Trento rispetta il pronostico contro una Bcc in emergenza.

Netta vittoria dei Campioni del Mondo contro una Bcc volenterosa ma in evidente gap tecnico

Itas Trentino – Bcc Castellana Grotte 3-0 (25-18, 25-17, 25-20)
 
Itas Trentino: Giannelli 1, Kovacevic 16, Lisinac 3, Vettori 13,  8, Candellaro 7, Grebennikov (L) , Daldello 0, Codarin 5, Cavuto 0, Nelli 2. N.E. De Angelis (L), Van Garderen. All. Lorenzetti.
Batt. sb.9, ace 9,  ric.pos. 65%, ric. prf. 27%, attacco  52%, muri 7, errori 7.
Bcc Castellana Grotte: Falaschi 2, Wlodarczyk 7, De Togni 3, , Mirzajanpourmouziraji 6, Scopelliti 5, Zingel 15, Cavaccini (L), Quartarone 0, Pace 0,  Studzinski Rodrigues 1, Kruzhkov 0. N.E. Agrusti. All. Di Pinto.
Batt. sb. 4, ace 0,  ric.pos. 64%, ric. prf. 23%, attacco  41%, muri 6, errori 18.
Arbitri: Brancati e Santi di Città di Castello (Perugia)
DURATA SET: 25’, 27’, 27’; tot 1h e 19’.
NOTE: 2.761 spettatori, Mvp Kovacevic.  
Se già a ranghi completi la partita della New Mater  contro i Campioni del Mondo  poteva affermarsi a pronostico chiuso , l’handicap causato dalla fuga di Renan Buiatti in settimana , di certo non ha aiutato i pugliesi a scendere in campo con un minimo di sicurezza e tranquillità. Con Zingel schierato nell’inedito ruolo di opposto la Bcc ce l’ha messa tutta ed ha comunque giocato una partita dignitosa con un buon approccio in avvio di tutti e tre i set salvo poi subire inevitabilmente la grande caratura tecnica ed efficacia del gioco trentino che dalla metà di tutti i parziali ha cambiato marcia andandosi a prendere una vittoria da tre punti che tiene agganciati gli uomini del Presidente Mosna alla vetta della classifica.
Nonostante le evidenti difficoltà la Bcc , come detto,  ha fatto il massimo che la sua attuale situazione gli ha permesso  mostrando in alcuni tratti del match anche alcuni spunti di gioco divertenti con un Aidan Zingel, cui la Itas ha consegnato una targa ricordo per la scorsa annata in maglia bianca, che non ha certo sfigurato anche da posto due , risultando in assoluto il migliore dei suoi (15 punti).
Trento che ha dominato in attacco ma anche in battuta (9 ace a 0) con un Kovacevic ritrovato (Mvp) ma anche con Vettori e Russell positivi ben orchestrati  da Giannelli e con il solito Grebennikov assoluta padrone della seconda linea, si lancia quindi verso il weekend di Coppa Italia con grande fiducia e la consapevolezza di essere fra le candidate a sollevare il Trofeo.  
Per Castellana una settimana di riposo che servirà intanto a capire a come integrare la rosa e poi a preparare al meglio un’altra sfida particolarmente difficile alla ripresa contro Perugia.
 
LA PARTITA
   
Di Pinto costretto a rimescolare le carte dopo l’addio di Renan , sceglie Zingel nel ruolo di opposto con Scopelliti e De Togni centrali. L’australiano ex della partita comincia subito a dimettendo 4 attacchi su quattro conditi da un muro , punti che tengono la Bcc in perfetta parità contro i Campioni del Mondo, 9-9. Trento allunga a cavallo di metà parziale sfruttando la battuta float di Candellaro prima e poi quella al salto di Kovacevic, 18-14. Ancora dalla battuta , di Russell questa volta  , mette i padroni di casa sulla via giusta per chiudere il parziale con relativa tranquillità, 25-18, dopo un avvio piuttosto equilibrato in cui la Bcc aveva tenuto bene il campo.
Secondo e terzo set che scorrono quasi in fotocopia con la squadra castellanese che prova con tutte le proprie forze a controbattere le azioni avversarie e nella prima parte di set senza poi riuscire a contenere il gioco fluido e veloce degli uomini di Lorenzetti che sospinti dalla battuta e da un redivivo Kovacevic sprintano in maniera vincente da metà parziali in poi andando a prendersi agevolemente i tre punti danddo anche la possibilità a Lorenzetti di provare in campo alcuni dei suoi giovani  come Codarin autore di 5 punti con due muri ed un ace.

Le dichiarazioni

Uros Kovacevic (Itas Trentino): “Siamo contenti perché abbiamo ottenuto il risultato che volevamo, cosa che ci permette di guardare ora alla Final Four di Coppa Italia con il secondo posto in classifica ma anche con alle spalle una buona prestazione. Sono riuscito ad esprimermi bene ed era importante farlo ritrovando il giusto feeling con la squadra ed il campo”.

Aidan Zingel (BCC Castellana Grotte): “Nonostante un assetto diverso dal solito, che mi vedeva giocare nel ruolo di opposto, abbiamo tenuto il ritmo degli avversari per buona parte di ogni set, poi il servizio di Trento ha sempre fatto la differenza. E’ stato emozionante tornare da ex alla BLM Group Arena, gli applausi del pubblico trentino mi hanno fatto capire che ho lasciato un bel ricordo”.

Pier Paolo Lorizio
Resp. Ufficio Stampa