Lega Pallavolo Serie A, Via Giuseppe Rivani, 6 - 40138 Bologna - Tel +39 051 4195660 - Fax +39 051 4195619 - Partita Iva 03747920373 - email: info@legavolley.it
 
 
 
Legavolley  Newsletter Lega Volley: Play Off Scudetto: Civitanova, Modena, Trento e Perugia avanti nella Serie. Provvedimenti disciplinari
  Stampa

  Giovedí 10 Marzo 2016 - 23:48  
Newsletter Lega Volley: Play Off Scudetto: Civitanova, Modena, Trento e Perugia avanti nella Serie. Provvedimenti disciplinari 
Play Off Scudetto SuperLega UnipolSai
Quarti di Finale Gara 1: Diatec Trentino e DHL Modena si impongono 3-0 su Exprivia Molfetta e Tonazzo Padova. La Sir Safety Conad Perugia recupera 2 set di svantaggio e batte la Calzedonia Verona al tie break. Alla Cucine Lube Banca Marche Civitanova serve il quinto set per avere la meglio su Ninfa Latina
 
Risultati Gara 1 Quarti Play Off Scudetto
Cucine Lube Banca Marche Civitanova - Ninfa Latina 3-2 (23-25, 25-14, 24-26, 25-22, 15-13)
Calzedonia Verona - Sir Safety Conad Perugia 2-3 (26-24, 25-20, 17-25, 21-25, 10-15)
DHL Modena - Tonazzo Padova 3-0 (25-20, 34-32, 25-20)
Diatec Trentino - Exprivia Molfetta 3-0 (25-21, 25-15, 25-20)
 
CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA - NINFA LATINA 3-2 (23-25, 25-14, 24-26, 25-22, 15-13) - CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA: Fei 5, Parodi, Juantorena 17, Stankovic 8, Priddy 1, Christenson 5, Cester 12, Grebennikov (L), Miljkovic 11, Cebulj 20, Podrascanin 5. Non entrati Vitelli, Kovar, Corvetta. All. Blengini. NINFA LATINA: Sottile 2, Sket 10, Pavlov 9, Romiti (L), Tailli 1, Hirsch 13, Yosifov 7, Rossi 7, Maruotti 17. Non entrati Krumins, Mattei, Ferenciac. All. Placì. ARBITRI: Pol, Puecher. NOTE - Spettatori 2200, incasso 20000, durata set: 28', 25', 52', 34', 20'; tot: 159'.
 
