Lega Pallavolo Serie A, Via Giuseppe Rivani, 6 - 40138 Bologna - Tel +39 051 4195660 - Fax +39 051 4195619 - Partita Iva 03747920373 - email: info@legavolley.it
 
 
 
 
    ALBO D'ORO  
Stampa
Del Monte Supercoppa 2016/2017
Risultati  Calendario   
 

Scarica la cartella stampa

FOTO:
La finale 1° posto (Azimut Modena - Sir Safety Conad Perugia)
La Finale 3° posto (Cucine Lube Civitanova - Diatec Trentino)
La 2a Semifinale (Cucine Lube Civitanova - Sir Safety Conad Perugia)
La 1a Semifinale (Azimut Modena - Diatec Trentino)

Del Monte® Supercoppa 2016
PalaPanini tutto esaurito per il successo dell’Azimut Modena al tie break contro la Sir Safety Conad Perugia. E’ il terzo trofeo. Un successo maturato con un maxi recupero nel quinto set. Il capitano Petric è Del Monte® MVP
 
Risultato Finalissima Del Monte® Supercoppa 2016
Azimut Modena - Sir Safety Conad Perugia 3-2 (25-22, 19-25, 25-22, 24-26, 17-15)
 
AZIMUT MODENA: Cook 1, Petric 19, Orduna 2, Massari, Rossini (L), S. Ngapeth, E. Ngapeth 20, Le Roux 3, Piano 7, Holt 11, Vettori 14. Non entrati Onwuelo, Zanni. All. Piazza. SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Russell 18, Zaytsev 23, Della Lunga, Mitic, Berger 11, De Cecco 3, Bari (L), Birarelli 8, Podrascanin 14. Non entrati Buti, Tosi, Chernokozhev, Franceschini. All. Kovac. ARBITRI: Cipolla, Rapisarda. NOTE - Spettatori 5300, durata set: 26', 27', 29', 32', 22'; tot: 136'. MVP Petric
 
La prima istantanea della stagione 2016/17 mostra la squadra dell’Azimut Modena schierata di fronte ai tifosi del PalaPanini in festa per la conquista della seconda Del Monte® Supercoppa di fila. La prima della gestione Piazza e la terza nella storia del Club. Un successo raccolto al tie break contro la Sir Safety Conad Perugia al culmine di una gara tanto rocambolesca, quanto spettacolare e incerta, per la presenza in campo di due squadre di valore. Un risultato storico, anche perché il primo assoluto con la nuova formula allargata 4 squadre.
 
Il trofeo tricolore, posato nelle mani del capitano Petric dalla Presidente di Lega Pallavolo Serie A, Paola De Micheli, arricchisce il palmares emiliano dopo la Supercoppa vinta nella seconda edizione della torneo nel 1997 a Napoli, in cui la squadra allenata da Pupo Dall’Olio riuscì a battere per 3 a 1 l’Alpitour Traco Cuneo di Silvano Prandi, e dopo la vittoria del 2015, sempre al tie break, ma con Angelo Lorenzetti alle redini, contro la Diatec Trentino di Radostin Stoytchev.
 
Clima di sconforto per gli sconfitti, a un passo dalla prima Del Monte® Supercoppa della loro storia, consapevoli di aver sprecato un vantaggio di cinque punti e un match point al tie break dopo una partita giocata in rincorsa nel computo dei set. Grande gioia con il trofeo al cielo per gli emiliani, reduci dal triplete della seconda stagione e capaci di riprendere il cammino con un exploit nella giornata aperta dalla vittoria della Cucine Lube Civitanova al quinto set nella finalina con la Diatec Trentino e proseguita con l’euforia del palazzetto.
 
Prima della Finalissima introduzione e interviste brillanti del giornalista Lorenzo Dallari, per l’occasione secondo speaker della coppia ben assortita con Pietro Di Alessandri. Suggestiva l’esecuzione dell’Inno di Mameli suonato live a centro campo dalla Del Monte® Volley Band, che ha fatto cantare tutti insieme gli spettatori negli attimi precedenti all’ingresso degli atleti.
 
La Azimut Modena di Roberto Piazza è entrata in campo con Orduna al palleggio per l’opposto Vettori, al centro Holt e Le Roux, in banda Ngapeth e Petric, libero Rossini. I Block Devils di Slobodan Kovac hanno schierato De Cecco al palleggio per Zaytsev terminale offensivo, il capitano della nazionale Birarelli e Podrascanin al centro, Russel e Berger in banda, Bari libero in alternanza con Tosi.
 
L’avvio del match è caratterizzato dalla partecipazione sonora del pubblico. In campo equilibrio con un break per parte e le formazioni francobollate sul 12-12. Il lungolinea fuori di poco scoccato da Vettori manda avanti Perugia (14-16), che fa le prove di fuga con Birarelli (14-17). La partenza perfetta del palleggiatore De Cecco garantisce ai compagni una circolazione del pallone fluida ma sul 20-22 un’invasione perugina scovata dal Video Check riapre i giochi invertendo il 23esimo punto (21-22). Kovac chiama a rapporto i suoi. Al rientro un mani out di Petric, un attacco perugino murato, l’ace di Holt e il gioco di sponda di Petric affondano Perugia, messa kappaò da una serie negativa di 5 punti.
 
Nel secondo set la Sir Safety rientra in campo con tanta rabbia agonistica e mette sotto i padroni di casa doppiandoli nel punteggio (4-8). L’allungo arriva con il mani out targato Zaytsev e il successivo ace di Russel (10-16). I Campioni d’Italia sono in balia degli umbri che dilagano con il proprio opposto (12-20). Nel finale Modena cerca la rimonta con il servizio di Holt, autore di 7 punti nel set, ma il centrale medaglia di bronzo ai Giochi di Rio viene tradito dal nastro (19-25). Con il 68% di efficacia in attacco contro il 48% degli emiliani, i Block Devils certificano la vittoria di un parziale giocato con una discreta continuità anche al servizio.
 
Nel terzo set un giro a vuoto della Sir Safety vede una fuga in piena regola dei canarini (12-7). Fondamentale il supporto di Piano subentrato dalla panchina. Gli uomini di Kovac non mollano e si portano a - 2 sull’attacco di Russel (13-11). Come sentono la pressione, Ngapeth e compagni allungano (15-11), ma nel cuore del set sono due leggerezze degli emiliani a tenere viva la contesa (19-17). L’acuto di Zaytsev gela i tifosi modenesi sugli spalti (20-19) e sembra dare credito alle speranze di rimonta dei Block Devils. L’attacco di Petric e il muro di Piano sono come oro per Modena (23-20), almeno quanto il diagonale di Ngapeth (24-21). Alla seconda palla set l’Azimut passa con il mani out del francese (25-22).
 
Nel quarto set partenza sprint dei grifoni (3-7). La Sir Safety continua a macinare gioco e si porta sul + 8 con un tocco a rete di De Cecco (4-12). I padroni di casa puntano sul servizio per riequilibrare il parziale, ma gli avversari controllano il gioco con disinvoltura (14-19) per due terzi del match. Sul 15-22 Holt sale in cattedra al servizio aumentando il forcing (21-22). Nel finale l’errore di Vettori dai 9 metri regala due set point a Perugia, ma Podrascanin non fa meglio (23-24). Il muro di Orduna riporta in parità il set (24-24). Finale al cardiopalma con un attacco vincente e un muro di Zaytsev (24-26). Modena pericolosa al servizio, Perugia superiore in tutti gli altri fondamentali.
 
Al tie break avvio fulmineo della Sir Safety (3-8). Sul 6-9 nelle file di Perugia entra Della Lunga per Russel, ma Birarelli e Zaytsev incassano due block (8-9). Berger cerca di esorcizzare i fantasmi degli umbri (8-10). I padroni di casa inanellano tre punti di fila firmando il sorpasso con due capolavori di Ngapeth (11-10), capace di firmare anche il sigillo del 12-10. Nel finale i Block Devils riacciuffano il pareggio con il muro di Zaytsev (23-23). L’opposto degli umbri risponde a Holt e si ripete firmando il sorpasso con un ace baciato dal nastro (14-15). Petric e Le Roux capovolgono il punteggio per poi esultare sull’ace vincente di Holt (17-15).
 
