Lega Pallavolo Serie A, Via Giuseppe Rivani, 6 - 40138 Bologna - Tel +39 051 4195660 - Fax +39 051 4195619 - Partita Iva 03747920373 - email: info@legavolley.it
 
 
 
Legavolley  Maury's Italiana Assicurazioni Tuscania  Tuscania, due punti d'oro.
  Stampa

  Domenica 6 Marzo 2016 - 23:18  
Tuscania, due punti d'oro. 
Prestazione scialba dei tuscanesi che strappano due punti al Club Italia al termine di cinque faticosissimi set sul taraflex di Montefiascone.
Maury's Italiana Assicurazioni Tuscania: 
Dopo la vittoria sofferta contro Potenza Picena la squadra di Tofoli era chiamata a tirare fuori qualcosa di più di quel che s'era visto, ma non è riuscita a sfruttare appieno il fattore casalingo e incassa due punti che vista la partita sono più che guadagnati e consentono di tenere a distanza le inseguitrici per il terzo posto, prime tra tutti la strabiliante Reggio Emilia dell'ex Silva e il Civita Castellana che impegnata sul campo di Siena si porta a casa i tre punti vincendo 3-1. C'è da dire che il Club Italia è un avversario scomodissimo, con i ragazzi di Totire che seppur non abbiano giocato la loro miglior partita, sono sempre molto fastidiosi specialmente in primo tempo e a muro, e Monopoli e compagni hanno dovuto faticare non poco per tenere a galla la partita. Super Mrdak mattatore della partita, (35 punti per lui) poco coadiuvato questa sera dall'ucraino Shavrak, vittima di un infortunio al ginocchio patito in settimana che non gli ha consentito di allenarsi al meglio. Ottimo come sempre Monopoli e prova di sostanza in seconda linea per il capitano Ottaviani e il libero Bonami. Discreta prova dei centrali Calonico ed Esposito con un buon lavoro di contenimento a muro.

Primo set con Paolo Tofoli che manda lo starting six classico: Monopoli al palleggio e Mrdak opposto, Calonico ed Esposito centrali e Ottaviani e Shavrak schiacciatori. Bonami libero.

Totire risponde con Zoppellari al palleggio ed Argenta opposto; Di Martino e Galassi al centro con Masciarelli e Zonca di banda. Piccinelli libero

La squadra di Tuscania parte benissimo e Monopoli riesce a mascherare bene il gioco tanto che i centraloni azzurri faticano a seguire il suo gioco. Mrdak subito in mostra sia in battuta che in attacco, con i suoi compagni che non si fanno pregare e mettono in difficoltà la ricezione di Piccinelli e Margutti obbligando Zoppellari ad appoggiarsi su Argenta che fatica a carburare e non riesce e mettere giù palloni punto, sporcati come sono dal muro di Calonico ed Esposito. Ottaviani riceve e e attacca da campione (la ricezione tuscanese si attesterà ad uno splendido 79% di positività), Totire chiama tutti i suoi time out ma Tuscania è troppo in palla e vince in scioltezza 25-17

Nel secondo set la musica almeno all'inizio non cambia. Un timido sole fa capolino dalle vetrate del palazzetto e mette sonnolenza alla Bolgia, poco avvezza a tifare alle 16 del pomeriggio con ancora il pranzo domenicale sullo stomaco. I ragazzi di Tofoli a mano a mano si rilassano anche loro, cominciano a commettere errori banali e a far risalire la china ai “ragazzini” che invece si gasano, ci credono e cominciano a graffiare sul serio. Argenta adesso martella da posto due, Zoppellari vede risvegliarsi oltre lui anche gli altri suoi attaccanti e li serve tutti. Nel campo tuscanese solo Monopoli sembra accorgersi del pericolo di far risorgere un avversario già “addomesticato” e si carica la squadra sulle spalle, correndo ad aggiustare la ricezione che nel frattempo si fa sempre più imprecisa. Mrdak tiene bene da posto due (e lo farà per tutta la partita), ma gli errori gratuiti nel campo tuscanese si moltiplicano mentre il muro azzurro comincia a fare male. Arrivo al fotofinish con i ragazzi di Totire che mettono fuori la testa per primi e si aggiudicano il parziale 27-25

Terzo set e la bolgia prova a svegliare i suoi. I ragazzi rispondono, o almeno sembra, per poi ripiombare nell'oblio di una partita che si trascina ormai poco divertente se non per i rinati ragazzi della nazionale che ci credono e sembrano averne di più. Musi lunghi in casa Tuscania e il solito Mrdak tiene incollati i suoi aiutato da Ottaviani e Calonico, mentre Esposito e sopratutto Shavrak sbandano di brutto. Coach Tofoli manda in campo Mazzon per uno Shavrak ormai spento e Monopoli si appoggia al suo opposto serbo che riesce a portare i suoi al traguardo di fine set insieme agli avversari, che nonostante il doppio cambio (che Totire usa sempre fare a fine set) Alessandro Tofoli su Argenta e Gaia su Zoppellari non riescono a vincere più per loro colpa che per merito del Tuscania. 2-1 e sospiro di sollievo per i nostri che si erano visti sull'orlo dell'abisso per poi trovarsene insperatamente fuori.

Quarto set con Tuscania che invece di darsi una scossa, ringraziare la sorte e mettersi a giocare bene si spegne definitivamente. Paolo Tofoli è una belva, chiama due tempi che ammutoliscono il palazzetto tanto sono veementi ma la squadra risponde poco e continua a sbagliare. Dentro di nuovo Mazzon su Shavrak (che era rientrato a fine set precedente) e Vitangeli su Esposito, e gli innesti si dannano l'anima, con Vitangeli che stampa anche un bel muro a Zoppellari, ma ormai il Club Italia veleggia sulle ali dell'entusiasmo e il 25-20 finale va anche di lusso alla compagine della Tuscia.

Nel tie break tutto daccapo con Tuscania e con le mani di Monopoli che si affidano praticamente al solo Mrdak. I maremmani faticano come matti ma stavolta gli azzurrini gli vengono in aiuto e forse complice la giovane età pensano bene di sbagliare ben 3 battute quasi consecutive che tengono a galla i gialloblù. Parità più o meno sempre in parità con pochi sprazzi di due squadre che adesso appaiono stanche e confuse. Monopoli, Calonico ed Esposito tengono bene mentre gli altri cominciano a faticare davvero. Shavrak è stanchissimo e Ottaviani cerca di fare del suo meglio in ricezione e difesa aiutato dal sempre ottimo Bonami, mollando però un po' in attacco,. Mrdak è una furia e inanella anche una bella serie di servizi che alla fine pesano come macigni. La vittoria numero 15 è incamerata, con molte difficoltà ma con la consapevolezza che la settimana dei passione è appena iniziata e non c'è quasi tempo di riposare, mercoledì notte si gioca nella splendida cornice di Siena contro i leoni di una Emma Villas sofferente, ma che come tali possono sempre far male.

 

Uffico Stampa Tuscania Volley - Angelo Murri

foto Murri

Italian Time: 7:20 - 29 Ago 2016
© 2008 Lega Pallavolo Serie A