Lega Pallavolo Serie A, Via Giuseppe Rivani, 6 - 40138 Bologna - Tel +39 051 4195660 - Fax +39 051 4195619 - Partita Iva 03747920373 - email: info@legavolley.it
 
 
 
Legavolley  CMC Romagna  Dopo due ore e mezza di battaglia la spunta Padova
  Stampa

  Domenica 21 Febbraio 2016 - 21:21  
Dopo due ore e mezza di battaglia la spunta Padova 
Partita tiratissima al PalaCredito di Forlì, coi patavini che si portano 2-0 avanti e poi si fanno riprendere 2-2. I romagnoli conducono il tie break 8-4 al cambio di campo ma non riescono a mantenere il vantaggio fino alla fine, subendo la decisiva rimonta ospite. La CMC resta comunque in corsa per i play off.
CMC Romagna: 
Spettacolo non adatto ai deboli di cuore quello andato in scena al Pala Credito di Forlì nel pomeriggio di oggi. Dopo due ore e mezza abbondanti di gioco, la Tonazzo ha avuto la meglio sulla CMC. Dopo essersi portati in vantaggio due set a zero, i patavini si sono fatti riprendere dai romagnoli che hanno conquistato i successivi terzo e quarto parziale. Nel tie break avanti 8-4 i padroni di casa hanno subito la rimonta e il sorpasso decisivo ospite. Da sottolineare che tutti i set sono finiti ai vantaggi, in una gara nervosa e con diversi errori per parte, ma con tantissime difese e spettacolo, non a caso l’MVP della serata è risultato essere Balaso, il libero della Tonazzo. Le due squadre si sono presentate ai nastri di partenza di questa sfida con qualche defezione in posto 4: i romagnoli ancora senza Zappoli e con Della Lunga in fase di recupero ma non ancora al top, mentre tra i patavini è Berger ad aver alzato bandiera bianca alla vigilia, per un attacco febbrile. Durante la gara da segnalare l’infortunio a Volpato, centrale della Tonazzo, ricaduto da muro sul piede del compagno Cook. Per la CMC l’ennesimo tie break consecutivo, il quinto dopo Perugia, Trento, Piacenza e Latina. Un altro punto preso che permette ai romagnoli di restare in corsa, anche se al momento al decimo posto di una classifica cortissima nella zona “calda”. Tra gli ospiti, ottima prestazione di Averill (17 punti col 74% in attacco e tre muri), mentre l'opposto romagnolo Torres è venuto fuori alla distanza, dopo due set opachi, 25 punti e 39% in attacco per lui.


1° set.
I sestetti: Orduna-Giannotti, Cook-Quiroga, Volpato-Averill, Balaso libero per la Tonazzo; Cavanna-Torres, Van Garderen-Koumentakis, Mengozzi-Ricci, Bari/Goi nel ruolo di libero per la CMC. Il primo squillo è patavino grazie all’ace di Orduna piazzato nella zona di conflitto tra i due schiacciatori della CMC (7-5), ma il muro di Torres su Quiroga riporta il set in parità (10-10). Il muro di Ricci su Cook sigla la nuova parità a quota 15. Torres spara out l’attacco del 18-19 e la Tonazzo torna a condurre, Van Garderen si fa murare da Quiroga (18-20), ma subito dopo si fa perdonare con una parallela millimetrica (19-20). Come in una gara di scacchi, Baldovin inserisce Bassanello per la ricezione e Diamantini per il muro, mentre Kantor getta nella mischia Perini per il servizio e Polo per il muro, e proprio il servizio del registra brasiliano propizia prima il muro Koumentakis su Giannotti (22-22), e subito dopo quello di Polo su Cook (23-22). Ancora il Koumentakis mette a terra il 24-22 dopo una bella azione difensiva dei romagnoli, ma Padova è viva: Averill annulla il primo set ball e Cook a muro su Van Garderen impatta sul 24-24, e due muri su Koumentakis danno il set alla Tonazzo col punteggio di 24-26.

