Lega Pallavolo Serie A, Via Giuseppe Rivani, 6 - 40138 Bologna - Tel +39 051 4195660 - Fax +39 051 4195619 - Partita Iva 03747920373 - email: info@legavolley.it
 
 
 
Legavolley  LPR Piacenza  Sfiorato il colpaccio a Ravenna: per la LPR Volley arriva solo un punto
  Stampa

  Mercoledí 10 Febbraio 2016 - 23:40  
Sfiorato il colpaccio a Ravenna: per la LPR Volley arriva solo un punto 
Piacenza in vantaggio per due volte non riesce a portare a casa i tre punti; Ravenna non molla e porta la partita al tie break dove si impone grazie anche a Torres.
LPR Piacenza: 
CMC ROMAGNA – LPR VOLLEY PIACENZA 3-2 (16-25; 25-22; 16-25; 25-19; 15-12)

 

Cmc Romagna: Mengozzi 3, Ricci 12, Cavanna 2, Van Garderen 16, Polo 2, Koumentakis 11, Goi, Torres 26, Boswinkel,, Bari (L), Perini 1. N.E. Zappoli, Della Lunga. All. Kantor

Lpr Volley Piacenza: Coscione 2, Kohut 8, Ter Horst 6, Perrin 15, Papi 10, Patriarca 12, Lampariello (L), Zlatanov, Luburic 8, Tencati 11, Tavares 2. N.E. Sedlacek, Cottarelli.

All. Giuliani

 

NOTE

Arbitri Sampaolo-Vagni

MVP: Torres

 

CMC ROMAGNA

Battuta

Errori 15

Ace 5

 

Ricezione

Perfetta 23%

Positiva 61%

 

Attacco 44%

Muri 13

 

LPR VOLLEY PIACENZA

Battuta

Errori 10

Ace 8

 

Ricezione

Perfetta 28%

Positiva 64%

 

Attacco 46%

Muri 15

 

Ravenna – Al Pala De Andrè la Cmc Romagna a fatica si impone sulla LPR Volley Piacenza che gioca una buona pallavolo ma non riesce a portare a casa i tre punti. I romagnoli sorpassano Padova in classifica assicurandosi l’ottavo posto insieme a Monza, Piacenza invece rimane fanalino di coda a quota 7.  Torres viene eletto dai giornalisti Mvp della serata con 26 punti, buona anche la prova dell’olandese Van Garderen con 16 punti. Tra le fila dei biancorossi chiudono in doppia cifra i centrali Tencati (11) e Patriarca (12), doppia cifra anche per Papi (10) e Perrin con 15 punti messi a terra.  

Kantor schiera Cavanna al palleggio, Torres opposto, Mengozzi e Ricci al centro, Koumentakis e Van Garderen e Bari libero. Giuliani risponde confermando la diagonale formata da Coscione e Kohut, Patriarca e Tencati centrali, Papi e Perrin di banda e Lampariello libero.

 

Nel primo parziale la LPR Piacenza gioca una buona pallavolo concedendo poco agli avversari, trascinata anche dall’eterno Papi. Ravenna fatica e compie diversi errori. Al primo time out tecnico i biancorossi sono avanti 10-12; il vantaggio aumenta Papi, Patriarca e i muro piacentino portano gli ospiti a +5 (14-19). Un errore in battuta della CMC Romagna chiude il set in favore della LPR Volley (16-25).

Il secondo parziale vede le due formazioni impegnate in sorpassi e controsorpassi: avanti Piacenza nelle prime battute (3-4), ma un errore in battuta proprio dei biancorossi consente ai padroni di casa di passare in vantaggio (6-5). Ravenna prova a scappare con l’ace di Koumnentakis (15-13) Tencati e Perrin portano Piacenza di nuovo in parità (17-17) ma è Ricardo con un muro sull’attacco di Papi a chiudere il set per Ravenna (25-22).

Piacenza non parte bene nel terzo parziale con Ravenna che cerca di scappare via: Giuliani corre ai ripari mandando in campo Ter Horst che porta i biancorossi di nuovo in parità (4-4). Al time out tecnico la LPR va in vantaggi complice un errore in attacco dei romagnoli (10-12); un attacco di Ter Horst e un ace di Papi portano i biancorossi sul +5 (11-16). Luburic mette a terra un pallone dietro l’altro (16-24) e Tavares chiude con un ace (16-25).

Giuliani conferma il sestetto che ha chiuso il terzo set: dopo i primi scambi i romagnoli provano l’allungano e vanno al time out tecnico sul +3 (12-9). Giuliani manda in campo di nuovo Coscione e Kohut ma Ravenna non si ferma: aumenta il vantaggio complice un errore in attacco di Perrin (20-15) e con un primo tempo di Ricci si porta a casa il parziale (25-19).

L’ultimo set vede le squadre combattere punto su punt: Piacenza si porta sul +2 (5-7) sfruttando un errore di Koumentakis ma Ravenna con Ricci riporta il punteggio in parità (7-7). Piacenza soffre la battuta di Torres e non riesce a reagire, Van Garderen mette il sigillo alla partita (15-12)

 

Chiamate Video Check

 

1° SET

14-18 (attacco out Torres). Video Check richiesto dalla CMC per verifica invasione a muro. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla LPR (14-19).

16-22 (attacco Van Garderen). Video Check richiesto dalla LPR per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato alla LPR (16-23).

17-24 (battuta out Cavann). Video check richiesto dalla CMC per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla LPR (17-25).

2° SET

3-4 (attacco out Papi). Video Check richiesto dalla LPR per verifica invasione a muro. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla CMC (4-4)

16-14 (muro out su Torres). Video Check richiesto dalla LPR per verifica in/out a muro. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato alla LPR (16-15)

23-22 (muro di Perini). Video Check richiesto dalla LPR per verifica invasione a muro. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla CMC (24-22)

3° SET

0-0 (attacco out Torres). Video Check richiesto dalla CMC per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato alla CMC (1-0).

9-9 (attacco out Koumentakis). Video Check richiesto dalla CMC per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla LPR (9-10).

Fabio Ricci (CMC Romagna): “E’ stata una settimana difficile e sapevamo che avremmo faticato a esprimerci al meglio. Praticamente non ci siamo mai allenati tutti assieme e oggi è stata dura. Sono contento, però, perché non abbiamo mollato, anche dopo aver subito parziali pesanti nel primo e nel terzo set. Da domani lavoreremo sugli errori. Stasera ci godiamo questi 2 punti”.

Manuel Coscione (LPR Piacenza): “Ci è mancato qualcosa per chiudere la gara, ma non è una novità. Abbiamo preso un punto anche se per me potevo portare a casa l’intera posta. Abbiamo fatto qualche passo avanti e ripartiamo da qui. La formazione con tre centrali l’abbiamo sperimentata già la scorsa settimana. Cerchiamo di trovare soluzioni ai nostri limiti”.

Italian Time: 9:41 - 29 Mag 2016
© 2008 Lega Pallavolo Serie A