L’arma segreta della Nava contro Massa: Daniele Tomassetti

Dopo la prima vittoria da tre punti della stagione, la Nava Gioia si gode un inizio di settimana di relativa tranquillità. Il campionato, infatti, non concede tregua e domenica prossima sul campo del Crema sarà ancora battaglia.
La partita con Massa ha lasciato, oltre alla soddisfazione, anche la curiosità per un Tomassetti in versione inedita, ma efficacissima, in posizione di opposto negli ultimi decisivi momenti del quarto set.
Sei stato uno dei protagonisti della vittoria di domenica con dei muri e un attacco da seconda linea nei momenti topici dell’incontro. Come hai vissuto la gara?
“E’ stata una gara combattuta ma molto importante; affrontavamo l’ultima in classifica e ci tenevamo a conquistare una vittoria piena per uscire da questo periodo negativo. Sono certamente felice di aver contribuito al successo della Nava; sono entrato sul terreno di gioco per sostituire Cetrullo che aveva qualche noia muscolare. E’ stata una soluzione improvvisata e di emergenza quella di giocare opposto a De Giorgi; ho fatto, come al solito, del mio meglio ed è andata benissimo con due muri in prima linea, e un attacco vincente poi, fondamentali per far nostra la gara”.
Cosa ti aspetti dal prosieguo del campionato della Nava, man mano che troverete la giusta alchimia di squadra?
“Proveremo a fare più punti possibile e ad affrontare ogni gara come fosse una finale; è l’unico modo per poter recuperare il terreno perso in un inizio di stagione abbastanza sfortunato. Certo raggiungere l’ottavo posto, disputare la Coppa Italia, e , successivamente, poter giocare i play-off, sono gli obiettivi che ci eravamo proposti e che cercheremo di raggiungere con la massima determinazione possibile”.
Su quali aspetti tecnici pensi si debba lavorare maggiormente e si possa crescere?
“Al di là di quegli aspetti fondamentali quali il muro, la difesa e l’attacco, su cui quotidianamente ci alleniamo in palestra, a mio avviso dovremmo migliorare nel rigiocare le palle vincenti e nell’essere più cinici in quei frangenti in cui la gara si decide. Spesso commettiamo degli errori in sequenza che vanificano quanto di buono fatto nel corso dell’intero set; dobbiamo essere più bravi a mantenere uno stesso ritmo di gioco e a comportarci da squadra”.
Per quanto concerne il tuo bilancio personale di questo campionato: ti aspettavi di essere impiegato con più continuità?
“ Venendo a Gioia del Colle sapevo bene di dover fare il terzo centrale; dall’inizio del campionato mi sto allenando con costanza per farmi trovare pronto ogni qual volta il mister avrà bisogno di me. Spero di trovare i miei spazi e di contribuire ai successi della Nava Gioia del Volley”.

Ufficio Stampa
Nava Gioia del Volley

Giuseppe Grazioso
Brandcore srl

Mob. +39 340 1396425
E-Mail: media@gioiadelvolley.it