Del Monte® MVP Nemanja Petric (Azimut Modena)
 
Le dichiarazioni
Roberto Piazza (allenatore Azimut Modena):Vincere è bellissimo, ma farlo a Modena penso sia davvero qualcosa di difficilmente spiegabile, è una gioia immensa, davanti a un pubblico che è stato straordinario. Complimenti a Perugia, una grande squadra, che ha dato vita a una partita di altissimo livello”.
Nemanja Petric (Azimut Modena):E’ la prima vittoria come capitano e non posso non dire che sono orgoglioso di questa Società e di questa squadra. Non era facile vincere subito, ce l’abbiamo fatta ed è stato spettacolare. Grazie ai nostri tifosi, sempre fantastici”.
 
Luciano De Cecco (Sir Safety Conad Perugia):Ci dispiace molto. Abbiamo avuto l’occasione stasera, ma non siamo riusciti a spuntarla. Abbiamo giocato al massimo delle nostre attuali possibilità, sappiamo di avere molte cose da migliorare e credo che il risultato di questa due giorni sia comunque positivo, pur se è evidente che avrei preferito vincere. Faccio i complimenti a Modena che ha fatto una gran partita. Sinceramente mi dispiace parlare dopo una sconfitta e voglio che in futuro questo cambi”.
Dore Della Lunga (Sir Safety Conad Perugia):Quando perdi una finale 17-15 al tie break forse gioca anche un po’ di fortuna, ma mi piace pensare che uno la fortuna se la procura. Quindi probabilmente Modena se l’è procurata ed ha vinto con merito. Non va sminuito nulla, perché in palio stasera c’era sempre un trofeo, ma abbiamo capito che siamo al pari delle altre, abbiamo spunti per allenarci, abbiamo un giocatore fondamentale come Atanasijevic ancora fuori ed abbiamo tempo per lavorare: la stagione ora ci metterà davanti altri trofei”.
 
Al link http://www.legavolley.it/Photogallery.asp o dal banner in home page è possibile scaricare le immagini del match
 
Albo d’oro Supercoppa Italiana
1996 Alpitour Traco Cuneo
1997 Casa Modena Unibon
1998 Sisley Treviso
1999 TNT Alpitour Cuneo
2000 Sisley Treviso
2001 Sisley Treviso
2002 Noicom Brebanca Cuneo
2003 Sisley Treviso
2004 Sisley Treviso
2005 Sisley Treviso
2006 Lube Banca Marche Macerata
2007 Sisley Treviso
2008 Lube Banca Marche Macerata
2009 CoprAtlantide Piacenza
2010 Bre Banca Lannutti Cuneo
2011 Itas Diatec Trentino
2012 Cucine Lube Banca Marche Macerata
2013 Diatec Trentino
2014 Cucine Lube Banca Marche Treia
2015 DHL Modena
2016 AZIMUT MODENA
 
Le chiamate del Video Check
 
Nel corso della Finalissima Del Monte® Supercoppa tra Azimut Modena – Sir Safety Conad Perugia le due squadre hanno chiesto per 9 volte l’intervento del Video Check.
 
Di seguito il dettaglio delle chiamate:
 
1° SET: Video Check richiesto 1 volta
20-22 (Muro Perugia)
Video Check richiesto da: Modena per verifica invasione
Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Modena (21-22)
 
2° SET: Video Check richiesto 3 volte
3-4 (servizio Zaytsev)
Video Check richiesto da: Modena per verifica fallo al servizio
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (3-5)
15-22 (attacco Russel)
Video Check richiesto da: Modena per tocco del muro
Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Modena (16-22)
16-22 (attacco Russel)
Video Check richiesto da: Perugia per verifica pallone in/out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Modena (16-22)
 
3° SET: Video Check richiesto 3 volte
3-1 (attacco Modena)
Video Check richiesto da: Modena per verifica in/out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (3-2)
9-6 (muro Perugia)
Video Check richiesto da Perugia per verifica in/out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Modena (10-6)
19-14 (servizio Ngapeth)
Video Check richiesto da Perugia per verifica in/out
Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Perugia (19-15)
 
4° SET: Video Check richiesto 2 volte
11-15 (muro Perugia)
Video Check richiesto da: Modena per verifica invasione
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (11-16)
12-17 (attacco Ngapeth)
Video Check richiesto da: Perugia per verifica pallone in/out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Modena (13-17)
 
Nel 5° SET nessuna chiamata del Video Check

Del Monte® Supercoppa

La Cucine Lube Civitanova vince la Finale per il 3° posto all’ultimo respiro contro una Diatec Trentino brillante, ma meno lucida al tie break. In campo ora al PalaPanini la Azimut Modena e i rivali della Sir Safety Conad Perugia per l’assegnazione del trofeo davanti a un pubblico caldissimo

 

Risultato Finale 3° posto Del Monte® Supercoppa

Cucine Lube Civitanova - Diatec Trentino 3-2 (23-25, 25-20, 21-25, 26-24, 20-18)

 

CUCINE LUBE CIVITANOVA - DIATEC TRENTINO 3-2 (23-25, 25-20, 21-25, 26-24, 20-18) - CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 24, Candellaro 8, Pesaresi, Kaliberda 15, Casadei 1, Jaumel, Cester 10, Grebennikov (L), Randazzo 2, Corvetta 1, Cebulj 12. Non entrati Juantorena, Stankovic. All. Blengini. DIATEC TRENTINO: Nelli 3, Antonov, Blasi, Giannelli 9, Lanza 11, Solé 14, Colaci (L), Stokr 22, Urnaut 11, Mazzone D. 12. Non entrati Burgsthaler, Mazzone T., Chiappa. All. Lorenzetti. ARBITRI: Puecher, Simbari. NOTE - Spettatori 4000, durata set: 26', 24', 30', 29', 25'; tot: 134'.

 

La partita per l’onore va alla Cucine Lube Civitanova, vittoriosa in rimonta ai vantaggi del tie break contro una Diatec Trentino sempre nel match, ma meno precisa nel punto a punto finale. I marchigiani si aggiudicano così la finalina per il terzo posto alla 21esima edizione della Del Monte® Supercoppa dopo essersi ritrovati sotto 2-1 e dopo aver annullato tre palle match ai Vice Campioni d’Europa. Le statistiche parlano di una superiorità complessiva al servizio per gli uomini di Angelo Lorenzetti, ma di un attacco lievemente più incisivo per la squadra di Gianlorenzo Blengini nell’arco di un incontro incerto fino all’ultima giocata.

 

Tante emozioni al PalaPanini con i quiz del pre-partita, le incursioni musicali della Del Monte® Volley Band, i siparietti della mascotte Mister Banana, lo stand dell’associazione di Jack Sintini e, fino a tarda sera, con le ovazioni multicolore del pubblico.

 

A offrire lo spettacolo più bello, però, sono le squadre in campo. I biancorossi di Gianlorenzo Blengini, privi di Christenson e con Juantorena in panchina, scendono in campo con Corvetta al palleggio per Sokolov opposto, la coppia italiana formata da Cester e Candellaro al centro, Kaliberda e Cebulj in banda, Grebennikov libero. La Diatec risponde con Giannelli in cabina di regia per la bocca da fuoco Stokr, al centro Solè e Mazzone, laterali Lanza e Urnaut, libero Colaci.

 

Formazione rimaneggiata per Civitanova che parte meglio e vola sul +3 dopo il salvataggio di piede in girata di Grebennikov e il diagonale all’incrocio delle linee di Sokolov (9-6). I marchigiani allungano ancora (13-8), ma alla distanza inizia a carburare Trento sulla serie al servizio di Solè (14-13). Nel punto a punto Sokolov e Kaliberda si esaltano scavando un nuovo solco (19-15). Altro calo dei biancorossi (21-20) con inevitabile pausa discrezionale di Blengini. Al rientro il muro di Solè vale il pareggio (21-21). Sul 23-23 nelle file di Trento Lanza lascia il posto a Nelli. Il muro di Mazzone (6 punti nel set) e l’ace di Giannelli (5 punti), valgono le beffa last minute (23-25) per la Cucine Lube, calata nel finale in ricezione e nelle manovre di attacco.

 

Nel secondo set un’altra buona partenza degli uomini di Blengini, avanti 8-5 sul muro di Kaliberda, che si ripete per il 10-6. Col passare dei minuti i trentini si confermano un collettivo diesel e mettono pressione agli avversari (17-16), che si affidano a Sokolov nelle fasi cruciali. Sul 21-19 Blengini cambia Corvetta con Casadei per alzare il muro. La Diatec si trova in difficoltà a impostare manovre convincenti incappando in errori gratuiti e colpi forzati per poi soccombere sulla stoccata di Cebulj (25-20). Strapotere dei biancorossi in attacco e, soprattutto, a muro.

 

Il terzo set si apre con un’ammonizione a Sokolov per proteste sul (2-2). La gara procede sul filo dell’equilibrio. L’impennata arriva con il +3 strappato dalle giocate di Stokr prima e dopo l’ace di Giannelli (10-12). Il sestetto di Lorenzetti serve meglio e scappa via (12-17). Questa volta sono i marchigiani a rifarsi sotto approfittando di qualche leggerezza della Diatec (21-22). Quando la vita si fa dura i trentini ingranano la marcia al servizio con Mazzone presente all’appello. Poi ci pensa Stokr a chiudere il parziale con una schiacciata imprendibile (21-25). Il parziale dei block è di 5-0 per Civitanova, più precisa anche nelle conclusioni (50% contro 44%).

 

Nel quarto set doccia fredda per la Diatec sulla serie in battuta di Corvetta (5-0). Sull’8-1 doppio cambio per Trento con Blasi e Nelli in campo al posto della diagonale titolare. Una mossa che consegna 7 punti consecutivi nelle tasche dei VICE campioni d’Europa (8-8), di nuovo appaiati dopo il muro di Solè. Il nono punto di fila con sorpasso arriva sull’errore di Candellaro (8-9). Le squadre procedono a braccetto e sul 17-17 Lorenzetti rimanda in campo la diagonale titolare, mentre all’azione successiva, tra i biancorossi, Cebulj lascia il posto a Randazzo. Sul 19-19 avvicendamento in cabina di regia di Civitanova con Jaumel al posto di Corvetta. Si risolve tutto nel finale: sul 23-23 Urnaut pesta la linea dei 3 metri (24-23), ma rimedia Lanza (24-24). Giannelli forza la battuta, ma trova la rete, mentre Randazzo pesca il jolly in battuta (26-24). Decisivi l’errore in più della Diatec e le percentuali d’attacco di Civitanova.

 

Al tie break la Cucine Lube è avanti 8-6 al cambio di campo dopo l’attacco out di Lanza. Il doppio Video Check chiesto da Blengini nella stessa azione, prima per la verifica del pallone in/out, poi per il tocco del muro, tiene avanti di 2 punti Civitanova (9-7). Finale thrilling con i Vice Campioni d’Europa che impattano sull’attacco out di Sokolov (13-13). La formazione di Lorenzetti annulla due palle match e ne spreca tre per poi crollare sul servizio di Cester (20-18).

 

 

Le dichiarazioni

Gianlorenzo Blengini (allenatore Cucine Lube Civitanova): Bisogna lavorare ancora tanto, con una squadra nuova, dal punto di vista dell'organizzazione del gioco e nella gestione dei vari momenti della partita. Abbiamo dovuto anche fare di necessità virtù in questa Supercoppa, visto le assenze importanti di giocatori che avevano già assimilato meccanismi perché presenti nella squadra della scorsa stagione. Non ci nascondiamo dietro queste mancanze, cerchiamo di non mollare giocando punto a punto: oggi siamo stati capaci di resistere, soffrire, accettando di essere in difficoltà per poi uscirne vincenti. Ecco, credo che questi siano gli aspetti positivi di questo torneo che chiudiamo al terzo posto”.

Tsvetan Sokolov (Cucine Lube Civitanova):Abbiamo vinto una maratona contro Trento, facendo vedere che abbiamo voluto questo successo fino in fondo. Era importante per noi, perdere è sempre brutto ma alla fine con caparbietà abbiamo concluso il torneo con una vittoria. Una Supercoppa che ha messo in mostra alcuni nostri errori, appunto gli aspetti su cui lavorare in futuro. Lo faremo subito, in vista del Campionato, sistemando tutti i piccoli dettagli che fanno una squadra grande”.

 

Angelo Lorenzetti (allenatore Diatec Trentino): Dobbiamo ancora fare tanta strada e lavorare molto, ma i nove set giocati in due giorni ci hanno fornito tante indicazioni. Nella partita odierna ci è sicuramente mancata la continuità in tanti fondamentali, ma va anche detto che siamo stati pure ingenui nel non chiudere positivamente alcuni importanti situazioni che avevamo saputo creare, specialmente nel quarto e quinto set. Sono comunque ottimista, perché in questi due giorni ho visto situazioni di gioco importanti, che in allenamento non avevo potuto apprezzare; questo dimostra che il gruppo c’è eccome”.

Simone Giannelli (Diatec Trentino):Abbiamo disputato due partite di buon livello in questo week end, ma sia Modena sia Civitanova hanno fatto qualcosa di più di noi e hanno meritato. Nonostante le sconfitte siamo però consci della nostra forza, la strada imboccata è quella giusta e da martedì torneremo in palestra con ancora maggior convinzione. Accusiamo ancora dei passaggi a vuoto, ma credo che sia normale averli in questo momento della stagione”.

 

Al link http://www.legavolley.it/Photogallery.asp o direttamente dal banner in Home Page è possibile scaricare le immagini del match

Del Monte® Supercoppa

Finale 1° posto

Domenica 25 settembre 2016, ore 17.30 (in corso di svolgimento)

Azimut Modena – Sir Safety Conad Perugia  Diretta RAI Sport

Diretta streaming su www.raisport.rai.it

 

 

Le chiamate del Video Check

 

Nel corso della Finale 3° posto della Del Monte® Supercoppa le due squadre hanno chiesto per sei volte l’intervento del Video Check.

 

Di seguito il dettaglio delle chiamate:

 

Nel 1° SET nessuna chiamata

 

2° SET: Video Check richiesto 1 volta

15-11 (muro di Corvetta)

Video Check richiesto da: Cucine Lube Civitanova per verifica pallone in/out

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla Diatec Trentino (15-12)

 

3° SET: Video Check richiesto 1 volta

16-19 (muro Cucine Lube Civitanova)

Video Check richiesto da Diatec Trentino per verifica invasione

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Cucine Lube Civitanova (17-19)

 

Nel 4° SET nessuna chiamata

 

Nel 5° SET: Video Check richiesto 4 volte

6-5 (Muro Trento) richiesto per verifica invasione

- Video check richiesto da: Cucine Lube Civitanova per verifica invasione

Decisione arbitrale invertita, punto assegnato alla Cucine Lube Civitanova (7-5)

8-7 (attacco Sokolov)

Video Check richiesto da: Diatec Trentino per verifica pallone in/out

Decisione arbitrale invertita, punto assegnato alla Diatec Trentino (8-8)

8-7 (attacco Sokolov)

Video Check richiesto da: Cucine Lube Civitanova per verifica tocco muro

Decisione arbitrale invertita, punto assegnato alla Cucine Lube Civitanova (9-7)

13-12 invasione muro Diatec Trentino

Video Check richiesto da: Cucine Lube Civitanova per verifica invasione a rete

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla Diatec Trentino (13-13)

 


Del Monte® Supercoppa

La Sir Safety Conad Perugia supera in quattro set la Cucine Lube Civitanova al PalaPanini. Domani alle 17.20 in diretta su RAI Sport la Finalissima tra i padroni di casa della Azimut Modena e i Block Devils. Alle 14.30 su Lega Volley Channel il terzo posto tra Cucine Lube Civitanova e Diatec Trentino

 

Risultato 2a Semifinale Del Monte® Supercoppa

Cucine Lube Civitanova - Sir Safety Conad Perugia 1-3 (22-25, 25-21, 29-31, 19-25)

 

CUCINE LUBE CIVITANOVA - SIR SAFETY CONAD PERUGIA 1-3 (22-25, 25-21, 29-31, 19-25) - CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 14, Candellaro 5, Pesaresi, Kaliberda 4, Juantorena 18, Casadei 2, Stankovic 9, Jaumel, Cester 3, Grebennikov (L), Corvetta 1, Cebulj 8. Non entrati Randazzo. All. Blengini. SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Russell 14, Zaytsev 21, Della Lunga, Mitic, Berger 11, De Cecco, Bari (L), Birarelli 9, Podrascanin 12. Non entrati Buti, Tosi, Chernokozhev, Franceschini, Atanasijevic. All. Kovac. ARBITRI: Simbari, Pasquali. NOTE - Spettatori 4530, durata set: 24', 23', 38', 27'; tot: 112'.

Al PalaPanini la Sir Safety Conad Perugia raggiunge l’Azimut Modena in Semifinale di Del Monte® Supercoppa grazie al successo in quattro set contro la Cucine Lube Civitanova. Domani la resa dei conti tra i padroni di casa e gli umbri che, alle 17.30 in diretta su RAI Sport (e in streaming su www.raisport.rai.it), giocheranno in gara unica una sorta di remake dell’ultima Finale Scudetto. Solo 12 i precedenti negli scontri diretti: 8 le vittorie degli emiliani che in questa Supercoppa possono contare anche sul fattore campo. Unico ex del match Nemanja Petric, pedina fondamentale dello scacchiere di Roberto Piazza che ha militato a Perugia dal 2011 al 2014.

Il ghiotto antipasto della Finalina tra Cucine Lube Civitanova e Diatec Trentino è in programma domani alle 14.30 nel tempio del volley emiliano con diretta streaming su Lega Volley Channel. I 49 precedenti pendono a favore dei Vice campioni d’Europa che si sono imposti 29 volte. Due gli ex della partita: lo schiacciatore Osmany Juantorena, in gialloblu dal 2009 al 2012, e l’opposto Tsvetan Sokolov, con una doppia esperienza a Trento, dal 2009 al 2011 e nel 2013.

Volley e solidarietà al PalaPanini con lo spazio dedicato all’associazione benefica di Jack Sintini, ancora una volta presente alla trofeo tricolore grazie alla sinergia con la Lega Pallavolo Serie A.

I tifosi delle semifinaliste dimostrano di gradire la novità del secondo speaker, con la star Lorenzo Dallari mattatore della serata fuori dal campo, in grado vivacizzare tutte le pause. Tempi morti che quest’anno sono ancora meno con l’eliminazione dei time out tecnici ai 12 punti.

Grande spettacolo anche nella seconda Semifinale, che ribadisce il verdetto maturato nei Play Off UnipolSai 2015/16 con gli ex biancorossi decisivi in tutti i parziali. Avanti di un set vinto al fotofinish, Perugia patisce il ritorno dei biancorossi per poi riscattarsi nel terzo parziale al culmine di una serie infinita ai vantaggi e dilagare nel quarto e decisivo set grazie a un avvio di ottima fattura. Sir Safety superiore nel complesso al servizio, in attacco e nella correlazione muro difesa. I marchigiani limitano i danni in ricezione e nel terzo set sembrano sul punto di compiere l’impresa, ma si sfaldano dopo “lo sgarro” degli ex Zaytsev (best scorer con 21 punti) e Podrascanin, che firmano le giocate decisive dell’incontro.

I biancorossi di Gianlorenzo Blengini, privi di Christenson, scendono in campo con Corvetta in regia per Sokolov opposto, Cester e Stankovic al centro, Juantorena e Cebulj in banda, Grebennikov libero. I Block Devils di Slobodan Kovac si presentano con De Cecco al palleggio per Zaytsev terminale offensivo al posto del convalescente Atanasijevic, il capitano della nazionale Birarelli e Podrascanin al centro, Russel e Berger in banda, Bari libero.

Perugia parte meglio del team marchigiano e si porta sul +3 con la giocata dell’ex Podrascanin (7-10). Alla sagra degli ex si aggrega anche Zaytsev con il muro del +5 (7-12). Civitanova prova a scuotersi, mentre la Sir Safety rallenta e Kovac si gioca un time out discrezionale (17-19). Letale l’ace di Berger su ricezione difettosa di Juantorena (19-23). Dopo il tocco vincente di Podrascanin gli umbri vantano 4 set point (20-24). Civitanova ne annulla due, ma si arrende al mani out di Zaytsev (22-25). Perugini dominanti in attacco e a muro.

Tiratissimo l’avvio del secondo parziale (7-7). La Sir Safety sembra avere più benzina (10-12), ma il servizio dinamitardo di Sokolov annulla il gap (13-13). Grande equilibrio in campo con Civitanova che trova in Stankovic l’uomo della provvidenza, sia in attacco che dai 9 metri. Suo l’ace del 20-18. Massimo vantaggio costruito ancora in battuta per la Cucine Lube, ma con Juantorena (23-19). Sokolov firma la prodezza del 24-20, Juantorena quella che decisiva (25-21).

L’inizio del terzo set si segnala per il solito braccio di ferro e per il punto firmato dal libero della Cucine Lube, Grebennikov (6-5). Equilibrio in campo con le squadre che si guardano negli occhi (16-16). A spezzare lo stallo è il block vincente di Podrascanin (21-23). Un altro muro, quello Del biancorosso Candellaro, impatta il set (23-23). La Cucine Lube annulla una palla set e spreca due possibilità di chiudere il parziale, poi paga dazio sulla giocata vincente di Zaytsev (26-27), prima di impattare con un dolorante Juantorena (27-27). Dopo una serie di saliscendi i soliti ex Zaytsev e Podrascanin salgono in cattedra (29-31) Vani i 10 punti di Juantorena nel parziale.

Nel quarto set Civitanova si trova subito in cattive acque e Blengini prova a reagire con la carta Kaliberda (4-9). Perugia sente un piede in Finale sul 7-12 e il tecnico dei marchigiani chiama una pausa discrezionale, ma solo il muro dell’8-14 spezza l’incantesimo. Sull’8-15 Pesaresi entra al posto di Juantorena, ma Perugia doppia i rivali (8-16) per il massimo vantaggio. Gli uomini di Blengini sono in affanno, ma non si danno per vinti e rosicchiano qualche punto (17-22). Podrascanin pesca il jolly dai 9 metri con l’ace del definitivo 19-25 che porta i Block Devils in Paradiso.

 

Le dichiarazioni:

 

Gianlorenzo Blengini (allenatore Cucine Lube Civitanova):In questa fase della stagione tutte le squadre sono al lavoro per sistemare i vari problemi di ossatura e amalgama. Inoltre, noi avevamo alcune defezioni. Dobbiamo riuscire a stare attaccati ai nostri avversari, senza mollare, resistendo. Una difficoltà a cui bisogna abituarsi. Lavoreremo per questo: solo le partite ti fanno crescere sotto questo aspetto. C'è ovviamente rammarico per la sconfitta di oggi, è evidente: peccato per il terzo set, deciso da un episodio come spesso capita quando si va ai vantaggi. C'è stata anche confusione in alcuni palloni nel finale, in entrambe le squadre, ma ripeto che questi sono aspetti che fanno parte di questa fase di inizio stagione. Peccato, se fosse capitata una situazione favorevole a noi il risultato di quel parziale sarebbe stato il contrario”.

