Preparazione, conclusa la prima settimana di lavoro. Lunedì pomeriggio via alla seconda

Trento, 24 agosto 2019

Si è conclusa nella mattinata odierna, al termine di un allenamento mattutino di tecnica individuale alla BLM Group Arena, la prima settimana di preparazione di Trentino Volley per la stagione 2019/20. I cinque giorni di attività hanno visto i sei giocatori a disposizione sostenere un totale di otto sedute, equamente divise fra potenziamento fisico e lavoro tecnico.
Vettori e compagni godranno ora di due giorni di riposo; la ripresa è fissata infatti per il tardo pomeriggio di lunedì in sala pesi alla BLM Group Arena di Trento, momento in cui si unirà al gruppo anche Mitar Djuric. Nel prossimo periodo aumenteranno i carichi di lavoro ma non il numero di atleti a disposizione dello staff tecnico (sempre sei).

Preparazione, subito al lavoro con il nuovo pallone. Le prime impressioni dei gialloblù

Fra gli elementi di novità di questi primi giorni di preparazione di Trentino Volley, ce ne uno è che risalta agli occhi indiscutibilmente più di tutti: il cambio pallone.
A partire dalla prima giornata di regular season SuperLega Credem Banca 2019/20, il modello Mikasa “MVA200” utilizzato nelle ultime sette stagioni andrà infatti definitivamente in pensione, lasciando spazio al “V200W”, che differisce sia nel disegno grafico sia nel tipo di copertura, mantenendo invece invariata la tonalità gialloblù. L’Itas Trentino lo sta utilizzando già dalla prima seduta tecnico-tattica della stagione 2019/20.
“Il primo contatto non mi ha fatto apprezzare variazioni particolarmente significative, ma mi riservo di dare un giudizio più preciso fra qualche settimana: voglio averlo fra le mani per un po’” ha spiegato il Capitano Simone Giannelli“Mi è subito sembrato leggermente più piccolo rispetto a quello precedentemente utilizzato, ma le differenze finiscono qui perché poi per il palleggio ha caratteristiche molto simili” gli fa eco Nicola Daldello.
Chi lo ha testato nel fondamentale di ricezione, come il libero Carlo De Angelis, ha invece trovato più elementi di rottura col recente passato. “Il V200W flotta meno e quindi all’apparenza sembra più controllabile con il bagher nella sua traiettoria, mentre in difesa appare più pesante”.
“Secondo me le differenze sono minime al di là dell’effetto visivo – ribadisce invece Luca Vettori – ; dà l’idea di essere di dimensioni leggermente inferiori, ma sino ad ora l’unica differenza che ho trovato è nella gestione del lancio della palla per il servizio. Si fa un po’ più fatica a controllarlo; sono però convinto che col passare del tempo la confidenza diventi sempre maggiore. Dopo un paio di allenamenti mi sono già abituato al nuovo modello”.
Il Mikasa MVA200W verrà utilizzato anche in 2020 CEV Champions League, presentandosi però con una colorazione ancora diversa (giallo e verde).

Trentino Volley Srl
Ufficio Stampa