Trasferta amara in per Olimpia che soccombe alla forte Peimar Calci

Un match amaro per Olimpia al Pala Parenti, che perde 3-1 (23-25, 25-20, 28-26, 25-20) e si spegne dopo un terzo set ai vantaggi non riuscendo più a trovare le energie giuste per recuperare il colpo subìto. Inizia bene, ma emergono con l’evolversi del match gli attaccanti toscani, con un Lecat e Fedrizzi sugli scudi, mentre Argenta fa la voce grossa proprio nei punti più scottanti.

Nel secondo parziale l’Olimpia subisce in ricezione con un 13% a causa dell’efficace battuta toscana, e le percentuali sono più alte anche in attacco, e la stessa tendenza si mantiene anche nel terzo, con un 56% in attacco da parte dei toscani.

Ottima anche la prestazione a muro della Peimar che chiude con 11 punti contro i 3 di Bergamo. Una sconfitta che sicuramente arriva in un momento in cui ancora non ci sono giochi fondamentali in palio, ma c’è da rialzarsi subito perché domenica prossima a Bergamo arriverà un’altra avversaria di grande caratura, la Materdomini volley Castellana Grotte.

 

Calci : Coscione- Argenta, Barone- Fedrizzi_ Lecat, libero Tosi

Olimpia: Garnica-Wagner, Erati-Alborghetti, Della Lunga-Preti libero Fusco

Inizio di fuoco con Lecat che firma subito un break di 4-1 per i padroni di casa, poi Wagner mette a segno un bell’ace e accorcia. Ottimi spunti dalle bande toscane e bergamasche, il set si mantiene in equilibrio. Olimpia supera con una bomba di Wagner e un doppio ace di Della Lunga. 10-13.

Mosca da posto 3 tiene attaccata Calci per il 14-15. Preti mette a terra la palla del 17-18.

Calci raggiunge la parità a 19-19. Nel finale è Della Lunga che strappa il break per il 22-25.

Nel secondo set Calci si porta avanti 7-5, poi 12-7 grazie a buoni colpi di Argenta e Lecat. Il gap si allunga a 15-9 quando Spanakis chiama il secondo time out. Sul 17-12 Preti guadagna un punticino, ma qualche errore in attacco nel campo bergamasco portano presto Calci sul 21-15. Preti accorcia a 22-17. Il muro toscano è in questo frangente insuperabile. Un altro acuto di Wagner da posto 4 tiene in vita 23-18. Un ace di Alborghetti conquista il 24-20, ma è Fedrizzi che conquista il set 25-20.

Anche nel terzo parziale parte bene Calci, ma con ottime difese di Fusco il contrattacco funziona e Wagner riporta la parità sul 6-6. Un punto a punto fino a 10, con dei piccoli break di Calci. Della Lunga mantiene a 15-13. Argenta firma il break del 17-14. Della Lunga da posto 2 mantiene corta la distanza. Zonta entra in battuta e fa ace, recuperando a 18-18. Erati ferma Fedrizzi per il 19-19. Fedrizzi firma il 21-19 con un mani out. Preti riporta la parità con una pipe, e sorpassa grazie a una doppia di Coscione 21-22. Della Lunga mantiene con mani out per il 22-23, ma Fedrizzi risponde da posto 4. Della Lunga ancora per il 23-24.Ma Lecat porta ai vantaggi. Chiude Fedrizzi 28-26.

Nel 4 set l’Olimpia accusa il colpo e parte subendo un break di 5-1. Errori in attacco da parte dei bergamaschi portano i toscani sull’ 8-2. Il break si accorcia a 11-8 ma gli schiacciatori toscani sono sempre efficaci. Il muro di Calci è granitico e allunga ancora il break a 15-10. Della Lunga accorcia a 17-14. Ma una serie di attacchi del campo toscano allungano il break a 21-14, nulla da fare ormai per Olimpia che si arrende senza trovare soluzioni vincenti, con gli attaccanti bergamaschi marcati a rete in modo decisivo. A nulla servono gli acuti di Della Lunga, chiude la Peimar 25-20.

PEIMAR CALCI: Lecat 19, Argenta 17, Barone 13, Mosca 8, Fedrizzi 16, Ciulli, Nicotra, Libero Tosi

OLIMPIA: Erati 6, Zonta 1, Della Lunga 22, Pereira 16, Garnica 1, Preti 18, Alborghetti 4, Fusco, Gritti, Battaglia

Linda Stevanato – Ufficio stampa Olimpia Bergamo