Antonio Corvetta (Cucine Lube Civitanova):Giocare contro Perugia punto a punto è quello che ci aspettavamo. Dopo il terzo set, abbiamo fatto fatica in avvio di quarto parziale nella rotazione di posto uno: lì non siamo riusciti a colmare il gap. Un peccato, perché è stata una partita equilibrata e giocata abbastanza bene pur trovandoci a inizio stagione. Credo che dal punto di vista tecnico la nostra forza in attacco e al centro sia un dato positivo da segnare, mentre dobbiamo trovare più continuità in cambio palla. Comunque, per il livello espresso in gran parte del match, è stata una buona gara. Domani ci attende una sfida di altissimo livello con Trento, e sarà un'ulteriore occasione per crescere”.

Marko Podrascanin (Sir Safety Conad Perugia)È stata una bella partita ed una bella vittoria per noi con il finale del terzo set decisivo per l’economia del match perché poi Civitanova nel quarto è un po’ calata. Siamo in crescita ed ora ci concentriamo per la finale di domani perché vogliamo portare a casa il primo trofeo per la società e per i nostri tifosi”.

Federico Tosi (Sir Safety Conad Perugia):Superato un primo importantissimo step in questa Supercoppa. È stata una gara difficile, loro non hanno mai mollato tranne nell’ultimo set. Noi siamo stati bravissimi nel terzo, un parziale che ci ha dato sicurezza. Però non festeggiamo niente. Abbiamo vinto una partita importante che ci permette di affrontare la Finale della Supercoppa, la partita che conta. Una grande emozione vedere tanti tifosi qui a Modena”.

 

Al link http://www.legavolley.it/Photogallery.asp è possibile scaricare le immagini del match

 

Gli arbitri designati delle Finali di domenica

 

In occasione della Finali 3° posto e della Finalissima di Del Monte® Supercoppa in programma domani, domenica 25 settembre, le coppie arbitrali designate sono così formate:

 

Finale 3° posto: Cucine Lube Civitanova – Diatec Trentino

Andrea Puecher (PD) 1° arbitro (dal 2003 – Int. dal 2013)

Armando Simbari (MI) 2° arbitro (dal 2007 – Int. dal 2016)

 

Addetto al Video Check: Giulia Pelucchini

 

Finale 1° posto: Azimut Modena – Sir Safety Conad Perugia

Matteo Cipolla (PA) 1° arbitro (dal 1997)

Daniele Rapisarda (UD) 2° arbitro (dal 2002 – Int. dal 2011

 

Addetto al Video Check: Cristiano Cristoforetti

 

 

Il programma

Del Monte® Supercoppa

Finale 3° posto

Domenica 25 settembre 2016, ore 14.30

Cucine Lube Civitanova – Diatec Trentino  Diretta Lega Volley Channel

Finale 1° posto

Domenica 25 settembre 2016, ore 17.30

Azimut Modena – Sir Safety Conad Perugia  Diretta RAI Sport

Diretta streaming su www.raisport.rai.it

 

 

Le chiamate del Video Check

 

Nel corso della1a Semifinale della Del Monte® Supercoppa le due squadre hanno chiesto per otto volte l’intervento del Video Check.

 

Di seguito il dettaglio delle chiamate:

1° SET: Video Check richiesto 1 volta

17-19 (Battuta Stankovic)

Video Check richiesto da: Civitanova per verifica pallone in/out

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (17-20)

 

Nel 2° set nessuna chiamata

 

3° SET: Video Check richiesto 3 volte

6-7 (Attacco Sokolov)

Video Check richiesto da: Civitanova per verifica invasione a rete

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (6-8)

 

22-23 (Muro Candellaro)

Video Check richiesto da: Perugia per verifica invasione

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Civitanova (12-14)

 

29-30 (Muro Podrascanin)

Video Check richiesto da: Civitanova per verifica invasione a rete

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (29-31)

 

4° SET: Video Check richiesto 4 volte

0-2 (Battuta Birarelli)

Video Check richiesto da: Civitanova per pallone in/out

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (0-3)

 

1-3 (Attacco di Podrascanin)

Video Check richiesto da: Civitanova per verifica pallone in/out

Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Civitanova (2-3)

 

1-6 (Attacco Juantorena)

Video Check richiesto da: Civitanova per verifica tocco del muro

Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Civitanova (2-6)

 

15-21 (Attacco Civitanova)

Video Check richiesto da: Civitanova per verifica pallone in/out

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (15-22)

 

 

Del Monte® Supercoppa

L’evento di Modena in TV e in radio

 

Diretta Web TV a partire dalle ore 14.30

Domenica 25 settembre 2016

Finale 3° posto

Cucine Lube Civitanova - Diatec Trentino

 

Diretta Rai Sport 1 a partire dalle ore 17.30

Diretta streaming su www.raisport.rai.it

Domenica 25 settembre 2016

Finale 1° posto

Azimut Modena – Sir Safety Conad Perugia

Commento di Marco Fantasia e Claudio Galli

 

Diretta radiofonica “Set&Note” su LatteMiele e Lattemiele.com dalle 18.00

Tornano le incursioni radiofoniche di Marco Caronna sui campi del volley di Serie A. Il conduttore inaugura la nuova stagione di Set&Note raccontando in diretta le emozioni della Finalissima della Del Monte® Supercoppa.

 

Diretta Radiofonica “Domenica Sport” – Radio RAI 1 dalle 17.30

Radio RAI tornerà a parlare di volley all’interno di “Domenica Sport”, grazie all’inviata Manuela Collazzo in diretta da Modena per la Finalissima.

 

All’estero

Le TV partner della Lega Pallavolo Serie A all’estero riceveranno il commento in inglese della Finalissima di domenica 25 settembre, live dal palasport di Modena, di Daniele Vecchi.

 

beIN Sport Medio Oriente e Nord Africa trasmetterà la Finalissima Azimut Modena – Sir Safety Conad Perugia in Bahrain, Iran, Iraq, Giordania, Kuwait, Libano, Oman, Palestina, Qatar, Arabia Saudita, Siria, EAU, Yemen, Algeria, Ciad, Egitto, Libia, Gibuti, Mauritania, Marocco, Somalia, Sudan e Tunisia.

 

beIN Sport USA trasmetterà la Finalissima Azimut Modena – Sir Safety Conad Perugia negli USA e in Canada.

 

SPORTSKLUB trasmetterà la Finalissima Azimut Modena – Sir Safety Conad Perugia in Serbia, Kosovo, Croazia, Bosnia Erzegovina, Slovenia, Macedonia, Montenegro.

 

OTE trasmetterà la Finalissima Azimut Modena – Sir Safety Conad Perugia in Grecia.

 

CYTA trasmetterà la Finalissima Azimut Modena – Sir Safety Conad Perugia A Cypro.

 

SARAN TV trasmetterà la Finalissima Azimut Modena – Sir Safety Conad Perugia in India.

 

IMG (distribuzione streaming per betting – mondiali).

