Lega Pallavolo Serie A, Via Giuseppe Rivani, 6 - 40138 Bologna - Tel +39 051 4195660 - Fax +39 051 4195619 - Partita Iva 03747920373 - email: info@legavolley.it
 
 
 
Legavolley  BAM Mondovì  Nessun punto, ma si torna da Vibo a testa alta. Barisciani: "Contento di come ha giocato la squadra"
  Stampa

  Mercoledí 9 Marzo 2016 - 22:43  
Nessun punto, ma si torna da Vibo a testa alta. Barisciani: "Contento di come ha giocato la squadra" 
Risultato fin troppo severo in una partita equilibrata per lunghi tratti. La capolista decide grazie ad un servizio più incisivo
BAM Mondovì: 

Non riesce l’impresa alla BAM VBC Mondovì che sul campo della capolista Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia perde 3-0 (25-21 25-22 25-19) nella 23ª giornata del campionato di serie A2 UnipolSai. Un risultato che appare fin troppo severo ai monregalesi per quanto espresso in campo: la squadra di Mauro Barisciani ha lottato punto a punto con i più quotati avversari in tutti i set, cedendo solo nella parte finale con qualche imprecisione personale e due gran turni al servizio degli avversari. Lo dimostrano i numeri stessi, con Mondovì che percentualmente ha attaccato meglio di Vibo (43% contro il 42% dei calabresi), lasciando qualcosa in ricezione (44% contro il 62% avversario) e stavolta anche a muro (10-6 la sfida in favore dei calabresi). La differenza, dunque, l’ha fatta il servizio: più preciso ed efficace quello vibonese (6 aces contro 1), che ha costretto Cortellazzi a giocare sovente palle scontate. Individualmente, ancora un passo in avanti per l’australiano Roberts (12 punti su 21 attacchi, 57%), pur con qualche sbavatura di tropo in contrattacco break su palle importanti. Al solito prezioso apporto di Manassero, più che buona anche la prova dei centrali, con Perla al posto di Longo fin dallo starting six in coppia con Parusso.

