Lega Pallavolo Serie A, Via Giuseppe Rivani, 6 - 40138 Bologna - Tel +39 051 4195660 - Fax +39 051 4195619 - Partita Iva 03747920373 - email: info@legavolley.it
 
 
 
Legavolley  Revivre Milano  Milano cede a Piacenza, ma conquista il 1° posto del girone
  Stampa

  Sabato 26 Marzo 2016 - 23:50  
Milano cede a Piacenza, ma conquista il 1° posto del girone 
Revivre Milano: La Revivre Milano conquista il primo posto della Pool Play Off Challenge UnipolSai. Nonostante la sconfitta ottenuta questa sera contro la LPR Piacenza, il punto conquistato contro gli emiliani è bastato ai meneghini per posizionarsi in cima alla speciale classifica del girone dei Play Off Challenge UnipolSai. Come in Campionato, la Revivre deve cedere alla LPR Piacenza (tre vittorie in altrettanti match giocati in questa stagione), con gli emiliani, al secondo successo consecutivo dopo quello di domenica scorsa contro Ravenna, che si piazzano in seconda posizione superando al fotofinish il Gi Group Monza.
Il primo parziale è un continuo tira e molla: i milanesi riescono in più occasioni a prendere il largo ma la caparbietà di Piacenza porta gli emiliani ad arrivare sul 23-23 nel finale. La Revivre, però, sfrutta immediatamente la prima occasione punto per chiudere il primo set. Parti che si invertono alla ripresa del gioco, con Piacenza sempre avanti fino al conclusivo 20-25. Determinanti gli ingressi da inizi parziale di Coscione e Ter Horst per gli emiliani. LPR che prende fiducia e senza faticare scappa nella fase iniziale del terzo set conquistandolo con il punteggio di 13-25. La Revivre entra in campo con più determinazione nel quarto set e dopo un iniziale equilibrio nel finale riesce a prendere il vantaggio necessario per portare il match al tie break (25-22). Combattuto anche il quinto set, vinto ai vantaggi dalla LPR Piacenza (15-17).

LA PARTITA – Piacenza schiera Luburic opposto, Tencati e Kohut centrali, Tavares palleggiatore, Papi libero, Perrin e Zlatanov schiacciatori. Milano propone Sbertoli in regia, Skrimov e Marretta da posto 4, Milushev opposto, De Togni e Georgiev al centro, Rivan in seconda linea.
Grandi difese per entrambi i sestetti, ma alla fine Marretta firma il sesto punto per Milano che doppia Piacenza, costretta a un time-out discrezionale. I piacentini recuperano ma il sestetto meneghino torna a guardare avanti grazie all'ace del suo centrale bulgaro (8 – 7). Milushev firma un mani-out che permette alla squadra di casa di raggiungere il time-out tecnico con un vantaggio di 3 punti. Il doppio ace di Marretta consegna a Milano un buon vantaggio (14 – 9). Giuliani fa entrare Cottarelli al servizio e il cambio da i suoi frutti: parità raggiunta a quota 22. Luburic manda il servizio in rete e regala un set point agli avversari. Alletti in campo per Sbertoli ad alzare il muro, palleggia per Skrimov che chiude con un mani out (25 – 23).
I ragazzi di coach Monti faticano nella ripresa di secondo set e sul 1 – 4 il gioco viene interrotto. I meneghini sono vicini al recupero ma il servizio di Georgiev è lungo e la squadra di Giuliani torna a + 2. La parità arriva per mano di Sbertoli che con un muro mette fine all'azione, prima di smarcare Marretta per l'attacco vincente che vale ai padroni di casa il time-out tecnico. Va a segno il muro piacentino per il diciottesimo punto: Milano rincorre a – 3. Sfugge dalle mani la difesa di Alletti che non riesce a contenere l'attacco di Perrin. Il primo dei cinque set point a disposizione degli ospiti è annullato dal solido muro meneghino. Nonostante il grande recupero a opera della Revivre, Perrin chiude 19 – 25.
Ter Horst guida l'avanzata piacentina, ma l'attacco di Milushev permette ai meneghini di avvicinarsi (3 – 4). La corsa di Piacenza continua, grazie ai numerosi muri messi in campo dai suoi giocatori (5 – 9). Ancora una volta è il muro a portare Giuliani al time-out tecnico con 7 lunghezze di vantaggio. Il set sfugge di mano al sestetto capitanato da De Togni e l'ace di Ter Horst vale il + 13. Coscione a una mano serve Perrin: sono 12 i set point per Piacenza. Il mani out di Perrin consegna alla formazione ospite il terzo parziale (13 – 25).
Milano fatica ancora ma il distacco è meno netto: 6 – 8 dopo l'errore al servizio di Marretta. Georgiev entra a sostituire Alletti e con un muro porta la Revivre a – 1. Lo svantaggio è annullato dall'ace di Skrimov. Milano supera sempre grazie al prezioso contributo del suo schiacciatore bulgaro dalla linea dei 9 metri. De Togni e compagni si mantengono di 2 punti sopra gli avversari, costringendo Piacenza a un time-out discrezionale (19 – 17). Milano conquista 3 set point grazie alla diagonale di Skrimov. Zlatanov manda in rete il servizio e Milano approda al tie-break (25 – 22).
Il quinto parziale si combatte a breve distanza: sul 4-4 il fischio anticipato dell’arbitro trasforma il punto di De Togni in palla contesa. Piacenza ringrazia e approfitta per piazzare l’allungo al cambio campo. La diagonale troppo stretta di Perrin consente ai padroni di casa di pareggiare i conti a quota 9. Entrambe le compagini sono determinate a ottenere il match: Milano non molla e con un muro raggiunge gli ospiti a 13. Perrin serve out: 14 pari. Luburic chiude poi con un ace (15 – 17).