 


Del Monte
® Supercoppa
Davanti a più di 4500 spettatori la Azimut Modena batte 3-1 i rivali della Diatec Trentino ed è la prima finalista della manifestazione, con 30 punti di Ngapeth. L’altra finalista uscirà dalla sfida tra Cucine Lube Civitanova e Sir Safety Conad Perugia, ora in campo
 
Risultato 1a Semifinale Del Monte® Supercoppa
Azimut Modena - Diatec Trentino 3-1 (25-19, 25-23, 21-25, 25-23)
 
AZIMUT MODENA - DIATEC TRENTINO 3-1 (25-19, 25-23, 21-25, 25-23) - AZIMUT MODENA: Cook, Petric 10, Orduna 3, Massari, Rossini (L), Ngapeth 30, Le Roux 3, Piano, Holt 9, Vettori 4. Non entrati Ngapeth, Onwuelo, Salsi. All. Piazza. DIATEC TRENTINO: Nelli 4, Antonov, Blasi, Giannelli 5, Lanza 8, Solé 12, Colaci (L), Stokr 4, Urnaut 16, Mazzone 8. Non entrati Burgsthaler, Mazzone, Chiappa. All. Lorenzetti. ARBITRI: Santi, Puecher. NOTE - Spettatori 4530, durata set: 27', 27', 31', 27'; tot: 112'.
 
La Legge del PalaPanini manda in finale di Del Monte® Supercoppa Italiana i padroni di casa della Azimut Modena. Gli uomini di Roberto Piazza s’impongono in quattro set sofferti contro una volitiva Diatec Trentino dell’ex Angelo Lorenzetti, premiata dalle statistiche nei fondamentali, ma meno lucida nei testa a testa decisivi e tradita da qualche giro a vuoto. I 30 punti del best scorer Earvin Ngapeth e la capacità di stringere i denti in ricezione regalano così agli emiliani la possibilità di inseguire nella Finalissima la seconda Supercoppa consecutiva. Avati 2-0, i Campioni d’Italia soffrono le offensive dei gialloblù per quasi due set, ma spinti da un tifo incessante riacciuffano il quarto set per i capelli e chiudono i conti con la grinta a rete di Petric.
 
Euforia sugli spalti fin dal primo pomeriggio per le incursioni del giornalista Lorenzo Dallari, che inaugura la novità dell’animazione coinvolgendo i protagonisti nel pre-partita e interagendo con gli spettatori tra un duetto e l’altro con Mister Banana, mascotte della manifestazione.
 
Tanto lavoro per il Video Check System, con software rinnovato e 17 telecamere puntate sul campo tricolore della mondo per aiutare i direttori di gare nelle situazioni più difficili. Replay palpitanti sul maxi-schermo con il boato del pubblico a sottolineare le decisioni.
 
La Azimut si schiera con Orduna al palleggio per l’opposto Vettori, al centro Holt e Le Roux, in banda Ngapeth e Petric, libero Rossini. La Diatec risponde con Giannelli in cabina di regia per la bocca da fuoco Stokr, al centro Solè e Mazzone, laterali Lanza e Urnaut, libero Colaci. Tanti applausi per il nuovo tecnico di Modena Roberto Piazza, ma una grande ovazione anche per l’ex allenatore dei trentini Angelo Lorenzetti, ora sulla panchina di Trento.
 
Massimo equilibrio in campo con le due squadre che lottano su tutti i palloni (8-8). Sul mani out di Solè la Diatec va sul +2 (10-12), ma il gioco non si ferma per l’abolizione dei time out tecnici, altra novità della stagione. Ecco la svolta: i padroni di casa infilano 5 punti di fila sfruttando la mano calda di Ngapeth, una spina nel fianco dai 9 metri (15-12). Sul 18-15 tra le file di Modena entra Piano per Le Roux e la battuta di Vettori regala il +4 agli uomini di Piazza (19-15). Sul 22-18, dopo una prodezza di Ngapeth, rientra Leroux. Il nono punto personale di Ngapeth chiude il set sul 25-19. Nonostante il buon rendimento in attacco, gli uomini di Lorenzetti vengono traditi da qualche incertezza in ricezione con la seconda linea messe sempre sotto pressione dai rivali.
 
Nel secondo set i gialloblù entrano in campo con un maggior mordente e comandando il gioco spingendo Piazza alla pausa discrezionale (7-10). La situazione non cambia. Sul 7-12 Massari entra al posto di Petric nelle file di Modena ed esce prima del 12-14 firmato da Holt. Con l’incontenibile Ngapeth l’Azimut trova la chiusura del 17-17. Poi ci pensa Orduna a schiacciare una free ball per il sorpasso (18-17). Ngapeth parla un’altra lingua e schiaccia due palloni per il +3 (20-17). Quando il parziale sembra in cassaforte per i padroni di casa, Trento trova l’aggancio (23-23), ma cede sul diagonale di Petric (25-23). Grande partita di entrambi gli attacchi con Trento che viaggia con il 69% nelle finalizzazioni, ma paga una minor lucidità nel punto a punto.
 
Anche nel terzo set la Diatec parte più determinata (4-7). Alla distanza gli emiliani mettono a fuoco il mirino (13-14). Sul 12-14 il Video Check System inverte una decisione arbitrale lanciando i trentini che poi allungano (12-16). Il cartellino giallo a Lanza per proteste sul 15-18 non mina la tranquillità dei gialloblu che si mantengono a distanza di sicurezza (17-21). Un calo d’attenzione degli ospiti rischia di rovinare tutto un’altra volta. Lorenzetti chiama a rapporto la squadra sul 20-21. La pausa salutare frutta una serie di 3 punti chiusa dall’ace di Giannelli (20-24). Modena annulla una palla set prima di capitolare sulla stoccata di Urnaut (21-25). Sostanziale equilibrio nei fondamentali, ma in volata il servizio di Trento si rivela più performante.
 
Nel quarto set, con Nelli in campo per Trento, si continua a giocare a viso aperto e dopo uno sprint modenese arriva la fiammata della Diatec (7-9). L’aggancio dei canarini si concretizza con la schiacciata di Ngapeth che annulla il break (11-11). Sul 16-17 Lorenzetti cambia l’opposto. Trento trova una buona serie con il servizio di Giannelli, autore di un ace importante (17-20). Il sestetto emiliano torna nel parziale con l’ace di Ngapeth (20-21), trova il pareggio sull’invasione gialloblu (22-22) e mette la testa avanti con il block di Petric (23-22), che poi incassa a sua volta un muro nell’azione più lunga e rocambolesca del match (23-23). La volata finale sorride ai campioni d’Italia, capaci di fermare l’offensiva ospite ancora una volta con le mani aperte di Petric (25-23).
 
Le dichiarazioni
Roberto Piazza (allenatore Azimut Modena): “Non era sicuramente una gara facile, lo sapevamo, e sapevamo anche di non essere ancora al meglio, visto che lavoriamo tutti insieme da dieci giorni. Sono contento della prestazione: certo, pian piano i ragazzi si conosceranno meglio, abbiamo messo un primo tassello in questa manifestazione, ma ora la testa va a domani, l’obiettivo è vincere”.
Nemanja Petric (Azimut Modena): “Tornare al PalaPanini è stato fantastico, il nostro pubblico ci ha spinto dall’inizio alla fine e li ringraziamo, sono grandi, sempre grandi. Trento è una grande squadra, ma anche noi lo siamo, siamo stati bravi in tante occasioni, meno in altre. Favoriti domani? Non lo so e non mi interessa, io guardo Modena e credo in noi”.
 
Angelo Lorenzetti (allenatore Diatec Trentino): “Abbiamo fatto una partita in linea con le nostre aspettative di questo periodo ma non è bastata per avere la meglio di Modena. Ci resta addosso un po’ di rammarico per non aver saputo chiudere in nostro favore il secondo o il quarto set, ma visto l’andamento del match forse è più sulla seconda frazione che dobbiamo recriminare. Il tie break poteva essere alla nostra portata ma Modena è riuscita a farci male con alcuni rotazioni al servizio che sapevamo essere pericolose. Non ho però nulla da rimproverare ai ragazzi, anzi questa credo che sia un’esperienza utile per il nostro futuro. Possiamo crescere molto ed incidere anche noi di più col servizio”.
Tine Urnaut (Diatec Trentino): “Abbiamo perso diverse occasioni, specialmente nel quarto set quando non abbiamo approfittato di un promettente vantaggio. Ci è mancata continuità in fase di cambiopalla e nel servizio. È davvero con dispiacere che lo dico, perché sarebbe bastato poco di più per ottenere un grande risultato. E’ un’esperienza utile per il futuro, imparando da sconfitte come queste possiamo crescere molto”.
 
