Petric: “Ho scelto Powervolley Milano per il suo progetto”

Le prime parole dello schiacciatore serbo: “Vogliamo far emozionare i tifosi nel nuovo PalaLido”

MILANO – Sguardo determinato ma sorriso rassicurante: il ritratto di Nemanja Petric va oltre i 205 cm di pura classe e potenza del gigante buono. Il nuovo arrivo in casa Powervolley Milano ha l’esperienza dello schiacciatore serbo che è pronto a tornare ad essere una freccia importante nel campionato italiano con la maglia milanese.

«Sono molto contento di essere a Milano – commenta, felice, Nema. – Sono fiducioso e molto carico per quello che ci aspetta e sono contento del progetto che Milano mi ha proposto e che ho accettato. Spero che insieme possiamo toglierci delle importanti soddisfazioni». Il suo curriculum con il suo palmares è il suo biglietto da visita: quello che la società del presidente Lucio Fusaro cercava e che ha trovato nelle qualità, sportive ed umana, di Nemanja Petric. «Ora sono un giocatore più esperto con qualche anno di esperienzasorride Petric – e metterò a disposizione tutte le mie qualità. Ringrazio la società per aver visto in me queste caratteristiche e darò tutto quello che posso per il bene dei miei compagni e della squadra. Faremo delle cose belle insieme: Milano è già sulla buona strada e continueremo così». Ad aprire anche la strada del suo arrivo in Lombardia c’è lo zampino di Matteo Piano, capitano della Powervolley e grande amico, nonché ex compagno, di Petric. «Matteo è più di un compagno: siamo amici da tanto tempo, ci sentiamo spesso ed è stato il primo che mi ha parlato bene di Milano. Lui è una personale solare e fantastica, un vero capitano e sono molto felice di tornare a lavorare insieme a lui».

Il ritorno in Italia avviene, per Petric, dopo due anni all’estero. Prima la Turchia e poi la Russia: il suo recente passato apre ore le porte al suo immediato futuro che è quella Milano che, a sua volta, aprire presto le porte del nuovo PalaLido, casa della pallavolo in città. «L’Italia è certamente il campionato più bello del mondo: tutti seguono quello che succede in Superlega e mi fa piacere tornare a far parte di questa storia. Ci sono e ci saranno tante aspettative su Milano e sul PalaLido. Lo stiamo aspettando tutti: sarà bello giocarci ma siamo noi giocatori che dovremmo essere bravi a regalare emozioni in questo nuovo palazzetto ai nostri tifosi».

VIDEO PETRIC