Primo Set. E’ della BAM il primo break dell’incontro: Vedovotto manda out la palla in parallela e Roberts gioca sul muro avversario costringendo, sul 2-5, coach Mastrangelo ad interrompere il gioco col suo primo time out discrezionale. Alla ripresa ancora un errore di Vedovotto porta Mondovì sul 2-6, poi arriva anche il muro di Perla su Presta per il 3-8 biancoblu. Michalovic accorcia le distanze per Vibo (5-8), poi arrivano il muro di Forni su De Luca e l’errore d’intesa tra Cortellazzi e Manassero con i calabresi che tornano a -1 (9-10). La parità arriva sull’11-11 con l’attacco al centro di Forni, che insiste bloccando Parusso a muro e c’è il sorpasso vibonese (12-11). Controsorpasso monregalese (13-14) con un grande attacco di Roberts da posto quattro, al quale però subito dopo l’arbitro fischia un discutibile fallo in ricezione e Vibo torna avanti 15-14. I calabresi trovano il break del vantaggio con una pipe di Vedovotto (18-16) che costringe Barisciani al time out, ma alla ripresa l’ace fortunoso (sul net) dello stesso Vedovotto porta Vibo avanti 19-16. Perla non chiude l’attacco al centro e Michalovic lo punisce mettendo a segno il punto del 20-16. Sul 21-18 Barisciani inserisce Longo per Parusso, che rientrerà sul set ball vibonese insieme con Fabiano. Ed è sua la battuta out che chiude il primo parziale in favore dei calabresi (25-21).
Secondo set. Parte bene Vibo approfittando dell’errore di De Luca che in attacco manda la palla sull’asticella, poi Michalovic segna il 3-0 e Barisciani ferma subito il gioco. Si riprende e Manassero a muro riduce le distanze (3-2), Roberts lo imita fermando Michalovic e ristabilisce la parità a 4. Vibo torna subito a +2 (6-4) con Pinelli che blocca l’australiano a muro, ma Michalovic sbaglia la parallela della nuova parità a 8. Lo slovacco si fa perdonare riportando la Callipo avanti 11-9 con un diagonale lungo e dopo il time out tecnico Pinelli allunga, 13-10. Mondovì non ci sta a perdere e con Roberts si rifà sotto 13-12, poi Vedovotto sbaglia l’attacco che rimette in corsa gli uomini di Barisciani (1-13). Forni riporta avanti di due punti Vibo con il muro su Parusso (15-13), poi arriva l’invasione di Cortellazzi e i calabresi fuggono 17-14. Roberts riprende per mano i suoi e con un grande attacco segna il punto del 17-16 che costringe coach Mastrangelo al time out. Sul 19-18 Barisciani chiama nuovamente Longo al servizio al posto di Perla e Mondovì trova la parità con Manassero (19-19), ma Michalovic riporta avanti i suoi sul 21-19. Sul 21-20 è la volta di Ghibaudo a sostituire De Luca, poi sul 23-22 torna in campo anche Perla, ma è ancora Vibo a chiudere su attacco di Vedovotto.
Terzo set. Riparte bene la Callipo che con l’ace di Michalovic segna il 3-0. Dalla linea dei 9 metri risponde Perla che riporta il set in parità a quota 7 e Mondovì ne approfitta, prima con un muro di Manassero, seguito dall’errore di Casoli in attacco, per portarsi avanti 8-10. Il time out di Mastrangelo è efficace perché la Callipo ricuce subito lo svantaggio: Michalovic martella in battuta e Casoli segna il punto del 10-10. Le squadre vanno avanti punto a punto per qualche rotazione, fin quando Pinelli trova due aces consecutivi su Roberts che portano avanti Vibo 16-13 costringendo Barisciani al time out. Si riprende a giocare, ma sono ancora i calabresi ad andare a punto, stavolta con l’attacco di Vedovotto da zona 4 (17-13). Il muro di De Luca si Michalovic fa guadagnare un break ai monregalesi (17-15), che però viene subito assorbito con Presta che ferma Manassero a muro: sul 19-15 arriva il secondo time out discrezionale dell’allenatore moregalese. Nulla da fare, alla ripresa ancora un ace di Vibo con Vedovotto che segna il 20-15, con Casoli che allunga a +6 con l’attacco che tocca le mani a muro di De Luca. Presta segna il 22-15 su ricezione imprecisa di Thei e Mondovì prova a giocarsi le ultime carte a disposizione con Manassero che accorcia di un break (22-17). La partita però è segnata: Vibo chiude al secondo match ball su errore monregalese.

Mauro Barisciani: “Risultato fin troppo severo, soprattutto per quanto riguarda i primi due set. La differenza l’hanno fatta i due turni al servizio di Pinelli e Vedovotto, ma sono contento di come ha giocato la squadra. Per quanto riguarda il muro ne abbiamo toccati in maniera tutto sommato uguale a loro, che però sono stati più bravi a chiuderci la strada in modo diretto. Nonostante il risultato secco, usciamo a testa alta da un campo difficilissimo”.

Domenica prossima (ore 18), la BAM VBC Mondovì torna a giocare al PalaManera, dove affronterà Potenza Picena in quella che potrebbe essere l’ultima chiamata verso la qualificazione ai play off: la squadra marchigiana stasera ha infatti vinto per 3-1 su Alessano, portando a 5 le lunghezze di vantaggio sui monregalesi, che nel contempo si sono visti superare anche da Ortona, in virtù dei 3 punti conquistati dagli abruzzesi contro il Club Italia. Vittoria anche per Siena, 3-0 su Tuscania. In classifica, dunque, troviamo Siena al 7° posto con 35 punti, Potenza Picena 8ª con 34, Ortona 9ª con 30 e Mondovì 10ª con 29. Occorrerà un PalaManera gremito e ribollente di tifo per cercare di spingere Longo e compagni all’impresa.

Nella foto di Pino Scalamandré: attacco al centro di Michele Parusso


Italian Time: 7:08 - 4 Dic 2016
© 2008 Lega Pallavolo Serie A