Squadra nuovamente al lavoro agli ordini di Radostin Stoytchev

Trento, 26 agosto 2008

Un’altra doppia seduta giornaliera nella giornata di oggi per l’Itas Diatec Trentino. Dopo l’allenamento prevalentemente fisico di questa mattina, nel pomeriggio la squadra ha sostenuto una seduta tecnica nuovamente agli ordini di Radostin Stoytchev.
L’allenatore bulgaro Campione d’Italia è infatti rientrato a Trento nel primo pomeriggio di oggi, dopo aver trascorso l’ultima settimana a Pechino per seguire le fasi finali del torneo olimpico maschile. Arrivato al PalaTrento Rado ha subito diretto l’allenamento pomeridiano assieme al suo secondo Sergio Busato che nell’ultima settimana aveva fatto le sue veci.
L’Olimpiade di Pechino – ha raccontato Stoytchev poco prima di iniziare l’allenamento – è stata un evento organizzato in maniera eccellente; tutto era stato preparato nei minimi dettagli ed è stato davvero un piacere oltre che un onore essere presente ad una manifestazione tanto importante, non solo dal punto di vista prettamente sportivo. Passando a parlare del torneo olimpico, posso dire che dal mio punto di vista ho potuto notare un buon livello anche se ad essere sincero forse mi sarei aspettato ancora qualcosa in più. Gli Stati Uniti hanno assolutamente meritato la vittoria finale perché sono stati capaci di affrontare con coraggio ed ottimo rigore tattico qualsiasi tipo di avversario. Fra le altre squadre la Russia poteva puntare a qualcosa di più, ma forse ha sentito troppo la pressione di dover fare un grande risultato, mentre il Brasile non è apparsa più la squadra del passato e ora è atteso ad un importante ricambio generazionale”.
A Pechino l’allenatore bulgaro ha potuto osservare da vicino i quattro atleti della Trentino Volley. “Nonostante nessuno dei quattro abbia ottenuto una medaglia, la loro Olimpiade mi è piaciuta – continua Stoytchev – ; tutti sono apparsi in buona forma e sono sinceramente molto dispiaciuto che Birarelli non sia riuscito a vincere almeno il bronzo perché credo che l’avrebbe meritato appieno. Lui e Winiarski sono due colonne portanti delle rispettive nazionali; ho visto entrambi molto motivati e regolari durante tutto l’arco della manifestazione. Kaziyski invece è cresciuto costantemente di condizione durante il torneo mentre Grbic si è confermato su livelli di assoluta eccellenza, ma non c’è da stupirsi: oltre ad un ottimo campionato Nikola infatti aveva già giocato anche una grande World League. Sono contento della loro Olimpiade e li aspetto presto in palestra”.
Dalla settimana prossima, con la sola eccezione di Winiarski e forse anche di Zygadlo (ancora impegnati con la nazionale), l’intera rosa sarà finalmente a disposizione dello staff tecnico per iniziare a preparare al completo i primi impegni ufficiali della stagione. “In questo periodo continueremo a lavorare molto sia dal punto di vista fisico sia su quello tecnico – conclude l’allenatore trentino – ; da lunedì, con tutti i giocatori a disposizione, inizieremo a dare un’impronta più definita al nostro gioco ma sono conscio che ci attende molto lavoro per arrivare a buoni risultati”.
Dopo la doppia seduta odierna, domani la squadra si allenerà solo di mattina, mentre nel pomeriggio visiterà il Trentino Volley BIG Camp 2008, salendo sul Monte Bondone di Trento.

Nella foto in alto scattata da Marco Trabalza l’allenatore della Trentino Volley Radostin Stoytchev

Trentino Volley S.p.A.
Ufficio Stampa

Francesco Segala
francesco.segala@trentinovolley.it