La soddisfazione di Kadu: “Sono felice di aver aiutato la squadra a vincere”

I suoi punti, i suoi attacchi di palla alta, i suoi muri, sono stati decisivi domenica scorsa per arrivare a conquistare la vittoria contro la Consar Ravenna. Una prestazione solida in tutti i fondamentali che gli ha permesso di ricevere la palma di Mvp (miglior giocatore della partita). Stiamo parlando di Carlos Eduardo Barreto Silva, meglio come conosciuto come “Kadu”, tra i grandi protagonisti del match contro i romagnoli. 18 i punti realizzati (la seconda miglior prestazione in termini realizzativi della stagione), 47% in attacco, 51% di positività in ricezione e 4 muri. Numeri importanti per lo schiacciatore brasiliano, vice-campione del Mondo con la nazionale verdeoro, sempre più al centro dello scacchiere tecnico-tattico di coach Antonio Valentini. Ma, al di là dei numeri da decifrare in termini quantitativi, “Kadu” ha mostrato sicurezza, affidabilità, lucidità in alcuni momenti clou del match dove è stato chiamato a mettere terra palloni importanti nell’economia del match. Come, ad esempio, il punto del 26-25, ai vantaggi nel terzo set, arrivato al termine di una lunghissima ed emozionante azione che ha mandato in visibilio il pubblico presente.

In questo momento – ha sottolineato Kadu – la mia sensazione è quella di aver fatto qualcosa di buono per il mio gruppo, per la mia squadra. Sono felice di poter aiutare i miei compagni, lo staff, e sono molto soddisfatto per essere riuscito a mantenere la prontezza necessaria in alcune azioni decisive. Dopo una prima parte di stagione non molto positiva per me, spero di continuare a crescere ancora”.

Lo sguardo ora è già proiettato verso la sfida proibitiva in casa della capolista, nonché campione d’Italia in carica, Sir Safety Conad Perugia:

Perugia è la squadra più forte d’Italia, ma nessuna squadra è invincibile. Proveremo a disputare una buona partita. Il Campionato di quest’anno è ancora più difficile rispetto alle stagioni precedenti e se una squadra non gioca al massimo delle proprie possibilità può succedere di tutto”.

Nella foto, Kadu in attacco supera il muro di Ravenna (foto Sgrò)

UFFICIO STAMPA TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA