Ottima prestazione del San Donà al PalaPrata, ma la festa al tie break è della Tinet Gori Wines

Al PalaPrata i Sandonatesi portano in campo una gran bella prestazione, mostrando grandi doti personali in tutti i reparti. Il 16 incontro del girone non è stato certamente facile, ma le speranze di portare a casa un buon risultato ai punti è sempre rimasto vivo fino a metà del tie break.

 

Nel primo set partono bene i padroni di casa, che accumulano subito punti preziosi portandosi sul 3-0. Ci pensa Margutti a far rientrare i sandonatesi accorciando le distanze e trascinando poi il punteggio in equilibrio sul 6-6. Appena i pratesi rimettono la testa avanti, coach Totire chiama il time out. Dopo una ripartenza a fasi alterne, la Tinet Gori Wines trova un buon momento e allunga con Baldazzi e Alberini al 14-10. Qualche errore di troppo dei padroni di casa e dei buoni colpi di Palmarin e Cristofaletti riavvicinano le due squadre 17-16 e costringono Cuttini al time out. Al rientro in campo cambiano poco gli equilibri, ma quel tanto che basta per far guadagnare punti a Prata con Galabinov e Rau, ai quali risponde ancora Margutti. Sul 21-20, però, i padroni di casa piazzano 4 punti consecutivi portandosi al set point. Palmarin fa sfumare la prima occasione, ma poi ci Pensa ancora Galabinov a chiudere il parziale 25-21.

Nel secondo set coach Totire decide di far riposare Bellei. Al suo posto inserisce Mian, che diventa assoluto protagonista di un ottimo parziale per le fila dell’Invent, andando a segno con ben 11 punti e ottenendo un 80% in attacco.
Nella prima parte del parziale sono sempre i gialloblu a fregiarsi del vantaggio, tenendo i sandonatesi a breve distanza. Dopo un buon break dell’Invent, che dal 13-10 recupera lo svantaggio, sale in cattedra l’opposto friulano che confeziona punti su punti rispondendo bene agli attacchi avversari. Ancora suo il punto del 19-20, mentre un’ottima battuta salto float di Cristofaletti allunga ancora il punteggio. La Tinet Gori Wines prova a riprendersi, ma sono sempre di Mian gli affondi vincenti con un muro su Marinelli 20-23. Ancora sua la firma che porta al set point e che chiude poi con un ace, 21-25.

Il terzo set vede le squadre partire in buon equilibrio. Dopo il 2-2 una battuta out dei gialloblu e un buon muro di Cristofaletti portano i sandonatesi a +2. L’Invent San Donà mantiene la testa del set fino al 7-9, quando i padroni di casa si godono l’ottima prestazione di Alberini, che rimane in battuta per ben 7 punti: 15-9. I biancoblu accusano il colpo e tentano la reazione, ma senza successo. La Tinet ne approfitta e allunga ulteriormente portando il set alla fine sul 25-10.

Nel quarto set si rivede un Bellei in ottima forma che ridà slancio ai suoi. Dopo il testa a testa trascinato fino al 15-15, Cristofaletti mette a segno due punti e porta avanti i biancoblu 15-17. La battuta out di Sladecek non penalizza troppo la squadra, perché ci pensa nuovamente Cristofaletti a schiacciare a terra la palla sul campo avversario. Dopodiché due ace consecutivi di Mignano in battuta portano L’Invent San Donà a un +5 di distanza dai padroni di casa: 17-22. A chiudere i conti del quarto parziale e mandare l’incontro al tie break ci pensa Palmarin al 21-25.

Parte subito nel migliore dei modi San Donà, andando subito avanti grazie a Bellei e Sladecek, ma sul 1-4 Cuttini chiama i suoi attorno alla panchina, e le sorti dell’incontro si ribaltano improvvisamente. Al rientro, com’era già successo nel terzo set, i gialloblu infilano 7 punti consecutivi, recuperando lo svantaggio e portandosi avanti di 4 punti. All’inversione di campo, infatti, il tabellone registra 8-4 per i padroni di casa.
Poco cambia da quel momento, con la Tinet Gori Wines che continua a macinare punti fino ai due ace conclusivi di Alberini, che chiudono i giochi 15-7.

 

«Quella di questa sera è una delle poche partite in cui si è visto emergere un grande gioco di squadra – commenta coach Michele Totire –. Abbiamo raccolto un punto contro un avversario che c’ha messo molto in difficoltà grazie alla battuta dei suoi giocatori. I nostri ragazzi hanno fatto tutto il possibile per contrastarli, con un muro e una difesa straordinari.
Di positivo c’è sicuramente il fatto che il gruppo si è dimostrato unito e convinto di quello che può fare. C’è il rammarico del risultato, però la strada è quella giusta e alla fine della partita ho fatto i complimenti alla squadra per quanto sono riusciti a esprimere.
Una prestazione del genere prima di questo incontro avrebbe portato sicuramente molti più punti di quelli raccolti, ma a quello non possiamo più pensare. Dobbiamo guardare avanti, armati di determinazione, voglia di fare bene e furbizia».

 

Il Tabellino:
TINET GORI WINES 3
INVENT SAN DONÁ 2
(25-21, 21-25, 25-15, 21-25, 15-7)

INVENT SAN DONÁ: Sladecek 1, Bomben n.e., Cioffi 9, Favaretto, Cristofaletti 12, Busato, Margutti 11, Mignano 2, Mian 11, Bellei 8, Palmisano (l) n.e., Palmarin 5, Santi (l). Allenatore: Totire.

TINET GORI WINES: Baldazzi 19, Calderan n.e., Tolot n.e., Alberini 6, Miscione 4, Tassan n.e., Marinelli 14, Meneghel n.e., Lelli (l), Rau 7, Vivian (l), Link 11, Deltchev n.e., Galabinov 18. Allenatore: Cuttini.

Arbitri: Emilio Sabia di Potenza e Nicola Traversa di Abano Terme.

Note: durata set 26’, 30’, 23’, 32’, 15’ per totali 126’ di gioco.

 

___
Ufficio Stampa Invent San Donà di Piave
Cristiano Pellizzaro