Al link http://www.legavolley.it/Photogallery.asp è possibile scaricare le immagini del match
 
 
Le chiamate del Video Check
 
Nel corso della1a Semifinale della Del Monte® Supercoppa le due squadre hanno chiesto per otto volte l’intervento del Video Check.
 
Di seguito il dettaglio delle chiamate:
1° SET: Video Check richiesto 4 volte
0-1 (Attacco Vettori)
Video Check richiesto da: Trento per verifica pallone in/out
Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Trento (0-2)
 
8-8 (Battuta Mazzone)
Video Check richiesto da: Trento per verifica pallone in/out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Modena (9-8)
 
19-16 (Attacco Urnaut)
Video Check richiesto da: Trento per verifica tocco del muro
Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Trento (19-17)
 
21-17 (Battuta Petric)
Video Check richiesto da: Modena per pallone in/out
Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Modena (21-17)
 
2° SET: Video Check richiesto 1 volta
23-21 (Attacco di Petric)
Video Check richiesto da: Modena per tocco a muro
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (23-22)
 
3° SET: Video Check richiesto 3 volte
6-7 (Pipe di Lanza)
Video Check richiesto da: Trento per verifica tocco del muro
Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Trento (6-8)
 
12-14 (Battuta Solè)
Video Check richiesto da: Trento per verica pallone in/out
Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Trento (12-15)
 
16-19 (Attacco Vettori)
Video Check richiesto da: Modena per verifica pallone in/out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Trento (16-20)
 
Nel 4° SET nessuna richiesta


Del Monte® Supercoppa
Questa mattina il taglio del nastro in Comune a Modena. Sabato 24 e domenica 25 settembre l’esordio della nuova formula a quattro. Semifinali con Azimut Modena - Diatec Trentino e Cucine Lube Civitanova - Sir Safety Conad Perugia
 
Si è tenuta questa mattina presso la sala di rappresentanza del Comune di Modena la conferenza stampa di presentazione della Del Monte® Supercoppa. L’evento, con una inedita formula a quattro, sancirà il prossimo 24 e 25 settembre l’avvio della 72a stagione di Serie A al PalaPanini.
 
A Modena esordirà la nuova formula, non più sfida singola ma poker di match: in campo, le squadre coi migliori pass di qualificazione europea 2016/17. Seguendo il criterio di qualificazione alle Coppe Europee, Azimut Modena (migliore qualificata di Champions League) sfiderà la Diatec Trentino (CEV Cup 2017) in Semifinale, mentre le altre due partecipanti alla Champions League, Cucine Lube Civitanova – Sir Safety Conad Perugia, daranno vita all’altra sfida del sabato. Domenica la finale 3° posto e, a seguire, la finalissima per il trofeo Del Monte®.
 
La nuova stagione ricomincia davanti alle stesse tribune che avevano salutato l’8 maggio il titolo di Campione d’Italia della squadra emiliana, in una stagione che era iniziata per Modena nel migliore dei modi proprio al PalaPanini con la conquista della Del Monte® Supercoppa 2015.
 
L’edizione numero 21 vede per la quarta volta Modena in campo e sempre per la quarta volta il PalaPanini come sede. Modena ha vinto due volte la manifestazione: nel 1997, alla seconda edizione, e lo scorso anno in un emozionante tie break contro la Diatec Trentino. Per la squadra trentina è la settima partecipazione: Trento ha colto due vittorie (2011 e 2013). La Lube per otto volte è scesa in campo in Supercoppa, vincendola quattro volte. E’ la prima volta in assoluto per Perugia.
 
Sul campo tricolore della Mondo il pallone Mikasa MVA 200 sarà controllato dal Video Check System che, come per tutta la stagione a venire sia in SuperLega che in Serie A2 UnipolSai, offrirà agli allenatori anche la verifica dei tocchi del muro.
 
Semifinali e Finale 3° posto saranno trasmesse da Lega Volley Channel, la sfida di Finale sarà trasmessa in diretta da RAI Sport e da decine di Paesi all’estero collegate via satellite con il campo emiliano.
 
Si apre una stagione con nuove sfide dopo le vittorie dello scorso anno – ha commentato il Sindaco di Modena, Gian Carlo Muzzarelli – ed è bello che la stagione si apra a Modena, capitale del volley, in un palazzetto pieno di storia. Impegno, passione e determinazione saranno ancora una volta gli ingredienti chiave per raggiungere gli obiettivi”. Il sindaco ha poi ricordato che “quello che si apre con la sfida di oggi sarà un anno importante per il PalaPanini che ospiterà le celebrazioni per i 50 anni della Panini, che stiamo già organizzando, mentre, dal punto di vista strutturale, è già stato deliberato l’intervento straordinario di manutenzione”.
 
L’Assessore allo Sport Giulio Guerzoni aggiunge: “Siamo molto soddisfatti che la Supercoppa arrivi a Modena per il secondo anno consecutivo: è una città che vive di pallavolo come testimoniano i tanti appassionati, che hanno riempito il PalaPanini anche negli anni in cui la squadra di casa non giocava. Un ringraziamento grande va alla squadra che con i suoi successi ha riportato la città dove è sempre stata, e dove la sua tradizione e l’affetto dei suoi tifosi la collocano, al centro della scena”.
 
Dopo il saluto del Consigliere Federale FIPAV Vasco Lolli, che ha ricordato felice quanto l’onda lunga dell’argento di Rio aiuterà la promozione dell’evento, è stata la volta del Direttore Generale dell’Azimut Modena, Andrea Sartoretti. La società, che collabora con la Lega Pallavolo Serie A per organizzare l’evento, sta avendo grandi riscontri dalla prevendita: “Siamo ai 4000 abbonamenti per la due giorni venduti e se queste ore saranno ancora di successo al botteghino confidiamo in un tutto esaurito”.
 
Insieme al saluto di Silvano Brusori, presidente della FIPAV Emilia Romagna, ha salutato i giornalisti presenti l’Amministratore Delegato della Lega Pallavolo Serie A, Massimo Righi. “Sarà una Del Monte® Supercoppa piena di novità. Dalla diretta che oltre da RAI sarà trasmessa in tanti Paesi stranieri e per la prima volta in India fino alla formula avvincente, con 4 squadre di livello mondiale. Non basta: puntiamo molto sull’intrattenimento del pubblico, con un ospite di eccezione come Lorenzo Dallari a condurre interviste sul campo. Sarà anche la prima partita in Italia senza time out tecnici. Ci aspettiamo un evento di successo, introdotto dalla firma di 11 medaglie azzurre”.

 




Del Monte® Supercoppa
Orari e biglietteria per le sfide tra Azimut Modena, Diatec Trentino, Cucine Lube Civitanova e Sir Safety Conad Perugia
 
Grande attesa per la 21esima edizione della Del Monte® Supercoppa, che sabato 24 e domenica 25 settembre porta al PalaPanini una grande sfida a quattro: in campo, le squadre coi migliori pass di qualificazione europea 2016/17.
 
Quattro anche i match che saranno giocati, compresa la finale per il 3° posto. Questa gara e le Semifinali saranno trasmesse da Lega Volley Channel, la sfida di Finale sarà trasmessa in diretta da RAI Sport e da decine di tv all’estero collegate via satellite con il campo emiliano.
 
Seguendo il criterio di qualificazione alle Coppe Europee, Azimut Modena (migliore qualificata di Champions League) sfiderà la Diatec Trentino (Coppa CEV 2017) in Semifinale, mentre le altre due partecipanti alla Champions League, Cucine Lube Civitanova – Sir Safety Conad Perugia, daranno vita all’altra sfida del sabato.
 
