Leonardo Rodrigues, “Taviano, eccomi”

Brasiliano, ventisette anni, 204 centimetri di muscoli e potenza, opposto. Leonardo Rodrigues, uno dei tre nuovi stranieri della Salento d’amare Taviano, è arrivato nel Salento ieri pomeriggio, giornata di riposo per la truppa che agli ordini di Flavio Gulinelli ha concluso la prima settimana di preparazione in vista del prossimo torneo di A2.
Leo Rodrigues, punta di diamante nella scorsa stagione dell’Ajaccio (Pro A della Francia), ha trascorso oggi la sua prima giornata con i nuovi campagni di squadra e saggiato l’ambiente che sarà la sua nuova famiglia. Come anche per tutti gli effettivi in organico, per lui in mattinata pesi e corsa, mentre in serata ha avuto modo di calcare per la prima volta il terreno di gioco del “William Ingrosso”, per la consueta seduta tecnica pomeridiana.
“Sono molto contento di giocare nella Salento d’amare – ha detto Rodrigues -. Già stamattina ho avuto modo di parlare con il tecnico, i dirigenti, i miei nuovi compagni di squadra, e mi sono trovato subito in sintonia su tutto. C’è un bell’ambiente e questo non può che facilitare il mio inserimento e farmi trovare preparato per l’inizio del campionato. Le mie caratteristiche tecniche? Lascio che siano gli altri a giudicarmi. Io posso solo dire che ce la metterò tutta e mi impegnerò al massimo, come del resto ovviamente faremo tutti, per onorare la maglia, vincere, e far divertire i nostri tifosi”.

SALENTO D’AMARE TAVIANO – AREA COMUNICAZIONE
Daniele Greco (347.5914219)