3.

 

(In foto Natale Monopoli in azione – Scatto di Fabiano Rossi)

Ufficio Stampa Volley Potentino – Michele Campagnoli

349 2885993 – micampa@gmail.com