CONAD REGGIO ESCE SCONFITTA DA LA BASTIA, DOPO UN MATCH EMOZIONANTE CONTRO LIVORNO

Una partita emozionante dal primo all’ultimo punto. Conad Reggio esce stasera dalla palestra La Bastia dopo un match vivo, appassionato e carico. Un punto alla squadra reggiana, e due alla padrona di casa Acqua Fonteviva.

Fin dai primi punti il ritmo della partita è sostenuto, le due squadre quasi equivalenti in classifica portano in campo un gioco egualmente determinato. Conad mantiene il vantaggio, e nonostante l’ace  di Loglisci il Livorno perde il servizio: siamo 8 a 6 per Reggio. Acqua Fonteviva resta sempre a in agguato, mentre l’attacco di Zonca fa guadagnare al Livorno punti importanti. Su un errore di formazione di Conad si arriva al pareggio (13 pari). Bellei in attacco riporta in vantaggio Reggio, e dopo un attacco out di De Santis coach Montagnani chiama time out: siamo 15 a 13 per Conad. Livorno pare demoralizzarsi, ma è sempre Zonca in attacco a risollevare gli animi, e l’opposto De Santis non è da meno. La situazione pare ribaltarsi, Conad subisce in difesa, e quando si arriva 21 pari coach Mastrangelo chiama time out. Un muro a tre blocca l’attacco di Bellei, e Livorno passa in vantaggio di un punto. Il finale procede punto a punto, e La Bastia si scalda mentre nessuna delle due squadre riesce a chiudere il set. Livorno vince il set 1 su un ace di Zonca.

Reggio inaugura il secondo set con tre punti di vantaggio su Livorno, e li mantiene per tutta la prima parte (8 a 5 per Conad). Quando Paoli in attacco subisce il muro reggiano, coach Montagnani opta per il time out. Dopo un ace di Zonca e un pallonetto corto di De Santis, Livorno inizia ad avvicinarsi. Con Bellini al servizio e grazie al muro Benaglia-Fabroni, Reggio avanza ancora fino al 15 a 11. Sempre Bellini, in attacco da seconda linea, dà sicurezza alla squadra del tricolore. Coach Montagnani chiama time out quando Conad raggiunge i cinque punti di vantaggio (20 a 15). Capitan Fabroni blocca a muro l’attacco di Loglisci, il quale però si rifà all’azione successiva. Conad raggiunge il set point su un errore al servizio di De Santis, e il set si chiude su un altro errore in battuta, stavolta di Loglisci.

Stavolta è Livorno a partire in vantaggio, e su un ace di Paoli c’è il primo raddoppio (4 a 2). Conad raggiunge Livorno sull’8 pari, ma Zonca al servizio continua a determinare il vantaggio della padrona di casa. Bellini in attacco da seconda linea resta implacabile, e Conad riesce ad imporre il suo ritmo di gioco: sul 14 a 12 per Reggio, ecco il time out per Livorno. La squadra di Mastrangelo inizia la sua ripresa, con più sangue freddo in difesa e a muro. Il duo Bellei-Bellini agli angoli della prima linea continua a portare punti, e su un errore di Zonca al servizio si arriva 21 a 17 per Conad.

Per quanto determinata a portare a casa il set, Conad non riesce a prendere un distacco netto da Livorno. Il morale di Acqua Fonteviva comunque non è alle stelle, e coach Montagnani chiama time out sul 23 a 20 per Reggio. Nonostante un primo tempo di Maccarone risollevi per un attimo gli animi livornesi, Conad raggiunge i 24 punti e porta a casa il terzo set con un attacco di Bellini.

Livorno parte in vantaggio anche al quarto set, ma Reggio recupera subito e si arriva alla parità. Benaglia a muro continua a lasciare poco ossigeno all’attacco livornese, e porta Conad in vantaggio con un ace perfetto nell’angolo di zona cinque. Livorno non molla la presa, ma Bellini da seconda linea è sempre una garanzia: siamo 9 a 7 per Reggio. La padrona di casa però si riprende subito, e coach Mastrangelo chiama time out (11 a 10 per Livorno). Il match avanza punto a punto, fino ad un primo distacco di Livorno: siamo 15 a 12 per Acqua Fonteviva, e dopo un ace di Zonca coach Mastrangelo sfrutta il suo secondo e ultimo time out. La Bastia esplode dopo un’azione lunga e tormentata, conclusasi con un attacco di Paoli. Silva entra al posto di Bellini, e Reggio inizia una lenta ripresa fino al 18 pari. Livorno non si fa intimorire, e si avvicina alla chiusura del set (21 a 19). Acqua Fonteviva raggiunge il set point su un attacco out di Bellei, e vince il set dopo un servizio in rete di Ippolito.

Al quinto set la tensione è palpabile già dai primi punti. Livorno inizia in vantaggio sulla squadra ospite, e determina un primo distacco (6 a 3). Reggio è demoralizzata, ma non molla la presa e resta a pochi punti di distanza. Acqua Fonteviva raggiunge gli 8 punti su un errore al servizio di capitan Fabroni. L’entusiasmo livornese è difficile da contenere, ma Reggio raggiunge la padrona di casa sull’11 pari. Sempre parità (13 a 13), quando Zonca va al servizio: il videocheck conferma il punto a Conad, che purtroppo non riesce a chiudere il set. Il servizio sul 15 a 14 per Livorno è nelle mani di Paoli, e coach Mastrangelo chiama time out. Livorno vince il quinto set su un attacco out di Bellei.