Serie A Credem Banca: tutti i risultati del week end

Domenica 24 febbraio 2019
SuperLega Credem Banca: i risultati della 9a di ritorno.
Serie A2 Credem Banca: l’epilogo della 8a di ritorno.

SuperLega Credem Banca
9a giornata di ritorno: Perugia espugna Monza in 3 set e mantiene la leadership. Vittorie esterne da 3 punti anche per Civitanova, Milano e Sora. La New Mater doma Latina 3-2 e centra il primo successo, Modena stende 3-1 Vibo in rimonta

Risultati 9a giornata di ritorno SuperLega Credem Banca:
Vero Volley Monza-Sir Safety Conad Perugia 0-3 (22-25, 20-25, 20-25); Emma Villas Siena-Cucine Lube Civitanova 1-3 (13-25, 20-25, 28-26, 21-25); Calzedonia Verona-Revivre Axopower Milano 0-3 (24-26, 15-25, 19-25); Itas Trentino-Kioene Padova 3-0 (25-23, 25-18, 25-16); BCC Castellana Grotte-Top Volley Latina 3-2 (25-23, 28-26, 15-25, 19-25, 17-15); Azimut Leo Shoes Modena-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-1 (22-25, 25-18, 25-18, 25-20); Consar Ravenna-Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 1-3 (20-25, 22-25, 25-22, 20-25).

Vero Volley Monza – Sir Safety Conad Perugia 0-3 (22-25, 20-25, 20-25) – Vero Volley Monza: Orduna 1, Plotnytskyi 5, Yosifov 4, Ghafour 7, Dzavoronok 13, Beretta 3, Rizzo (L), Calligaro 0, Botto 3, Buchegger 5, Arasomwan 0, Galliani 0, Giannotti 0. N.E. All. Soli. Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 0, Lanza 8, Podrascanin 7, Atanasijevic 16, Leon Venero 13, Ricci 10, Piccinelli (L), Colaci (L), Hoag 0, Seif 0. N.E. Hoogendoorn, Della Lunga, Galassi. All. Bernardi. ARBITRI: Zavater, Boris. NOTE durata set: 28′, 29′, 28′; tot: 85′. Spettatori: 3.947. MVP: De Cecco.

Si chiude senza gioie la domenica della Vero Volley Monza. Nonostante la grande festa della Candy Arena, sold out per il secondo giorno consecutivo dopo la gara di ieri della Saugella Monza, a spingere i padroni di casa con un urlo incessante e tanto calore, la formazione di Fabio Soli si deve arrendere di fronte alla Sir Safety Conad Perugia, capolista e Campione d’Italia in carica. Tre punti e diciannovesima vittoria stagionale per la squadra di Bernardi che, trovando nella precisa e lucida regia di De Cecco (MVP della gara) la soluzione migliore per disorientare la difesa e il muro monzese, riesce a scardinare le certezze dei padroni di casa e a vendicare la sconfitta subita all’andata in Umbria al tie-break. Per Monza qualche piccolo rimpianto, soprattutto per aver perso Plotnytskyi nel corso del secondo set (per l’ucraino fastidio alla spalla sinistra che verrà valutato meglio nelle prossime ore) vero e proprio spauracchio per gli ospiti con i suoi turni al servizio nel primo set. Perugia la vince con la solidità, la furia offensiva di Leon e Atanasijevic (importanti serie in battuta per entrambi, con tre ace per il primo e due per il secondo) e una maggiore efficacia in attacco (83% al termine del secondo gioco) e a muro (10 di squadra di cui 5 di Ricci). Troppo continua la formazione di Bernardi per quella di Soli, incapace di esprimere la migliore pallavolo e di trovare ritmo in battuta, con Dzavoronok (4 ace), oltre a Plotnytskyi e Yosifov, unici a creare qualche grattacapo agli ospiti durante il match. Per i lombardi da sottolineare la prova di Rizzo in difesa, in risposta a quella di Colaci dall’altra parte della rete, e di Botto e Buchegger, bravi a impattare bene nel finale di terzo set ma incapaci di guidare da soli il tentativo di rimonta dei loro. Monza interrompe il momento felice (3 vittorie tra Campionato e Challenge Cup), Perugia consolida la leadership.

Spettatori: 3.947
MVP: Luciano De Cecco (Sir Safety Conad Perugia)

Marco Rizzo (Vero Volley Monza): “Serviva una gara perfetta e purtroppo non siamo riusciti a farla, tenendo testa a loro fino a quando abbiamo potuto. La Sir arrivava da un ottimo momento e l’ha dimostrato giocando una grande gara. Ci sono dei valori tecnici che rispecchiano le diverse posizioni in classifica. All’andata eravamo riusciti a colmarli, oggi no”.
Massimo Colaci (Sir Safety Conad Perugia): “Consideravo questa trasferta come determinante per la nostra Regular Season. All’andata Monza ci aveva messo in difficoltà e serviva una grande prova. Abbiamo giocato una buona pallavolo e soprattutto abbiamo avuto fin dal primo punto l’atteggiamento giusto. E’ una vittoria veramente importante”.