Pronostico confermato all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche, dove la Cucine Lube Banca Marche inizia la propria rincorsa allo Scudetto aggiudicandosi i il primo atto dei Quarti di Finale Play Off contro la Ninfa Latina. Ma quanta fatica per i marchigiani, che dinanzi al carattere indomabile dei pontini ed ai tanti errori commessi in attacco, devono sudare oltremodo per rimontare gli avversari dall’1-2 ed affermarsi al quinto set (23-25, 25-14, 24-26, 25-22, 15-13), dopo quasi tre ore di vera battaglia.
Si allunga dunque il filotto di risultati della squadra cuciniera nella SuperLega Unipolsai: la quinta vittoria strappata ai pontini su cinque incroci stagionali considerando anche la doppia sfida di Coppa Italia, rappresenta infatti per i ragazzi di Gianlorenzo Blengini il dodicesimo trionfo consecutivo in Campionato, record per la società biancorossa.
Latina riesce a sorprendere i marchigiani già nel primo set. Sotto 9-6, la squadra di Placì non si arrende e affidandosi alla buona vena in attacco dei suoi uomini di banda (5 punti a testa per Hirsch e Maruotti, 4 col 60% di efficacia per Sket) rimette la situazione in equilibrio a quota 12, per poi scappare piazzando ben quattro muri di fila: due di Maruotti su Fei (14-16), quindi Hirsch su Juantorena e Rossi su Cester (14-18). La Lube riesce a riaprire i giochi con Juantorena, che riporta i suoi fino al -1, siglato con un contrattacco in pipe (19-20). E’ poi un muro di Maruotti a negare la nuova parità ai biancorossi (22-24), quindi l’attacco di Hirsch a chiudere le ostilità sul 23-25. Tutt’altro discorso nel secondo set, in cui la Cucine Lube Banca Marche, che inserisce il convalescente Miljkovic per Fei (il capitano era reduce da due giorni di febbre) pigia subito sull’acceleratore con il servizio di Christenson (ace dell’11-9) e i muri di Juantorena (prima su Hirsch e poi sul nuovo entrato Pavlov, 14-9), fino a dilagare (21-11), aiutata anche dagli 8 errori punto dei pontini. Finisce 25-14, con i cucinieri che partono bene anche nel terzo (3-1) prima di essere fermati momentaneamente dalla pioggia fortissima che penetra dal tetto dell’Eurosuole forum: cade acqua sul campo e la gara si ferma per una decina di minuti, prima di riprendere con il benestare di entrambe le squadre. La pausa non cambia l’inerzia iniziale del set, che immediatamente resta sul binario degli uomini di casa: avanti 8-4 dopo un ace di Miljkovic, 17-13 dopo l’attacco out di Pavlov, tenuto in campo da Placì. Poi lo scatto di sottile e compagni, autori di un parziale di 5-0 che porta la Ninfa addirittura col muso davanti (da 17-13 a 17-18). Blengini inserisce Stankovic al centro per Podrascanin e Priddy in posto 4 per Cebulj. Latina (che attacca con il 27%, contro il 43% dei padroni di casa) trova subito anche il contrattacco del break, ancora con Pavlov (18-20), che subito dopo spara però sulla rete la palla che regala ai marchigiani il 22 pari. Sul 24-23, la Lube sciupa l’attacco della vittoria con Priddy (sono ben 13 gli errori punto dei biancorossi), poi subisce i muri di Yosifov e Hirsch che scrivono il 26-24 per gli ospiti. Nel quarto set è Stankovic (7 punti, 60% in attacco e 3 muri) a far scappare la Cucine Banca Marche, prima col muro (su Maruotti, 16-13) e, poi dalla linea dei nove metri (ace del 19-15). La squadra di Placì risale comunque fino al 19-18, e si arrende soltanto dopo il contrattacco di Cebulj, che scrive il 23-20 sul tabellone. Juantorena chiuderà sul 25-23 con una pipe.
E nel sesto tie break stagionale in campionato, la Cucine Lube Banca Marche chiude la vittoria in cassaforte sin da subito (6-0) grazie al servizio di Christenson e al contestuale approccio spaurito degli uomini di Placì, che si svegliano troppo tardi, spaventando il pubblico con le battute di Maruotti. Il set si chiude 15-13.
MVP Klemen Cebulj
 
Chiamate Video Check
1° SET:
14-15 (muro Maruotti) Video Check richiesto da: Civitanova per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (14-16).
2° SET:
5-4 (attacco Hirsch) Video Check richiesto da: Latina per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (6-4).
10-9 (servizio Christenson) Video Check richiesto da: Civitanova per verifica in-out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Civitanova (11-9).
20-11 (attacco Maruotti) Video Check richiesto da: Latina per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Civitanova (21-11).
3° SET
5-3 (invasione Pavlov) Video Check richiesto da: Latina per verifica fallo di piede al servizio. Decisione arbitrale invertita, si ripete l’azione.
8-5 (muro Maruotti) Video Check richiesto da: Civitanova per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (8-6).
24-25 (muro Hirsch) Video Check richiesto da: Civitanova per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (24-26).
4° SET
9-7 (muro Juantorena) Video Check richiesto da: Civitanova per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (9-8).
9-8 (servizio Maruotti) Video Check richiesto da: Latina per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Civitanova (10-8).
20-16 (attacco Pavlov) Video Check richiesto da: Latina per verifica invasione a rete. Si ripete il punto per un tocco del muro non rilevato precedentemente.
5° SET
14-11 (servizio Maruotti) Video Check richiesto da: Latina per verifica in-out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Latina (14-12).
14-12 (attacco Miljkovic) Video Check richiesto da: Civitanova per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (14-13).
 
Ivan Miljkovic (Cucine Lube Banca Marche Civitanova):Abbiamo smesso di contare i punti, adesso contano solo le vittorie e quindi siamo molto contenti di questa vittoria, arrivata a conclusione di una partita lunghissima. Sapevamo che ci aspettava una gara difficile, nei Play Off bisogna saper soffrire altrimenti non si va da nessuna parte. Certo, ci è chiaramente mancata la determinazione giusta per affrontare la partita come si doveva, e da questo punto di vista dovremo assolutamente migliorare già per Gara 2”.
Camillo Placì (allenatore Ninfa Latina):Sono molto contento di come abbiamo giocato, perché tutti i ragazzi hanno dato il massimo. Ma non sono contento del risultato, perché ad un certo punto ci avevo creduto davvero. Guardiamo avanti, da stasera ancor più fiduciosi di quanto lo fossimo prima di arrivare qui”.
 
