Lega Pallavolo Serie A, Via Giuseppe Rivani, 6 - 40138 Bologna - Tel +39 051 4195660 - Fax +39 051 4195619 - Partita Iva 03747920373 - email: info@legavolley.it
 
 
 
Legavolley  Sir Safety Conad Perugia  Niente Final Four. Piacenza espugna il PalaEvangelisti al tie break
  Stampa

  Mercoledí 11 Gennaio 2017 - 23:48  
Niente Final Four. Piacenza espugna il PalaEvangelisti al tie break 
I Block Devils falliscono l’accesso all’atto conclusivo della Coppa Italia perdendo in casa il quarto di finale con la Lpr. Non bastano due set di vantaggio ai bianconeri che non riescono a contenere i cubani Hernandez e Marshall. C’è ovvia delusione da trasformare in rabbia perché domenica al PalaEvangelisti arriva Trento
Sir Safety Conad Perugia: 

Finisce con il silenzio del PalaEvangelisti e con la festa in campo di Piacenza il cammino in Coppa Italia della Sir Safety Conad Perugia.
I Block Devils cadono in casa al tie break nei quarti di finale della competizione e falliscono l’accesso alla Final Four.
C’è delusione alla fine in campo e sugli spalti, con Perugia che mastica amaro per veder sfumato l’obiettivo della coccarda tricolore. Delusione e rabbia che adesso Bernardi ed i suoi ragazzi devono saper trasformare in energia positiva perché domenica al PalaEvangelisti arriva Trento per il big match (terza contro seconda) della sesta giornata di Superlega.
Non bastano ai bianconeri due set di vantaggio: i primi due, giocati bene da Perugia con servizio (6 ace) ed attacco (60% e 65%) girano a mille. Poi la Sir cala di intensità in diversi fondamentali, Piacenza invece è brava a restare attaccata alla partita, trova in Hernandez un implacabile finalizzatore (27 palloni vincenti alla fine) ed in Marshall (17 punti) ed Alletti (6 muri vincenti) due ottime spalle. Il tie break parte male per i padroni di casa che, sotto 1-5, trovano la forza (grazie anche alla spinta dei Sirmaniaci e dei tremila del PalaEvangelisti) di rientrare, ma non riescono mai a trovare l’aggancio fino al conclusivo 13-15.
Non basta l’ennesima grande prova di Atanasijevic (29 punti alla fine con il 69%) che per larghi tratti regge il peso dell’attacco bianconero perché la squadra non trova continuità soprattutto in fase break.
Si chiude dunque con parecchio amaro l’avventura di Perugia in Coppa Italia. Necessario ora saper subito resettare e ripartire in palestra con spirito e voglia. Perché, fortunatamente in questo caso, domenica c’è un’altra gara fondamentale per i Block Devils dove accantonare la delusione e ripartire.

