“Un sabato di festa”: iniziative e buffet offerto ai tifosi per l’esordio casalingo della Gas Sales con Catania

“Un sabato di festa” targato Gas Sales Piacenza Volley: il PalaBanca riapre per un incontro ufficiale di pallavolo che manca nella nostra città da sei mesi. Era il 7 aprile quando la squadra biancorossa alzò bandiera bianca di fronte a Monza nei play off per il quinto posto. Allora si trattava di Superlega, adesso la neonata realtà riparte dalla A2 affrontando sabato alle 20.30 l’Elios Messaggerie Catania. Per trasformare l’esordio stagionale in un evento i vertici della società hanno messo in atto una serie di iniziative dedicate ai tifosi, iniziando con un buffet aperto a tutti (abbonati e sostenitori che assisteranno alla partita) offerto da Gas Sales e da Sottozero. Appuntamento alle 19 nel foyer del PalaBanca, poi dalle 20.30 tutti sulle tribune per sostenere la formazione di Massimo Botti, che ha esordito domenica scorsa superando in trasferta Cantù in rimonta. Tribune che dirigenti, staff e giocatori si augurano siano colorate di biancorosso: la società offre l’ingresso gratuito a tutti i tesserati Fipav minorenni (previa comunicazione dei nominativi alla Gas Sales Volley) e condizioni di particolare vantaggio per i genitori dei giocatori e gli studenti universitari che vorranno acquistare l’abbonamento. A oggi le tessere vendute hanno sfondato quota 500, ma i “ritardatari” avranno tempo per comperarle anche sabato dalle 9 alle 12 e dalle 19 fino all’inizio dell’incontro.

Sarà una serata davvero da ricordare, a sottolineare il fischio d’inizio anche per la nuova società: prima del via Gianfranco Curti in rappresentanza della Gas Sales, l’avvocato Corrado Sforza Fogliani per la Banca di Piacenza e Gian Paolo Ultori per il Comune effettueranno un taglio del nastro come simbolo di un nuovo inizio alla presenza del Vescovo, Monsignor Gianni Amborsio. I giocatori delle due squadre indosseranno le magliette “Genova nel cuore”, realizzate per rendere omaggio alle 43 vittime del crollo del ponte Morandi e con l’obiettivo di raccogliere fondi per gestire l’emergenza provocata dalla tragedia. Un’iniziativa realizzata dal Rotary di Genova in collaborazione con il Rotaract di Piacenza che sarà presente all’evento. Ad animare le fasi precedenti l’incontro e l’intervallo fra i set penseranno Arte Danza di Fiorenzuola e L’Angolo di danza di Alseno

Una gara che non si preannuncia semplice per Fei e compagni, chiamati ad affrontare una Catania partita con il piede giusto grazie al netto 3-0 rifilato a Pordenone, incapace di superare quota 18 di fronte ai siciliani. Attenzione ai massimi livelli dunque per i biancorossi, che già a Cantù hanno capito di non potersi distrarre. «Sappiamo bene – sono le parole di Matteo Paris, esperto regista della Gas Sales Piacenza Volley – che contro di noi ogni avversario darà sempre il massimo. Portiamo sulle spalle un nome importante, logico che tutti cerchino il colpaccio». E perché sia davvero “Un sabato di festa” non basterà l’aperitivo pregara, i tifosi vorranno esultare anche sugli spalti.

L’ANGOLO DI DANZA

L’Angolo di Danza è una associazione sportiva dilettantistica e di promozione sociale presente sul territorio di Alseno da ormai 18 anni. Nata inizialmente solo come scuola di ballo, ad oggi annovera anche numerosi corsi di fitness, ci sono 8 discipline legate al mondo della danza e 7 discipline legate al mondo del fitness con uno staff insegnanti che conta 9 istruttori qualificati tra cui un personal trainer laureato in scienze motorie che segue non solo corsi ma anche allenamenti personalizzatiLo scopo della nostra scuola oltre quella chiaramente di insegnare la disciplina della danza e la cura del proprio corpo attraverso le discipline più sportive, è anche quello di fornire la possibilità di aggregazione fra le persone, fondamentale per noi sono i lavori di gruppo e lo stare insieme delle persone.Durante l’anno partecipiamo a varie manifestazioni e galà, il lavoro di studio di 8 mesi porta poi alla realizzazione di uno spettacolo di fine anno che viene presentato in teatro.