CALZEDONIA VERONA - SIR SAFETY CONAD PERUGIA 2-3 (26-24, 25-20, 17-25, 21-25, 10-15) - CALZEDONIA VERONA: Zingel 9, Kovacevic 20, Pesaresi (L), Gitto, Lecat 1, Spirito, Baranowicz 3, Starovic 16, Bellei, Sander 13, Anzani 7. Non entrati Frigo, Bucko. All. Giani. SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Buti 7, Fromm, De Cecco 4, Kaliberda 14, Giovi (L), Russell 24, Tzioumakas 1, Elia, Atanasijevic 29, Birarelli 10. Non entrati Holt, Dimitrov, Franceschini. All. Kovac. ARBITRI: Gnani, Cesare. NOTE - durata set: 30', 29', 25', 26', 16'; tot: 126'.
 
La Sir Safety Conad Perugia si porta in vantaggio nella Serie dei Quarti contro la Calzedonia Verona. La formazione umbra è protagonista di una lunga rimonta dal 2 a 0 al successo al quinto set, trascinati da Atanasijevic, MVP in campo e autore di 29 punti. Alla formazione ospite il merito di aver mantenuto alta la concentrazione anche nel momento più difficile del match, dopo il secondo parziale, entrando in campo nel terzo con grande forza.
Il primo set è caratterizzato da una lunga serie di servizi vincenti, ben nove totali con la Calzedonia capace di metterne a terra cinque. Le due squadre giocano quasi alla pari in attacco con Atanasijevic protagonista nelle fila di Perugia con 10 punti mentre Baranowicz distribuisce palloni in maniera più omogenea mandando a segno, prevalentemente, Zingel. Kovacevic e Sander. Verona sembra avere il parziale in mano in più occasioni. Prima allunga sul 12 a 7, poi si conferma sul 17 a 12 ma nel finale si fa raggiungere. Dal 24 a 22 si passa al 24 pari, poi si chiude con due errori degli ospiti (26-24). Nel secondo set le due squadre si esprimo alla pari per lunghissimi tratti. Dopo un primo break di Verona che allunga sul 14 a 12, la gara torna in parità ma quando Giani manda in campo Spirito al servizio è la Calzedonia Verona a prendere il comando del gioco. L’allungo è decisivo e sul 20 a 17 i padroni di casa ipotecano il parziale, allungando sul 25 a 20 finale. Il 60% in attacco della formazione umbra contro il 34% di quella di casa, fanno la differenza nel terzo set. La Sir Safety Conad riceve meglio, De Cecco smista alla perfezione con Russell miglior marcatore del parziale, 6 punti per lui. Il vantaggio di Perugia aumenta azione dopo azione dopo il time out tecnico; la Calzedonia sembra riavvicinarsi sul 14 a 18 ma nel finale i ragazzi di Kovac chiudono in maniera prepotente sul 17 a 25.
Anche nel quarto set la Sir Safety parte meglio. Il vantaggio di 6 a 9 non scompone la Calzedonia Verona che dal turno al servizio di Zingel costruisce, azione dopo azione, il recupero. Proprio l’australiano, con un suo ace, firma il 10 a 9. Baranowicz chiama ripetutamente in causa Kovacevic (15-14), Atanasjievic risponde prima con un attacco e poi con un ace (15-16) costringendo Giani al time out. Break e controbreak caratterizzano il momento del parziale ma nel finale la Calzedonia cala in attacco. La Sir allunga sul 19 a 23 poi chiude sul 21 a 25
Ad inizio tie break Sander è costretto a lasciare il campo per un problema alla caviglia, sostituito da Lecat. La Sir Safety Conad scappa dopo il cambio di campo. Dal 7 a 7 Perugia allunga fino al 7 a 10 chiudendo poi sul 10 a 15.
MVP Atanasijevic
 
