Tonno Callipo, nel pomeriggio il secondo test pre-season contro Modica

Il tecnico Baldovin: “Nelle prossime amichevoli vorremmo vedere un piccolo passo in avanti sugli aspetti del gioco”.

Il tecnico aggiunge: “Proveremo anche a fare un salto di qualità dal punto di vista del gioco e poi, gradualmente, vogliamo verificare i vari aspetti tecnici su cui stiamo lavorando e capire quanto siamo lontani dai target che ci siamo prefissati. Nishida? Sarà importante la prima fase di apprendimento e adattamento, che sarà più lunga visto che proviene da un’altra cultura ed inoltre esordisce nel campionato italiano in una realtà molto diversa”.

È iniziata lunedì scorso la terza settimana di lavoro per la Tonno Callipo Volley, che ha già messo in archivio il primo test sulla palla contro di venerdì scorso contro Aci Castello. Intanto l’iniziale gruppo di sette elementi (Saitta, Partenio, Candellaro, Gargiulo, Nicotra, Rizzo e Bisi) si è allargato a dieci, con i graduali arrivi di Borges, Basic e Nishida. All’appello mancano ancora Douglas, Flavio e Russo.
Intanto nel pomeriggio di oggi, 8 settembre, secondo allenamento congiunto (PalaValentia, ore 17.30) contro l’Avimecc Modica (serie A3) dell’ex tecnico in seconda Giancarlo D’Amico tre stagioni fa, e dei due giovani ex ‘tonnetti’ giallorossi il libero Aiello ed il centrale Saragò. Quindi dopo la doppia seduta di domani, ecco venerdì altro test congiunto stavolta salendo di categoria, contro Lagonegro (A2).

Con il tecnico Valerio Baldovin facciamo un passo indietro, e ritorniamo al primo test stagionale con Aci Castello, per valutare i riscontri da parte dello stesso allenatore della Tonno Callipo. “La prima uscita – spiega Baldovin – è sempre un po’ particolare perché si prova la stessa sensazione del primo giorno di scuola. Soprattutto perché è tanto tempo che non si scende in campo. Avevamo bisogno di togliere un po’ di ruggine e di vivere determinate situazioni che si hanno solamente quando si gioca. Le impressioni sono state abbastanza positive, anche se siamo ancora molto lontani dall’essere una squadra. Sotto il profilo dei meccanismi di gioco però, ho visto una grande disponibilità da parte dei giocatori ad ascoltare ed a provare a mettere in pratica le cose che noi dello staff tecnico gli abbiamo proposto”. Anche perché ogni atleta ha un diverso grado di preparazione, differenza non da poco. “Esattamente il livello di forma dei giocatori non è uniforme – prosegue Baldovin -, nel senso che ci sono dei giocatori che vengono da un periodo prolungato di inattività, mentre altri hanno fatto attività tutta l’estate e partono quindi da una base più elevata. L’amichevole contro Aci Castello ha fatto vedere che questo dislivello ancora c’è, però puntiamo nel prosieguo anche attraverso le altre amichevoli di riequilibrare la situazione”. E proprio sui test futuri l’allenatore giallorosso è chiaro: “Nelle prossime amichevoli vorremmo vedere un piccolo passo in avanti sugli aspetti del gioco su cui abbiamo iniziato a lavorare. Provare a fare un salto di qualità dal punto di vista del gioco e poi, gradualmente, a verificare i vari aspetti tecnici su cui stiamo lavorando e capire quanto siamo lontani dai target che ci siamo prefissati. Certo ci sarà da valutare lo stato di condizionamento fisico e tecnico degli atleti che si stanno aggregando. Tutto senza fretta perché prima di mandarli in campo sarà importante rodare delle situazioni di gioco in palestra”. Sulla terza settimana di lavoro idee alquanto precise da parte di Baldovin: “Il gruppo è ancora in divenire perché alcuni giocatori non ci sono e comunque si stanno aggregando cammin facendo. Quando saremo al completo potremo iniziare a fare un piccolo bilancio sulle qualità di questa squadra”. Relativamente invece all’ultimo arrivato, la stella giapponese Nishida, il tecnico della Callipo osserva: “Sarà importante la prima fase di apprendimento e adattamento, che sarà più lunga visto che proviene da un’altra cultura ed inoltre esordisce nel campionato italiano in una realtà molto diversa. Ovviamente da parte nostra c’è la massima disponibilità affinché tutto ciò avvenga nel miglior modo possibile”.

Nella foto di copertina Baldovin con il suo staff tecnico.

UFFICIO COMUNICAZIONE
Rosita Mercatante
ufficiostampa@volleytonnocallipo.com