Le chiamate del Video Check
1° SET
14-10 (attacco di Milushev). Video Check richiesto da Milano per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (14-11).

2° SET
5-6 (battuta di Sbertoli). Video Check richiesto da Milano per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (5-7).
17-21 (muro Piacenza). Video Check richiesto da Milano per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (17-22).

3° SET
2-3 (muro Milano). Video Check richiesto da Milano per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (2-4).
5-9 (muro Piacenza). Video Check richiesto da Milano per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (5-10).
12-24 (muro Milano). Video Check richiesto da Piacenza per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano (13-24).

4° SET
2-4 (battuta di Alletti). Video Check richiesto da Milano per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Milano (3-4).
18-17 (muro Piacenza). Video Check richiesto da Milano per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Piacenza (19-17).


LE DICHIARAZIONI
Federico Marretta (Revivre Milano): “Siamo molto soddisfatti di essere arrivati primi nel girone Play Off Challenge UnipolSai. Ci tenevamo a chiudere con una vittoria contro Piacenza che, quest'anno, sta diventando la nostra bestia nera. Ma era importante per noi lottare anche in questa occasione e presentarci alla prossima fase con la voglia di giocare che stiamo esprimendo ultimamente”.

Stefano Patriarca (LPR Piacenza): “La partita di questa sera contro Milano doveva essere per noi il banco di prova per dare continuità al nostro gioco e alla vittoria della scorsa settimana contro Ravenna. Così è stato dopo una lunga battaglia in cui abbiamo sempre dato il massimo per ottenere la vittoria. Con i successi la voglia di giocare aumenta: lo stiamo dimostrando e lo faremo anche nella prossima fase di questi Play Off”.


REVIVRE MILANO – LPR PIACENZA 2 - 3

REVIVRE MILANO:  Milushev 11, Gavenda, Alletti 2, Sbertoli 2, Skrimov 23, Russomanno, Tosi (L), De Togni 7, Rivan (L), Baranek 1, Boninfante, Georgiev 7, Burgsthaler, Marretta 20.
1° Allenatore: Monti
2° Allenatore: Held
LPR PIACENZA: Coscione 1, Kohut 13, Ter Horst 17, Perrin 15, Papi (L), Sedlacek, Patriarca, Lampariello, Zlatanov 1, Luburic 17, Tencati 6, Tavares Rodrigues, Cottarelli.
1° Allenatore: Giuliani
2° Allenatore: Camperi

ARBITRI - 1° Arbitro: Mauro Goitre; 2° Arbitro: Sandro La Micela.

NOTE – Durata set: 27', 26', 26', 31', 21', per un totale di 2 ore e 11 minuti di gioco. Spettatori: 1347; incasso: 2.443,92 Euro

REVIVRE MILANO: battute sbagliate 20, ace 7, ricezione positiva 53 per cento (perfetta 29 per cento), attacco 49 per cento, muri 8.

LPR PIACENZA: battute sbagliate 17, ace 7, ricezione positiva 45 per cento (perfetta 22 per cento), attacco 51 per cento, muri 13.

MVP: Federico MARRETTA (Revivre Milano)
Italian Time: 18:55 - 30 Lug 2016
© 2008 Lega Pallavolo Serie A