Chiamate Video Check
1° Set –19-16 (attacco Atanasijevic) – video check richiesto da Verona per verifica in-out decisione arbitrale Confermata, punto assegnato a Perugia 19-17
1° Set – 25-24 (attacco Kovacevic) – video check richiesto da Perugia per verifica invasione rete; decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Verona 26-24
2° Set – 15-15 (attacco Kovacevic) – video check richiesto da Perugia per verifica invasione rete; decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Verona 16-15
2° Set – 18-17 (attacco Atanasijevic) – video check richiesto da Perugia per verifica in-out; decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Verona 19-17
3° Set – 5-8 (servizio Atanasijevic) – video check richiesto da Perugia per verifica in-out; decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Verona 6-8
5° Set –8-10 (servizio Starovic) – video check richiesto da Perugia per verifica in-out; decisione arbitrale Invertita, punto assegnato a Perugia 8-11
 
Aleksandar Atanasijevic (Sir Safety Conad Perugia):E’ una bellissima vittoria. Ci abbiamo sempre creduto, anche quando eravamo sotto per 2 a 0. La squadra ha giocato una grande partita, i nostri tifosi ci hanno sostenuto alla grande. Ora però dobbiamo dimenticare questa vittoria perché Gara 2 sarà ancora più difficile”.
Andrea Giani (allenatore Calzedonia Verona):Dopo il 2 a 0 noi siamo stati in campo troppo rilassati. Avevamo vinto i primi due set, poi abbiamo cercato di recuperare lo svantaggio ma non ci siamo riusciti. Questo ha dato coraggio a Perugia e nel quarto set non abbiamo sfruttato bene qualche occasione. Nel tie break abbiamo dato loro la possibilità di prendere un break dopo il cambio campo e abbiamo concesso quello che non dovevamo concedere”.
 
DIATEC TRENTINO - EXPRIVIA MOLFETTA 3-0 (25-21, 25-15, 25-20) - DIATEC TRENTINO: Kaziyski 16, Nelli 14, Giannelli 1, Lanza, Solé 6, Colaci (L), Van De Voorde 6, Mazzone (L), Urnaut 10, Mazzone. Non entrati Antonov, Bratoev, De Angelis, Djuric. All. Stoytchev. EXPRIVIA MOLFETTA: Candellaro, Spadavecchia 1, De Barros Ferreira 14, Barone 4, De Pandis (L), Porcelli (L), Hierrezuelo 2, Fedrizzi 5, Hernandez Ramos 10. Non entrati Kaczynski, Mariella. All. Di Pinto. ARBITRI: Piana, Rapisarda. NOTE - Spettatori 2700, incasso 19000, durata set: 27', 23', 28'; tot: 78'.
 
La Diatec Trentino inizia col piede giusto la corsa nei Play Off Scudetto UnipolSai 2016. I Campioni d’Italia si sono infatti assicurati Gara 1 dei Quarti di Finale con Molfetta indirizzando subito la Serie che si articola al meglio delle cinque gare; in una serata resa ancora più importante e suggestiva dal ritorno a Trento di Matey Kaziyski, che non è stato il solo a fare la voce grossa. Assieme al bulgaro, subito a segno 16 volte con 3 muri ed il 65% a rete, anche gli altri due attaccanti di palla alta Urnaut (mvp) e Nelli (14 col 65%) hanno recitato un ruolo importante nel 3-0 mai veramente in discussione. Senza cambi in posto 4 e con un Hernandez apparso scarico Molfetta ha infatti sempre faticato a reggere il ritmo degli avversari rivelandosi meno ispirata del solito al servizio e decisamente fallosa in attacco. Domenica Gara 2, già una chiamata d’appello decisivo per i pugliesi.
MVP Urnaut
Spettatori: 2.662
 
Chiamate Video-Check
1° SET 12-13 (invasione di Candellaro) Video Check richiesto da Molfetta: per verifica invasione
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (13-13)
2° SET: 9-6 (invasione di Hernandez) Video Check richiesto da Molfetta: per verifica invasione
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (10-6)
3° SET: 3-3 (attacco di Barone) Video Check richiesto da Molfetta: per verifica in/out
Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Molfetta (3-4)
3° SET: 6-6 (servizio di Van de Voorde) Video Check richiesto da Trento: per verifica in/out
Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Molfetta (6-7)
 
