Rossazzurri sconfitti al PalaCatania da Pool Libertas Cantù

Gli infortuni continuano a pesare sulle spalle di Elios Messaggerie Catania che stasera, in una versione nuovamente rimaneggiata, per uno stiramento dell’opposto Cesare Gradi, non è riuscita a contrastare la verve di Pool Libertas Cantù, arrivata in Sicilia con un unico scopo: vincere. E così i lombardi, nella quarta giornata di ritorno del Campionato di Serie A2 Credem Banca 18/19, sono riusciti a mettere a segno un pesantissimo 3-1, che fa scivolare i rossazzurri fino al sesto posto della classifica del Girone blu, quando la prossima partita in programma è contro la capolista Olimpia Bergamo.
In questa Elios Messaggerie Catania, ancora una volta reinventata, Francesco Corrado, quello che nelle mani di Mauro Puleo è diventato un vero e proprio jolly, è entrato nel ruolo di opposto, Juan Ignacio Finoli in regia, con Filippo Porcello e Federico Reina al centro, al posto quattro Stefano Chillemi con l’alfiere Dusan Bonacic, Francesco Pricoco nel ruolo di libero. Questa la formazione che è entrata in campo al momento del fischio d’inizio, ma nonostante i continui rimaneggiamenti e le carte in tasca rimescolate i rossazzurri hanno giocato una partita a due velocità, completamente sottotono i primi due set, da leoni gli ultimi due. Ma non è stato abbastanza però per portare a casa anche un solo punto. Per il presidente Natale Aiello l’esito della prova ha un solo responsabile: “A questo punto della stagione gli infortuni stanno pesando moltissimo, costringendo mister Puleo ad una rimodulazione continua della squadra, forse proprio questo ha impaurito la squadra che nei primi due set ha subito l’azione di Cantù venuta qui per vincere e giocare il tutto per tutto per il quarto posto in classifica”. Ma Catania ha anche dimostrato di essere una squadra che non molla, dando spettacolo nelle ultime due frazioni di gioco, così il presidente non ha dubbi: “Alla fine ci hanno messo il cuore, abbiamo rivisto quella squadra che conosciamo bene e che non molla, nel bene e nel male. Questo ci fa ben sperare per la partita contro Bergamo. Non si tratta di disparità tecnica con le altre squadre, ma mentale, bisogna riacquistare la sicurezza dei propri mezzi”. Per favorire al meglio l’impegno rappresentato dalla partecipazione al Campionato di Serie A2 Credem Banca, da oggi e fino a nuova comunicazione Elios Messaggerie Catania, rispetterà il silenzio stampa.

La Partita

Il primo set parte bene per Elios Messaggerie, con un punto di difesa del libero Pricoco. Si procede punto a punto fino a 9 pari, poi Cantù approfitta dell’incertezza rossazzurra e comincia la sua corsa. Con un ace di Preti la distanza è massima (10-15) . Si recupera con un Bonacic aggressivo prima e con un pallonetto d’astuzia poi (19-21), ma il set è dei lombardi (21-25).

Il secondo set è una disfatta per i rossazzurri, nonostante l’esordio sia ottimo con un primo tempo di Porcello (1-0). I giocatori di Cantù sono una furia in campo e puntano dritti alla meta, l’ultimo punto rossazzurro è quello di Nicolas Toselli che schiaccia e mette a terra (14-23).

Il terzo set è quello più nervoso. Cantù parte in vantaggio, ma è capitan Finoli a muro che riporta il discorso sulla parità e riaccende squadra e PalaCatania (8-8). In campo si vede la Elios Messaggerie che piace al pubblico. Corrado con una schiacciata doppia il vantaggio (10-8), con un ace di Sergio Petrone il vantaggio diventa una corsa verso la chiusura del set (20-13). Una pipe di Bonacic rileva il set point (24-14) ed è Porcello a chiudere a muro (25-14).

Il quarto set parte sulla scia del precedente. Un cattivissimo Stefano Chillemi nette a terra il punto del (5-5) e la parità è il leitmotiv di tutto il set. Fino a quando Cantù non inizia a spingere (16-20). Finoli chiama a raccolta tutta l’energia dei suoi e nel suo turno di battuta scompiglia la difesa avversaria rimettendosi in scia con un ace (19-21). Con un ace di Corrado la sicurezza che Catania è ancora viva è una certezza (22-24), ma non basta e Cantù porta a casa la vittoria.

Elios Messaggerie Catania – Pool Libertas Cantù 1-3 (21-25, 14-25, 25-14, 23-25)

Elios Messaggerie Catania: Finoli 8, Bonacic 15, Reina 5, Corrado 11, Chillemi 9, Porcello 7, Petrone 1, Pricoco (L), De Costa (L). N.E. Gradi, Cuti, Nicosia. All. Puleo.
Pool Libertas Cantù: Baratti 1, Cominetti 12, Monguzzi 11, Santangelo 14, Preti 23, Robbiati 6, Rudi (L), Butti (L), Alberini 0. N.E. Suraci, Frattini, Danielli, Pellegrinelli, Gasparini. All. Cominetti.

ARBITRI: De Sensi Danilo, Scarfò.

NOTE – durata set: 30′, 22′, 27′, 32′; tot: 111′.

Mariangela Di Stefano
Ufficio Stampa Elios Messaggerie Catania

Ph Mimmo Lazzarino