Chiacchierando con “il Guerriero”

Il riposo dovuto alla Coppa Italia di A2, per l’Isernia Volley termina questa sera con la seduta di allenamento al PalaFraraccio eccezionalmente fissata alle ore 21:00.
Prima di pensare al prossimo turno in programma sabato Santo, abbiamo fatto una chiacchierata con Antonio Costantini, o meglio, “Il Guerriero” come lo avevano soprannominato qualche anno fa a Forlì.
Il centrale di Lanciano ci parla del buon momento della sua squadra e del 60° campionato Serie A2 TIM, esordendo con un’espressione che è tutto un programma:
“60° campionato??? Ne ho fatti 15!!!”

Antonio Costantini – grande conoscitore della Serie A2 – cosa pensa di questo campionato?
“Campionato equilibratissimo, al di là di ogni previsione. Equilibrio che domina soprattutto nelle ultime 10 posizioni e che rende assai interessante questa ultima parte della stagione regolare. In questo momento, sbagliare una gara significa essere risucchiati nella zona retrocessione, pertanto l’attenzione deve essere alta per tutti.”

Dopo un periodo “buio”, l’Isernia Volley ha ritrovato la “luce” e i giusti equilibri…
“Io non parlerei di luce…è tutta questione di equilibri; finalmente da un mese siamo riusciti ad allenarci e a giocare sempre con la stessa formazione. Ciò ha consentito di oliare certi meccanismi e sincronismi tra i giocatori che scendono in campo che in precedenza non potevano essere creati a causa dei tanti infortuni e malanni che ci hanno colpito.”

I positivi risultati sono anche il frutto della notevole crescita del giovane palleggiatore Libraro,qualche consiglio per lui?
“Indubbiamente. Antonio è cresciuto molto: si è ritrovato addosso una grossa responsabilità e ha saputo farsene carico. Posso dirgli di continuare a lavorare con intelligenza e di non accontentarsi di quello che si fa e di quello che si raggiunge. In allenamento gli ripeto spesso di non accontentarsi mai del palleggino, del semplice appoggio, del semplice muro, ma di fare sempre qualcosa in più, solo così si cresce!”

In questo momento quanto credete alla salvezza?
“Alla salvezza abbiamo sempre creduto, anche perché consapevoli che la posizione da noi occupata era più frutto di situazioni esterne imponderabili, che di nostre mancanze. A maggior ragione ci crediamo in questo momento: la salvezza è un traguardo difficile, ma non impossibile ed è un traguardo importante per tutto il movimento pallavolistico molisano.”

La Fossa del Drago sta ricevendo elogi anche fuori dai confini regionali e dal mondo del volley, da giocatore quanto fa piacere giocare davanti a un pubblico così?
“Il tifo “focoso” come quello dell’Isernia Volley non è solo piacevole, ma è lo stimolo in più per qualunque giocatore e per l’intera squadra. I nostri tifosi devono continuare così e non mollare prima di noi quando ci si trova di fronte ad una difficoltà. Gli elogi da fuori regione sono più che meritati e diciamo pure che hanno una squadra che è da stimolo a tifare di più!!!”

Anna Palermo
area Comunicazioni ISERNIA VOLLEY
press@iserniavolley.it
www.iserniavolley.it