Lega Pallavolo Serie A, Via Giuseppe Rivani, 6 - 40138 Bologna - Tel +39 051 4195660 - Fax +39 051 4195619 - Partita Iva 03747920373 - email: info@legavolley.it
 
 
 
Legavolley  Diatec Trentino  I Play Off UnipolSai 2016 iniziano col piede giusto: Molfetta cede 3-0 al PalaTrento
  Stampa

  Giovedí 10 Marzo 2016 - 22:27  
I Play Off UnipolSai 2016 iniziano col piede giusto: Molfetta cede 3-0 al PalaTrento 
Diatec Trentino: 

Trento, 10 marzo 2016


 


Il debutto nei Play Off Scudetto UnipolSai 2016 da Campione in carica è dolce per la Diatec Trentino, che in gara 1 dei quarti di finale rifila un pesante 3-0 all’Exprivia Molfetta partendo subito col piede giusto nella serie al meglio delle cinque partite. Per cancellare le ultime due opache prestazioni in regular season serviva una prova convincente ed efficace, prestazione che si è effettivamente materializzata sul mondoflex tricolore costringendo la compagine pugliese a prendere la via del ritorno dopo meno di un’ora e mezza di gioco.
La spinta motivazionale e propulsiva offerta dal ritorno di Kaziyski (subito schierato titolare da Stoytchev) ha evidentemente caricato a dovere non solo l’ambiente ma anche la squadra, che ha sfruttato pienamente l’apporto del fuoriclasse bulgaro (best scorer con 16 punti, 3 muri ed il 65%) ma poi si è poggiata anche sulla grande efficacia degli altri due uomini di palla alta: 14 punti col 65% per Nelli, 10 per Urnaut mvp del match anche grazie ad ottime rotazioni al servizio (3 ace) e percentuali eccellenti in ricezione (78%). Assieme a loro ha brillato anche Giannelli (il 63% a rete di squadra lo dimostra chiaramente) e la coppia Colaci-Tiziano Mazzone per un’inedita staffetta nel ruolo di libero. Senza cambi in posto 4 e con un Hernandez apparso scarico, Molfetta ha sempre faticato a reggere il ritmo degli avversari rivelandosi meno ispirata del solito al servizio e decisamente fallosa in attacco.
La cronaca della gara. Il sestetto Diatec Trentino che Stoytchev sceglie per il debutto nei Play Off prevede Giannelli in regia e Nelli opposto, Kaziyski e Urnaut in banda, Solé e Van de Voorde al centro e Tiziano Mazzone nell’inedito ruolo di libero in fase di break point visto il perdurare dei problemi alla schiena per Colaci, che però gioca in fase di ricezione. Scelte quasi obbligate anche per Vincenzo Di Pinto, tecnico di Molfetta, che senza Randazzo e Del Vecchio risponde con Hierrezuelo alzatore, Hernandez opposto, Joao Rafael e Fedrizzi laterali, Barone e Candellaro al centro, De Pandis libero. Il primo contrattacco lo mette a terra proprio Matey per il 6-4 che esalta il PalaTrento, poi un errore in pipe di Fedrizzi regala il +3 (8-5); è un vantaggio illusorio perché due ace (di Hierrezuelo e Rafael) sullo stesso bulgaro ribaltano la situazione (9-10), prima che Hernandez firmi un ulteriore allungo (10-12). Dopo il time out tecnico la Diatec Trentino cambia marcia con Nelli in attacco (15-13), ma Molfetta non demorde e pareggia i conti già a quota 16. Stoytchev inserisce allora Lanza in seconda linea al posto di Kaziyski, facendo riassaggiare il campo al Capitano dopo quasi un mese di assenza e Trento riaccelera con Giannelli (muro su Rafael) e Urnaut (19-16) ed in seguito raccoglie il massimo vantaggio (+4, 22-18) grazie ad nuovo attacco lungo di Fedrizzi. E’ lo spunto decisivo perché nonostante l’interruzione del gioco di Di Pinto i Campioni d’Italia vanno ancora a segno (24-18) e poi chiudono sul 25-21 con Kaziyski.
Sull’onda del finale entusiasmante del primo parziale, la Diatec Trentino parte sparata anche nel secondo set in cui Giannelli (ispiratissimo in regia e al servizio, dove trova anche un ace) guida i suoi subito ad un allungo importante (5-2), che aumenta col passare del tempo anche grazie alla buona vena a rete di Nelli e Solé (12-6). I servizi di Joao Rafael, conditi anche da un punto diretto e uno slash, rimettono in carreggiata gli ospiti (12-11); a firmare un nuovo strappo sono il break point di Kaziyski su ricostruita, un altro ace, stavolta di Urnaut e un muro di Nelli su Fedrizzi (16-11). I Campioni d’Italia sono un treno in corsa che diventa nuovamente inarrestabile nel finale di periodo (20-12, altro break di Matey e muro di Van de Voorde), volando in fretta sul 2-0 con l’Exprivia sempre più remissiva e fallosa: 25-15 con errore al servizio di Fedrizzi.
Equilibrato l’avvio di terzo set, in cui Molfetta ritrova efficienza in cambiopalla (7-7), senza però che i padroni di casa concedano troppo spazio agli avversari (10-8, attacco e muro di Nelli). Dopo la sosta tecnica, la squadra di Stoytchev trova un nuovo spunto (15-10) per mezzo del suo solidissimo muro; Molfetta con Hernandez ha ancora la fora di risalire sino al meno uno (15-14). Il block di Van de Voorde su Candellaro vale il nuovo +3 (18-15), poi Urnaut firma il 21-17 che di fatto vale la definitiva spallata. Si chiude sul 3-0 col 25-20 arrivato grazie all’attacco risolutore di Kaziyski.
Sono contento sia per la vittoria sia per la prova di carattere delle squadra e di alcuni giocatori in particolare – è stato il primo commento a fine gara dell’allenatore della Diatec Trentino Radostin Stoytchev - . Mi riferisco ad esempio a Colaci e Tiziano Mazzone che hanno saputo sacrificarsi per la squadra mettendo da parte rispettivamente le difficoltà fisiche e del nuovo ruolo da ricoprire oppure anche a Kaziyski, che dopo tanti giorni di stop ha giocato una buona partita. Sono cose che io apprezzo particolarmente e che voglio sottolineare. E’ un successo che genera entusiasmo, ma adesso dobbiamo crescere anche dal punto di vista del gioco perché c’è tanto da fare e di fatto dobbiamo creare le dinamiche di squadra quasi da zero. Come ho ritrovato Kaziyski? Ci sta facendo un grandissimo favore ma per lui ci sarà sempre posto perché è tornato a Trento per questioni di cuore; è importante ora metterlo a posto dal punto di vista fisico e tecnico. Nonostante il 65% in attacco di stasera può giocare ancora meglio”.
Fra tre giorni, domenica 13 marzo (ore 17 – diretta RAI Sport 1 e Radio Dolomiti), il secondo atto della serie al PalaPoli di Molfetta che si articola su cinque gare. La Diatec Trentino tornerà a giocare al PalaTrento già fra una settimana (giovedì 17 marzo) in quel caso per l’andata dei Playoffs 6 di 2016 CEV DenizBank Volleyball Champions League contro i russi del Belgorod.