IL MATCH

Torna Andrea Bari nello starting seven bianconero a ricevere in seconda linea. Subito break per Perugia con Podrascanin a muro (2-0) e subito pari di Piacenza con Hierrezuelo a muro (2-2). Ace di Russell e poi muro di De Cecco (7-4). Due in fila di Hernandez accorciano subito (7-6). Due di Zaytsev (attacco ed ace) per il nuovo +3 Perugia (11-8). Fuori Hernandez, poi ace di Atanasijevic e supercontrattacco di Russell (16-10). Due errori piacentini ed il colpo di Atanasijevic allargano la forbice (22-13). Muro vincente di Podrascanin (23-15). È Atanasijevic a chiudere il set con un attacco dei suoi (25-17).
È l’ace di Podrascanin a fare a creare il primo break del secondo set (7-4). Di là è sempre Hernandez a mietere punti (7-6). Una serie di errori al servizio da ambo le parti porta il punteggio sull’11-9 Perugia. Sempre +2 Sir dopo il punto in attacco di Atanasijevic (13-11), poi Tencati, l’ace di Marshall ed il fallo di De Cecco capovolgono (13-14). È ancora Atanasijevic a suonare la carica nella metà campo bianconera (15-14), ma Piacenza è in palla e rimette la testa avanti con l’ace di Hierrezuelo (16-17). Si va sull’altalena e l’ace di De Cecco segna il 19-18. Servizio vincente anche per Zaytsev (21-19). Gran colpo di Atanasijevic (23-21). Russell vola in cielo e porta Perugia al set point (24-22). A segno Clevenot (24-23). La chiude Zaytsev con una bomba da posto quattro (25-23).
È il muro il protagonista dell’avvio del terzo set con Podrascanin e Birarelli (5-2). Piacenza accorcia con quello di Hernandez (5-4). Si torna in parità dopo l’attacco out di Zaytsev (8-8). De Cecco ed il muro di Atanasijevic riportano a +2 Perugia (10-8), ma Clevenot ristabilisce subito l’equilibrio (10-10). Invasione del muro piacentino sull’attacco di Atanasijevic (13-11). De Cecco si esalta a muro su Marshall (15-12) che poi si rifà subito con la stessa moneta su Atanasijevic (15-14). Fuori l’attacco di Parodi (18-15), ma Piacenza è sempre lì e torna a contatto con il muro di Alletti (18-17), pareggia con il colpo di Hernandez e si porta avanti con il muro di Hierrezuelo (18-19). Dentro Della Lunga per Zaytsev. Atanasijevic fa ripartire i Block Devils (19-19). Torna lo Zar. +3 Lpr con il solito Hernandez ed Alletti (19-22). Ancora Hernandez porta Piacenza al set point (21-24). Atanasijevic prova la disperata rimonta, ma Marshall chiude con il maniout (23-25).  
Parte forte Piacenza nel quarto set con i muri di Marshall e Alletti (2-4). Doppio ace di Hernandez (5-9). Perugia dimezza lo svantaggio con il muro di Berger, in campo per Russell (9-11), ma Clevenot riporta i suoi a +4 (9-13). Hernandez prosegue a mietere punti (12-16). Sul 14-18 torna Russell per Berger. Va subito a segno il martello americano (16-18). Dentro anche Buti per Birarelli. Nuovo allungo ospite con Marshall (17-21). Ace di Alletti (18-23). Il primo tempo di Yosifov porta la Lpr al set point (19-24). Chiude Hierrezuelo (21-25).
Partenza shock per Perugia subito sotto 1-5. Dentro Della Lunga e Berger. Hernandez è una furia (3-7). Rosso per Piacenza (5-7). Altro punto di Hernandez (5-8). Si va al cambio di campo. Due di Atanasijevic (7-8). Hernandez e poi Atanasijevic (8-9). Marshall (8-10). Zaytsev (9-10). In rete il servizio di Birarelli (9-11). Podrascanin (10-11). Sempre Hernandez (10-12). Atanasijevic (11-12). Hernandez (11-13). Potke a terra (12-13). Hierrizuelo di seconda intenzione, match point Piacenza (12-14). Atanasijevic annulla il primo (13-14). Fuori il servizio di Atanasijevic, Piacenza sbanca il PalaEvangelisti (13-15).

I COMMENTI

Luciano De Cecco (Sir Safety Conad Perugia): “Dobbiamo imparare dagli errori. Piacenza dal terzo set in poi ha meritato di vincere. Noi ci siamo spenti su tutti i fondamentali, loro invece ci hanno studiato molto bene giocando una partita perfetta. Purtroppo guarderemo la Final Four in tv ed ora ci prepariamo per quello che arriva che è sempre molto importante”.
Leonel Marshall (Lpr Piacenza): “Era una gara secca, la prima gara importante per noi. All’inizio loro ci hanno aggredito, ma abbiamo mantenuto la calma. Queste sono partite in cui devi dare tutto, giocare con la tecnica, ma anche con il cuore. Ed abbiamo dimostrato che il cuore ce lo abbiamo”. 

IL TABELLINO

SIR SAFETY CONAD PERUGIA - LPR PIACENZA 2-3
Parziali: 25-17, 25-23, 23-25, 21-25, 13-15
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 5, Atanasijevic 29, Birarelli 6, Podrascanin 11, Russell 10, Zaytsev 11, Bari (libero), Tosi (libero), Mitic, Della Lunga, Berger 3, Buti. N.e.: Chernokozhev, Franceschini. All. Bernardi, vice all Fontana.
LPR PIACENZA: Hierrezuelo 8, Hernandez 27, Alletti 10, Tencati 4, Marshall 17, Clevenot 7, Manià (libero), Yosifov 2, Parodi 1, Tzioumakas, Cottarelli. N.e.: Papi (libero),  Zlatanov. All. Giuliani, vice all. Camperi.
Arbitri: Matteo Cipolla - Andrea Pozzato
LE CIFRE – PERUGIA: 23 b.s., 8 ace, 52% ric. pos., 33% ric. prf., 54% att., 9 muri. PIACENZA: 22 b.s., 8 ace, 39% ric.
pos., 18% ric. prf., 56% att., 13 muri.

Nella foto: il muro a tre di Perugia contro Hernandez

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY CONAD PERUGIA


Italian Time: 21:06 - 23 Mar 2017
© 2008 Lega Pallavolo Serie A