Radostin Stoytchev (allenatore Diatec Trentino):Sono contento sia per la vittoria sia per la prova di carattere delle squadra e di alcuni giocatori in particolare. Mi riferisco ad esempio a Colaci e Tiziano Mazzone che hanno saputo sacrificarsi per la squadra mettendo da parte rispettivamente le difficoltà fisiche, e del nuovo ruolo da ricoprire oppure anche a Kaziyski che dopo tanti giorni di pausa ha giocato una grande partita. Sono cose che io apprezzo particolarmente e che voglio sottolineare. E’ un successo che genera entusiasmo, ma adesso dobbiamo crescere anche dal punto di vista del gioco perché c’è tanto da fare e di fatto dobbiamo creare le dinamiche di squadra quasi da zero. Come ho ritrovato Kaziyski? Ci sta facendo un grandissimo favore ma per lui ci sarà sempre posto perché è tornato a Trento per questioni di cuore; è importante ora metterlo a posto dal punto di vista fisico e tecnico. Nonostante il 65% in attacco può giocare ancora meglio”.
Michele Fedrizzi (Exprivia Molfetta):Il match è stato la fotocopia della sfida di Regular Season giocata al PalaTrento un mese fa. Non siamo mai riusciti a reggere il ritmo degli avversari che ci hanno messo alle corde principalmente col servizio. In questo modo siamo stati poco fluidi in fase di cambiopalla e poco concreti in quella di break point. Domenica in Gara 2, il PalaPoli dovrà essere il nostro uomo in più in campo come Kaziyski lo è stato stasera per Trento”.
 
DHL MODENA - TONAZZO PADOVA 3-0 (25-20, 34-32, 25-20) - DHL MODENA: Mossa De Rezende 5, Rossini (L), Sartoretti, Ngapeth 17, Nikic 11, Piano, Bossi 6, Saatkamp 8, Vettori 10. Non entrati Donadio, Soli, Casadei, Sighinolfi. All. Lorenzetti. TONAZZO PADOVA: Cook 13, Orduna 2, Giannotti 11, Balaso (L), Bassanello, Quiroga 1, Volpato, Averill 6, Berger 9, Milan, Diamantini 3. Non entrati Leoni, Lazzaretto. All. Baldovin. ARBITRI: Boris, Braico. NOTE - Spettatori: 3121 - durata set: 26', 37', 23'; tot: 86'.
 
La DHL Modena si aggiudica Gara 1 dei Quarti di Finale Play Off con un successo netto per 3-0 anche se la Tonazzo Padova, con grande grinta, ha dato filo da torcere agli emiliani soprattutto nel secondo parziale dove i bianconeri hanno avuto l’occasione di chiudere in più occasioni, ma la straordinaria prestazione di Ngapeth ha infine trascinato la DHL nei momenti che contavano.
Modena parte con Bruno-Vettori, Ngapeth-Nikic, Lucas-Bossi con libero Rossini, Padova risponde con il sestetto composto da Orduna-Giannotti, Cook-Berger, Diamantini-Averill con libero Balaso. La DHL Modena si porta subito sul 5-2. Non si fermano Bruno e compagni e allungano fino al 12-6, poi è 16-9. Si riportano sotto i patavini con l’ottima regia di Orduna, 21-18. Nella DHL fa il suo rientro Matteo Piano, il set si chiude 25-20 per i locali. Il secondo set parte con grande equilibrio, 5-5 e si gioca punto a punto. Al time-out tecnico Padova è avanti 12-8. Continua il buon volley della Tonazzo ed è 19-16 ospiti. Torna sotto Modena ed è 23-23 per un finale tiratissimo. Modena chiude 34-32 il set dopo un punto a punto di altissimo livello. Nel terzo set si riparte col punto a punto con Padova che va sul 10-8. Modena cambia marcia e va sul 19-13. Modena chiude il terzo set 25-20 e 3-0 la gara.
Spettatori: 3121
Mvp: Ngapeth
 
Chiamate Video Check
1° SET
4-1 (servizio Bruno) Video Check richiesto da: DHL Modena per verifica in-out.
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tonazzo Padova (4-2)
9-4 (muro Averill) Video Check richiesto da: Tonazzo Padova per verifica invasione.
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a DHL Modena (10-4)
2° SET
4-3 (servizio Lucas) Video Check richiesto da: DHL Modena per verifica in-out.
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tonazzo Padova (4-4)
5-5 (attacco Nikic) Video Check richiesto da: DHL Modena per verifica invasione.
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tonazzo Padova (5-6)
 
Angelo Lorenzetti (allenatore DHL Modena):Abbiamo vinto una gara importante, perché l’inizio dei playoff è sempre un momento delicato. Padova ha giocato un buon volley e non ha mai mollato. E’ chiaro che non è facile essere sempre al 100%, ora abbiamo davanti 4 giorni per preparare il prossimo match, domenica si va a Padova per un’altra sfida, da vincere”.
Valerio Baldovin (allenatore Tonazzo Padova):Abbiamo perso contro una grande squadra, ma sono soddisfatto dei miei ragazzi che hanno dimostrato che questa squadra non molla mai. Ora dobbiamo dare tutto domenica, davanti al nostro pubblico, in un’altra gara complicatissima”.
 
