Sconfitta per 3-1, ma buona prestazione della Geomedical

Cave del Sole Geomedical Lagonegro vs Agnelli Tipiesse Bergamo 1-3

(20-25, 25-23,  24-26) 

32’, 28’, 24’, 32’ tot  1 h 56’

Cave del Sole Geomedical Lagonegro: Mazzone 20, Vedovotto , Battaglia, Marretta ,  Santucci (L), Maccarone 4, Russo (L), Molinari 10, Scuffia 10, Tiurin 12, Bellucci , Salsi 2, Armenante 7 . All. Tubertini
Agnelli Tipiesse Bergamo: Milesi 9, Mancin 1, Ceccato, D’Amico, Cargioli, Santangelo, Sormani, Finoli 1, Rota, Terpin 19, Pierotti13 , Signorelli 7, Umek 16. All. Graziosi
Lagonegro: 14 muri, 4 Ace, 10 Errori in battuta,  35%Attacco, 55% (38%)RicezioneBergamo : 11  muri, 3 Ace, 12 Errori in battuta, 49%Attacco, 51% (26%)Ricezione
Nonostante la buona prestazione degli uomini di Tubertini , Bergamo si impone 1-3 e  porta a casa ancora una vittoria , per la sua volata finale. Tre set sempre combattuti, solo il terzo lasciato agli ospiti, che poi nella fasi finali del terzo hanno la meglio nonostante un tocco dubbio.
Mister Tubertini schiera Salsi in diagonale con Tiurin, Armenante e Mazzone schiacciatori, Molinari e Maccarone al centro , Santucci e Russo  a scambiarsi il ruolo di libero in ricezione in difesa. Mister Graziosi sceglie di far rifiatare Santangelo per cui schiera Finali in diagonale con Umek, Terpin e Pierotti schiacciatori, Milesi e Signorelli ali entro, D’Amico libero.
Primo set inizia con un parziale equilibrio fino a quando Bergamo sfrutta alcuni errori della Cave del Sole e si porta sul 4-7. Si mantengono invariate le tre lunghezze di stacco nella fase centrale del set poi Lagonegro prova ad accorciare e arriva sul 11-12 con una parallela di Mazzone e poi ci pensa il solito russo dai 9 metri a mettere un sigillo che segna la parità 12-12. Si mantiene così ancora l’equilibrio fino al +3 per Bergamo e sul 18-21 Mister Tubertini chiama il tempo ma la capolista riesce a tener le distanze e a chiudere il set.
Secondo set la Cave del Sole tenta di condurre :  dopo un iniziale vantaggio ospite 1-3 la Geomedical si porta a +2 (14-12), poi i lombardi si ripotano in parità sul 15mo punto.  Mister Tubertini sceglie di rilevare Tiurin ed inserisce Scuffia ed il set viaggia ancora sull’equilibrio fino al finale di set quando Lagonegro con un ace di Maccarone  decretato dal video check si porta in vantaggio 22-21. Sono bravi gli uomini di Tubertini a rimanere lucidi e precisi fino alla fine del set che così riporta la parità nel computo dei set.
Terzo set Bergamo ritorna a marciare 4-7 con i soliti  Pierotti e Terpin, che sigla anche due ace del +6 (8-14). Camminata sul velluto Bergamo nelle fasi centrali del set con i lagonegresi che non riescono a passare e Finali e compagni aumentano il loro gap (11-20). Troppo lungua la distanza tra le due e Bergamo si aggiudica con facilità il set.
Quarto set riparte bene la Cave del Sole si porta sul 9-6 e Mazzone con un ace allunga la serie positiva dei biancorossi 12-7, costringendo Graziosi a chiamare il tempo. Al rientro pian piano Bergamo riguadagna terreno 12-10 è il margine minimo e poi due attacchi out di Mazzone rimettono in corsa gli ospiti che così trovano il pareggio sul 15mo punto. Fase centrale nuovamente punto a punto poi Tubertini sceglie di inserire Tiurin per Scuffia che sigla nuovamente il -1 (18-19) . Finale ancora non del tutto scontato dal 21-22 al 23 pari grazie ad un muro della Geomedical. Poi complici i servizi a rete per entrambe si va ai vantaggi ma la neo vincitrice della coppa ha la meglio e chiude la gara.
“Nonostante il risultato finale, faccio un plauso ai ragazzi perché  sono soddisfatto- spiega Tubertini- oggi prendere dei punti era importante ci siamo andati vicini. Bergamo era più spenta , abbiamo avuto della occasione per poter creare loro hanno accelerato nel servizio nel terzo,  nel quarto set c’è buon cambio palla e siamo saliti nel servizio, comunque  siamo stati all’altezza di una squadra che è prima e ha vinto la coppa Italia”.