Nuovi arrivi in famiglia!

L’Atlantide Pallavolo continua a crescere: presentata oggi presso Carnevali Store la partnership con l’azienda leader nel settore dell’abbigliamento e la nuova figura di Responsabile Pubbliche Relazioni Sportive, incarico che sarà ricoperto da Marco Molteni, colonna bresciana del volley nazionale
Brescia – Nella mattinata di mercoledì l’Atlantide Pallavolo Brescia, fresca di conferma in serie A2 e di conquista dei Play Off promozione, ha presentato presso il Carnevali Store di via Cefalonia la nuova collaborazione con il marchio cittadino dell’abbigliamento che già ha vestito tutto lo staff tecnico bresciano. Per la prossima stagione la partnership sarà potenziata. Soddisfatta della collaborazione Lulù Huang che da pochi mesi con la propria famiglia ha investito in un’azienda storica dell’imprenditoria bresciana come Carnevali: “Siamo molto soddisfatti di questa partnership che ci accosta alla squadra di pallavolo della città. La mia famiglia è all’inizio di una nuova grande avventura di rilancio di un marchio storico come Carnevali e apprezza la grinta e la voglia di fare dell’Atlantide Pallavolo Brescia. Abbiamo davanti un anno di investimenti su nuovi marchi e su eventi che arricchiranno l’offerta di Carnevali. Vogliamo essere un’azienda vincente e i questo siamo molto vicini alla società della famiglia Zambonardi.”
L’altra grande novità resa oggi pubblica riguarda Marco Molteni, che affiancherà la dirigenza e il management della società rivestendo il ruolo di Responsabile Pubbliche Relazioni Sportive dalla prossima stagione: la sua esperienza sportiva, la sua brillante carriera di pallavolista di serie A, la sua conoscenza del mondo pallavolistico fatto di allenatori, giocatori, procuratori, dirigenti, sponsor saranno al servizio dell’Atlantide Pallavolo Brescia.
La carriera di Marco Molteni, bresciano del 1976, inizia nel1993 nella Gabeca Montichiari, maglia con la quale giocherà 9 dei 20 anni passati a calcare i campi italiani da professionista.Ha vestito i colori di nove diversi Club, tra i quali Padova, Latina, Roma, Forlì e da ultimo Modena, dove a dicembre del 2012 decide di lasciare la carriera sportiva per dedicarsi all’attività imprenditoriale di famiglia, nel campo del software gestionale che ancora oggi è il suo mondo. Ha realizzato più di 3600 punti e vinto una Coppa CEV 2007-08.
“Ho lasciato sapendo bene che avrei rimpianto il volley giocato – attacca lo schiacciatore bresciano – Il mondo dello sport per me ha sempre rappresentato la dimensione ideale perché si accompagna a valori e principi che nella vita reale difficilmente ritrovi. In squadra ci sono regole precise da rispettare e se lo fai, giocando con lealtà sia nel tuo campo che nei confronti dell’avversario, l’impegno viene ripagato sempre. Vince alla fine chi è più bravo o chi ne ha di più. Nel mondo del lavoro che affronto oggi, quasi nulla funziona in modo così limpido. Dopo avere smesso di giocare non ho rivestito alcun ruolo nella pallavolo, ma se c’è un ambito sportivo nel quale credo di potermi spendere al meglio in prima persona, è proprio quello del volley. E’ quello che conosco meglio e per il quale ho del valore aggiunto da portare in Atlantide”.
“Conosco Roberto Zambonardi e il grande lavoro che ha fatto negli anni per costruire una realtà che anche quest’anno ha fatto un gran campionato – continua Molteni – Sono a sua completa disposizione, in qualsiasi ambito necessiti di supporto. Il fatto di avere sia una lunga esperienza come sportivo sia quella consolidata di responsabile commerciale dell’azienda in cui lavoro, forse mi dà una visione più ampia che credo possa servire ora per far crescere la società, per farle mettere radici in un tessuto imprenditoriale ancora più ampio”.
Prima della ripresa del campionato domenica a Livorno, la squadra domani parteciperà in Comune a Brescia alla presentazione del Corso di Fotografia Face Off di Autismart di cui Atlantide fa parte.