Prossimo turno
Play Off Scudetto, Quarti Gara 2
Domenica 13 marzo 2016, ore 17.00
Exprivia Molfetta – Diatec Trentino  Diretta RAI Sport 1
Diretta streaming su www.raisport.rai.it
(Sampaolo-Pasquali)
Addetto al Video Check: Colapietro  Segnapunti: Fanizzi
Domenica 13 marzo 2016, ore 18.00
Ninfa Latina – Cucine Lube Banca Marche Civitanova  Diretta Lega Volley Channel
(Bartolini-Simbari)
Addetto al Video Check: Bolognesi  Segnapunti: De Orchi
Sir Safety Conad Perugia – Calzedonia Verona  Diretta Lega Volley Channel
(Satanassi-Sobrero)
Addetto al Video Check: Nampli  Segnapunti: Proietti
Tonazzo Padova – DHL Modena  Diretta Lega Volley Channel
(Santi-Saltalippi)
Addetto al Video Check: Giudica  Segnapunti: Brasolin
 
Play Off Scudetto, Quarti Gara 3
Sabato 19 marzo 2016, ore 20.30
Diatec Trentino – Exprivia Molfetta  Diretta Lega Volley Channel
Domenica 20 marzo 2016, ore 18.00
Cucine Lube Banca Marche Civitanova –Ninfa Latina  Diretta Lega Volley Channel
DHL Modena – Tonazzo Padova  Diretta Lega Volley Channel
Mercoledì 23 marzo 2016, ore 20.30
Calzedonia Verona – Sir Safety Conad Perugia  Diretta RAI Sport 1
Diretta streaming su www.raisport.rai.it
 
Play Off Scudetto, Quarti Gara 4
Domenica 27 marzo 2016, ore 18.00 (una gara su RAI Sport, ore 17.30) le altre in diretta Lega Volley Channel
Ninfa Latina – Cucine Lube Banca Marche Civitanova
Sir Safety Conad Perugia – Calzedonia Verona
Tonazzo Padova – DHL Modena
Exprivia Molfetta – Diatec Trentino
 
Play Off Scudetto, Quarti Gara 5
Domenica 3 aprile 2016, ore 18.00 (una gara su RAI Sport, ore 17.30) le altre in diretta Lega Volley Channel
Cucine Lube Banca Marche Civitanova –Ninfa Latina
Calzedonia Verona – Sir Safety Conad Perugia (o mercoledì 6 aprile per recupero Challenge Cup)
DHL Modena – Tonazzo Padova
Diatec Trentino – Exprivia Molfetta
 
FORMULA PLAY OFF SCUDETTO
Le squadre classificatesi dal 1° all’8° posto partecipano ai Play Off Scudetto. Tutte le fasi si disputano al meglio delle 3 vittorie su 5 partite. Le gare 1, 3 e 5 si disputano in casa delle squadre con la miglior classifica al termine della Regular Season, gara 2 ed eventuale gara 4 in casa delle squadre con peggior classifica.
 
     

 

 

1ª Cucine Lube B.Marche Civitanova                                 1

   

 

 

3-2

   

 

 

8ª Ninfa Latina                          0

   

 

 

     

 

4ª Calzedonia Verona                 0

   

 

2-3

   

 

5ª Sir Safety Conad Perugia        1

   

 

     

Campione d’Italia
2015/16

 

2ª DHL Modena                          1

   

 

 

3-0

   

 

7ª Tonazzo Padova                     0

   

 

     

 

3ª Diatec Trentino                     1

   

 

3-0

   

 

 

6ª Exprivia Molfetta                   0

   

 

 

 
 
 
Provvedimenti disciplinari
Gare di Serie A2 UnipolSai del 9 marzo 2016
 
A CARICO SODALIZI
Volley Potentino Potenza Picena: richiamo per insufficiente numero addetti al servizio asciugatura.
 

 


Italian Time: 3:52 - 30 Lug 2016
© 2008 Lega Pallavolo Serie A