2° set. Sestetti invariati per entrambe le compagini. Il primo allungo è ancora di Padova che grazie al turno al servizio di Cook si porta avanti di tre lunghezze (7-10), ma Koumentakis dai 9 metri riduce lo strappo (9-10). Mengozzi intercetta l’attacco di Volpato e la CMC arriva prima al time out tecnico (12-11), pur facendo tanta fatica in fase realizzativa (Torres 2 punti nel primo set, 12%). La parallela di Cook riporta avanti i patavini (15-16), e sul 18-20 Kantor ferma il gioco per parlare coi suoi. Il muro di Orduna su Van Garderen vale il +3, quello di Volpato su Torres il +4. E’ lo stesso Torres a rimettere in moto la CMC con un attacco e un servizio vincente, e Baldovin chiama time out (20-22), dopo il time out ancora Torres fa l’ace del -1 ma Giannotti ferma la serie vincente dell’opposto romagnolo. Mengozzi annulla il primo set ball patavino con un primo tempo, ma Cook buca il muro di Polo e Ricci portando i suoi avanti 2-0 (23-25).

3° set. Stessi sestetti sia per la CMC che per la Tonazzo. Per i romagnoli, sotto 2-0, è l’ultima chiamata, ma l’inizio promette bene: capitan Mengozzi è autore di un super turno al servizio e la CMC scappa 12-8. La Tonazzo però si rifà sotto e Kantor è costretto a chiamare time out (15-13). Sul 15-14 Della Lunga rileva Koumentakis in seconda linea, e sul 17-14 Volpato ricade da muro sul piede di Cook ed è costretto a uscire dal campo, al suo posto Diamantini. Torres è ancora insidioso dai 9 metri e la CMC torna a +4 (18-14), quando Baldovin ferma il gioco. L’ace di Van Garderen vale il 20-15, e il 21° punto lo fa Della Lunga con un tap in dopo il servizio dell’olandese della CMC. Dal 24-20 per i romagnoli Padova si rifà sotto: grazie al turno in battuta di Giannotti e complici diversi errori dei padroni di casa riesce a impattare 24-24. Il finale è tiratissimo, ma l’attacco di Van Garderen in campo e quello di Giannotti out decretano il 27-25 e la CMC resta viva.

4° set. Si riparte con Della Lunga per Koumentakis, e Diamantini per Volpato (infortunato). Si inizia punto a punto e sul 8-8 Polo rileva Mengozzi. La Tonazzo si porta avanti di un break grazie al muro di Diamantini su Polo, ma nessuna delle due squadre riesce ad allungare in maniera decisa, e sul 16-18 Kantor chiede time out. Il muro patavino su Van Garderen sancisce il 18-20, l’attacco out di Torres il 19-21 ma Van Garderen riavvicina i suoi con una magia. Giannotti buca il muro della CMC dopo due difese di Balaso su Van Garderen (21-23), ma Torres cambia marcia e con tre punti consecutivi porta i suoi avanti 24-23. Cook annulla il primo set ball, poi sbaglia il servizio (25-24), Giannotti mette a terra la parallela del 25-25, ma Averill batte in rete (26-25) e lo stesso Torres batte un missile che la ricezione patavina rimanda in campo romagnolo, palla a Torres e tutti al tie-break!

5° set. Polo e Della Lunga in campo nella CMC, stessi effettivi per la Tonazzo. Galvanizzati dalla rimonta, i romagnoli partono meglio e si portano avanti 4-1 quando Milan rileva Cook. Il muro di Polo su Giannotti vale il 6-3 e subito dopo Cavanna ferma Milan (7-3). L’errore di Milan al servizio manda le formazioni al cambio di campo (8-4); il muro su Van Garderen riavvicina gli ospiti 8-6 e Kantor ferma il gioco. L’ace di Orduna vale il 9-8 e l’attacco di Quiroga trova la parità a quota 9. Sul’11-11 Leoni entra per la battuta e fa ace (11-12) ma Della Lunga riporta il set in parità. Un recupero prodigioso di Balaso propizia il 12-13 e Milan buca Polo (13-14). Chiude Giannotti con una diagonale 13-15.

CMC ROMAGNA – TONAZZO PADOVA 2-3 (24-26; 23-25; 27-25; 27-25; 13-15)

CMC Romagna: Mengozzi 9, Ricci 9, Cavanna 1, Della Lunga 4, Van Garderen 20, Polo 2, Koumentakis 7, Goi (L), Torres 25, Boswinkel, Bari (L), Perini. N.e: Zappoli. All. Kantor

Tonazzo Padova: Cook 19, Leoni 1, Orduna 4, Giannotti 24, Balaso (L) Bassanello, Quiroga 12, Volpato 9, Averill 17, Milan 2, Diamantini 3. N.e: Lazzaretto. All. Baldovin

Silvia Canale - Ufficio Stampa Porto Robur Costa

Italian Time: 16:48 - 27 Giu 2016
© 2008 Lega Pallavolo Serie A