 


Di seguito il tabellino di gara 1 dei quarti di finale dei Play Off Scudetto UnipolSai 2016 giocata stasera al PalaTrento.

Diatec Trentino-Exprivia Molfetta 3-0
(25-21, 25-15, 25-20)
DIATEC TRENTINO: Giannelli 1, Urnaut 10, Solé 6, Nelli 14, Kaziyski 16, Van de Voorde 6, Mazzone T. (L); Colaci (L), Lanza, Mazzone D.. N.e. Antonov, Bratoev, De Angelis, Djuric. All. Radostin Stoytchev.
EXPRIVIA: Hierrezuelo 2, Joao Rafael 14, Barone 4, Hernandez 10, Fedrizzi 5, Candellaro, De Pandis (L); Spadavecchia, Porcelli. N.e. Kaczynski e Mariella. All. Vincenzo Di Pinto.
ARBITRI: Piana di Modena e Rapisarda di Udine.
DURATA SET:  27’, 23’, 28’; tot  1h e 28’.
NOTE: 2.662 spettatori per un incasso di 18.899 euro. Diatec Trentino: 10 muri, 5 ace, 14 errori in battuta,  5 errore azione, 63% in attacco, 46% (28%) in ricezione. Exprivia:  3 muri, 4 ace, 11 errori in battuta, 10 errori azione, % in attacco, 58% (15%) in ricezione. Mvp Urnaut.
 
Nelle foto in allegato, scattate da Marco Trabalza, alcuni momenti del match


Trentino Volley Srl


Ufficio Stampa


Italian Time: 13:57 - 25 Lug 2016
© 2008 Lega Pallavolo Serie A