Lega Pallavolo Serie A, Via Giuseppe Rivani, 6 - 40138 Bologna - Tel +39 051 4195660 - Fax +39 051 4195619 - Partita Iva 03747920373 - email: info@legavolley.it
 
 
 
Legavolley  Sir Safety Conad Perugia  E' una Perugia eroica a Mosca! Ma il golden set dice Dinamo
  Stampa

  Mercoledí 2 Marzo 2016 - 20:28  
E' una Perugia eroica a Mosca! Ma il golden set dice Dinamo 
Block Devils trasformati rispetto al match di Piacenza e di gran lunga migliori rispetto ai russi. A decidere il set di spareggio ai 15 punti dove i bianconeri arrivano fino al 9-12 per poi cedere proprio sulla linea del traguardo. Sfuma con tanta amarezza il sogno europeo, ma dalla Russia torna una squadra che potrà dire la sua nei playoff scudetto
Sir Safety Conad Perugia: 

Arriva ad un centimetro dalla grande impresa la Sir Safety Sicoma Perugia nei quarti di finale di Cev Cup.
I Block Devils di Boban Kovac, completamente trasformati rispetto alla prova opaca di domenica a Piacenza, dettano legge in casa di una corazzata a livello europeo come la Dinamo Mosca, ribaltano lo 0-3 dell’andata vincendo il match in quattro set (eloquenti i parziali della seconda e quarta frazione finiti 18-25 e 15-25) e portano la decisione del passaggio in semifinale al golden set. E lì Perugia, nonostante alcune decisioni visibilmente errate della coppia arbitrale (un classico purtroppo in questi campi), arriva fino al 9-12. A quel punto però Mosca tira fuori gli artigli mentre i bianconeri sbagliano troppo. La storia del match si capovolge ed i padroni di casa chiudono 15-13 con l’errore finale al servizio comunque positivo Birarelli.
C’è tanta amarezza in casa bianconera per questa eliminazione in Cev Cup, maturata dopo aver ciccato la gara d’andata al PalaEvangelisti. Ma da Mosca, smaltito il dispiacere per la sconfitta e per dover abbandonare il sogno europeo, torna una squadra che ha dimostrato, a se stessa prima ancora che agli altri, di saper giocare una pallavolo di altissimo livello e di saper tenere alta la testa e la concentrazione anche al cospetto di formazioni forti come la Dinamo. Ma soprattutto il match di stasera deve essere per i ragazzi e per tutto l’ambiente una grande iniezione di fiducia in vista dei playoff scudetto prossimi al via. Perugia così, la Perugia vista stasera allo Sport Palace di Mosca, può davvero giocarsi le proprie chance nella post season.
La partita con i russi ha detto di una Sir scatenata nei primi due set con l’attacco su livelli di eccellenza (abbondantemente oltre il 50% di efficacia) e con la correlazione muro-difesa fantastica (Giovi in grande forma) e capace di “mandare in buca” la formidabile batteria di attaccanti avversaria (con i russi che nel secondo set hanno commesso addirittura 13 errori diretti). Eloquenti i punteggi di 21-25 e 18-25.
Una partenza “lenta (11-4) ha dato sprint alla squadra di casa nella terza frazione ma i Block Devils, come sei formichine, hanno pian piano risalito la china fino al 23-23 (ace di Atanasijevic). A decidere a favore dei russi un attacco di Zaytsev (25-23).
Per nulla demotivati dal set perso, De Cecco e compagni hanno dato gas fin dal primo punto del quarto parziale partendo a razzo (1-9). A nulla sono servizi i cambi di formazione tentati dal tecnico della Dinamo Antonov (dentro Pankov, Kruglov e Boldyrev) perché il muro di Perugia (5 nel set) ha mantenuto il divario fino all’eloquente (ancora una volta) 15-25 che ha rimandato tutto al golden set.
Un golden set per cuori forti. Prima avanti Mosca (4-1), poi reazione di Perugia che, più forte di arbitri inadatti per match europei su questi palcoscenici (il 7-9 per i Block Devils “magicamente” trasformato in 8-8 tra le vibranti proteste dei bianconeri), arriva fino al 9-12. Decidono purtroppo degli errori diretti dei bianconeri ed il servizio out di Birarelli che chiude 15-13 per Mosca.
Prestazione su alti livelli per tutti i ragazzi del presidente Sirci con la coppia Atanasijevic-Russell (55 punti in due) imprendibile per il muro russo e con i centrali Birarelli e Buti (entrambi in doppia cifra il primo col 70% ed il secondo con l’80% in attacco) spine nel fianco della seconda linea Dinamo. Molto bene il servizio, finalmente incisivo con 9 ace e solo 11 errori diretti, e molto bene (eccetto che negli ultimi punti) la capacità di limitare gli errori gratuiti.
Insomma, una grande Sir. Che esce con rammarico dalla Cev Cup. Ma che da stasera può ripartire!

IL TABELLINO

DINAMO MOSCA-SIR SAFETY-SICOMA PERUGIA 1-3
Parziali: 21-25, 18-25, 25-23, 15-25 (golden set 15-13)
Durata Parziali: 28, 26, 34, 26, (20). Tot.: 2h 14’
DINAMO MOSCA: Grankin 2, Zaytsev 14, Shcherbinin 6, Holt 7, Biryukov 14, Berezhko 14, Obmochaev (libero), Kruglov 10, Pankov 2, Boldyrev. N.E.: Filippov, Ermakov (libero). All. Antonov, vice all. Yakovlev.
SIR SAFETY-SICOMA PERUGIA: De Cecco 1, Atanasijevic 24, Birarelli 11, Buti 12, Russell 21, Kaliberda 5, Giovi (libero), Tzioumakas, Fromm 1, Elia. N.E.: Franceschini, Holt. All. Kovac, vice all. Fontana.
Arbitri: Wim Cambre - Pawel Burkiewicz
LE CIFRE – MOSCA: 15 b.s., 4 ace, 44% ric. pos., 18% ric. prf., 40% att., 11 muri. PERUGIA: 11 b.s., 9 ace, 43% ric. pos., 16% ric. prf., 46% att., 8 muri.

Nella foto (Foto Cev): Biryukov contro il muro di Birarelli ed Atanasijevic

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY SICOMA PERUGIA


Italian Time: 20:53 - 1 Ott 2016
© 2008 Lega Pallavolo Serie A