Ecco il programma gare, mentre la biglietteria dell’evento apre ufficialmente domani, venerdì.
 
I match
 
Del Monte® Supercoppa - Semifinali
Sabato 24 settembre 2016, ore 16.00
Azimut Modena – Diatec Trentino  Diretta Lega Volley Channel
Sabato 24 settembre 2016, ore 18.30
Cucine Lube Civitanova – Sir Safety Conad Perugia  Diretta Lega Volley Channel
 
Del Monte® Supercoppa - Finali
Domenica 25 settembre 2016, ore 14.30
Finale 3° posto  Diretta Lega Volley Channel
Domenica 25 settembre 2016, ore 17.30
Finale 1° posto  Diretta RAI Sport
 
 
Biglietti
 
Scatta venerdì 9 settembre la vendita dei biglietti acquistabili presso i punti vendita Vivaticket oppure online su www.vivaticket.it
 
I settori di curva sono interamente destinati alle tifoserie organizzate delle quattro squadre partecipanti.
 
Sarà possibile acquistare abbonamenti validi per Semifinali e Finali nei seguenti settori:
Gradinata Numerata (intero 40 euro, ridotto 36 euro)
Distinti Numerati (intero 50 euro, ridotto 44 euro)
Parterre Laterale (65 euro prezzo unico)
Parterre Centrale (85 euro prezzo unico)
 
La categoria ridotto è riservata agli under 18. L’ingresso gratuito è riservato agli under 3 (in braccio ad un adulto).
 
In questa prima fase saranno messi in vendita solo gli abbonamenti validi per entrambe le giornate di gara. A partire dal 20 settembre, salvo esaurimento posti, saranno in vendita anche i biglietti per le singole giornate di gara.


Del Monte® Supercoppa

A Modena l’anteprima della stagione 2016/17. Sabato 24 e domenica 25 settembre l’esordio della nuova formula a quattro: Semifinali con Azimut Modena contro Diatec Trentino, Cucine Lube Civitanova opposta a Sir Safety Conad Perugia

La Del Monte® Supercoppa torna per l’edizione 2016 al PalaPanini. A Modena esordirà la nuova formula, non più sfida secca ma poker di match: in campo, le squadre coi migliori pass di qualificazione europea 2016/17. La nuova stagione ricomincia davanti alle stesse tribune che avevano salutato l’8 maggio il titolo di Campione d’Italia della squadra emiliana, in una stagione che era iniziata per Modena nel migliore dei modi proprio al PalaPanini con la conquista della Del Monte® Supercoppa 2015.

Sono particolarmente felice di annunciare l’apertura della stagione in una piazza storica del volley – commenta la Presidente della Lega Pallavolo Serie A, Paola De Micheli. - La Del Monte® Supercoppa è una grande sfida italiana, ma di fatto è un evento di livello mondiale, che vedrà impegnati in campo tanti giocatori impegnati in questi giorni alle Olimpiadi in Brasile. Non solo. La nuova formula coinvolge da quest’anno quattro Club, e quadruplica gli applausi: due semifinali e due finali per garantire un week-end di agonismo puro”.

L’edizione numero 21 vede per la quarta volta Modena in campo e sempre per la quarta volta il PalaPanini come sede. Modena ha vinto due volte la manifestazione: nel 1997, alla seconda edizione, e lo scorso anno in un emozionante tie break contro la Diatec Trentino. Per la squadra trentina è la settima partecipazione: Trento ha colto due vittorie (2011 e 2013). La Lube per otto volte è scesa in campo in Supercoppa, vincendola quattro volte. E’ la prima volta in assoluto per Perugia.

Sul campo tricolore della Mondo il pallone Mikasa MVA 200 sarà controllato dal Video Check System che, come per tutta la stagione a venire sia in SuperLega che in Serie A2 UnipolSai, offrirà agli allenatori anche la verifica dei tocchi del muro.

La sfida di Finale sarà trasmessa in diretta da RAI Sport e da decine di tv all’estero collegate via satellite con il PalaPanini.

Seguendo il criterio di qualificazione alle Coppe Europee, Azimut Modena (migliore qualificata di Champions League) sfiderà la Trentino Diatec (Coppa CEV 2017) in Semifinale, mentre le altre due partecipanti alla Champions League, Cucine Lube Civitanova – Sir Safety Conad Perugia, daranno vita all’altra sfida del sabato. Domenica la finale 3° posto e la finalissima per il trofeo Del Monte®.

 

I precedenti, dal 1996

 1996 – CUNEO, 22 settembre

Alpitour Traco Cuneo – Sisley Treviso   3-1 (15-12, 15-7, 11-15, 15-11)

1997 – NAPOLI, 20 settembre

Casa Modena Unibon – Alpitour Traco Cuneo   3-1 (7-15, 15-11, 15-8, 15-13)

1998 – TREVISO, 6 dicembre

Sisley Treviso - Casa Modena Unibon   3-0 (15-6, 15-12, 15-12)

1999 – TRIESTE, 26 settembre

Tnt Alpitour Cuneo - Sisley Treviso   3-1 (25-21, 25-19, 23-25, 25-19)

2000 – RIETI, 14 ottobre

Ford per Il Bambino Gesù Roma - Sisley Treviso   0-3 (22-25, 20-25, 20-25)

2001 – FAVARA (AG), 21 settembre

Sisley Treviso – Lube Banca Marche Macerata   3-0 (28-26, 25-23, 25-22)

2002 – MODENA, 19 ottobre

Noicom Brebanca Cuneo - Meta Daytona Modena   3-0 (25-18, 25-20, 25-15)

2003 - RAVENNA, 23 ottobre

Sisley Treviso - Lube Banca Marche Macerata   3-1 (25-18, 19-25, 25-11, 25-21)

2004 - ROSETO DEGLI ABRUZZI (TE), 12 ottobre

Sisley Treviso - Bre Banca Lannutti Cuneo   3-0 (25-19, 27-25, 25-15)

2005 – MILANO, 6 ottobre

Sisley Treviso – Tonno Callipo Vibo Valentia   3-0 (25-17, 25-23, 27-25)

2006 – PESARO, 14 settembre

Lube Banca Marche Macerata – Bre Banca Lannutti Cuneo   3-1 (18-25, 25-21, 25-18, 25-21)

2007 – TRIESTE, 24 settembre

Sisley Treviso – M. Roma Volley   3-0 (25-19, 25-19, 25-21)

2008 – FIRENZE, 20 settembre

Itas Diatec Trentino – Lube Banca Marche Macerata   0-3 (34-36,19-25, 19-25)

2009 – FROSINONE, 20 settembre

Copratlantide Piacenza - Lube Banca Marche Macerata   3-2 (25-19, 24-26, 20-25, 25-20, 20-18)

2010 – TORINO, 29 dicembre

Bre Banca Lannutti Cuneo - Itas Diatec Trentino   3-0 (25-20, 25-23, 25-22)

2011 – CAGLIARI, 1 novembre

Itas Diatec Trentino – Bre Banca Lannutti Cuneo   3-1 (25-22, 25-20, 18-25, 25-20)

2012 – MODENA, 30 settembre

Cucine Lube Banca Marche Macerata - Itas Diatec Trentino   3-2 (25-23, 19-25, 28-26, 20-25, 15-11)

2013 – TRENTO, 9 ottobre

Diatec Trentino - Cucine Lube Banca Marche Macerata 3-0 (25-23, 25-23, 25-21)

2014 – BRINDISI, 14 ottobre

Cucine Lube Banca Marche Treia – Copra Piacenza 3-2 (25-15, 26-24, 20-25, 18-25, 15-12)

2015 – MODENA, 24 ottobre

Diatec Trentino – DHL Modena 2-3 (37-35, 23-25, 23-25, 25-23, 11-15)


Italian Time: 22:53 - 25 Giu 2017
© 2008 Lega Pallavolo Serie A