Emma Villas Siena – Cucine Lube Civitanova 1-3 (13-25, 20-25, 28-26, 21-25) – Emma Villas Siena: Marouflakrani 1, Ishikawa 17, Gladyr 12, Hernandez Ramos 14, Maruotti 3, Cortesia 0, Caldelli (L), Savani 5, Van De Voorde 4, Vedovotto 4, Giovi (L), Giraudo 0, Spadavecchia 1. N.E. Mattei. All. Cichello. Cucine Lube Civitanova: Mossa De Rezende 1, Juantorena 23, Simon 13, Sokolov 18, Leal 14, Cester 1, Marchisio (L), Balaso (L), D’Hulst 0, Cantagalli 0, Diamantini 1, Kovar 0. N.E. Stankovic, Massari. All. De giorgi. ARBITRI: Piana, Venturi. NOTE – Spettatori 2200, incasso 19760, durata set: 21′, 25′, 33′, 28′; tot: 107′. Spettatori: 2.200. Incasso: 19.759 euro. Mvp: Mossa de Rezende.

Finisce 1-3 al PalaEstra tra la Emma Villas Siena e i vicecampioni del mondo della Lube Civitanova Marche. Gli ospiti giocano una grande partita trascinati dai propri campioni come Juantorena e Simon, ma Siena scende in campo con il cuore. La Emma Villas s batte supportata dai 2.200 spettatori assiepati sugli spalti del palazzetto dello sport di viale Sclavo, energici nell’incitare Ishikawa, Hernandez e Gladyr e le belle giocate di Giovi, Vedovotto e gli altri biancoblù. Con tanto orgoglio, dopo avere perso i primi due set, i padroni di casa conquistano il terzo set chiudendolo con l’ace di Ishikawa. La Lube si riscatta nel quarto parziale e si prende la posta piena.

Spettatori: 2.200
Incasso: 19.759 euro
MVP : Bruno Mossa de Rezende (Cucine Lube Civitanova)

Andrea Giovi (Emma Villas Siena): “Loro sono partiti con il piglio migliore aggredendoci dall’inizio. Noi abbiamo cominciato male, ci siamo ripresi nel terzo parziale quando abbiamo messo sul taraflex qualcosa in più, siamo migliorati in ricezione e abbiamo giocato meglio. Nel quarto set siamo rimasti a contatto a lungo. Anche oggi abbiamo reagito, ma non è stato sufficiente. Tutti dicono che siamo una squadra talentuosa, ma sta a noi dimostrarlo e farlo vedere sul campo”.
Bruno Mossa de Rezende (Cucine Lube Civitanova Marche): “Per noi era importantissimo fare bene e vincere questa gara. Abbiamo avuto l’atteggiamento giusto nei primi due set. Siena non ha mai mollato e ha avuto una reazione nel terzo parziale. Sono riusciti a metterci in difficoltà, ma siamo stati capaci di sopportare i momenti difficili. Non era semplice vincere qui, la classifica della Emma Villas non è veritiera”.

Calzedonia Verona – Revivre Axopower Milano 0-3 (24-26, 15-25, 19-25) – Calzedonia Verona: Spirito 2, Manavinezhad 4, Solé 3, Boyer 13, Kaziyski 10, Birarelli 4, Giuliani (L), De Pandis (L), Alletti 3, Sharifi 0, Marretta 1, Pinelli 0. N.E. Magalini. All. Grbic. Revivre Axopower Milano: Sbertoli 1, Clevenot 13, Kozamernik 6, Abdel-Aziz 14, Maar 15, Piano 4, Hoffer (L), Pesaresi (L), Izzo 0, Hirsch 4, Bossi 1. N.E. Gironi, Basic. All. Giani. ARBITRI: Puecher, Rapisarda. NOTE – Spettatori 3854, durata set: 30′, 26′, 29′; tot: 85′. Spettatori: 3.854. MVP: Abdel-Aziz.

La Calzedonia Verona non riesce ad arrestare la corsa della Revivre Axopower Milano. La squadra dell’ex Giani prosegue il suo percorso da imbattuta nel girone di ritorno, portando via tre punti dall’Agsm Forum. Nel primo set gli scaligeri si portano addirittura sul 16-11. ma Milano non ci sta, con due ace di Hirsch si torna sul punto a punto, e il set diventa un duello: prima Solé poi Kaziyski portano al set ball, ma il mani-out di Clevenot e poi Kozamernik ribaltano il vantaggio all’ultimo. Il secondo set certifica lo strapotere degli ospiti, che partono fortissimo. Arrivano altri due ace e Milano va sul 0-5. Verona fatica a opporsi alla forza d’impatto degli ospiti, l’ex Maar fa male in battuta. Più equilibrato il terzo set, in cui le due squadre giocano punto a punto in avvio (5-7); poi Milano riesce di nuovo a creare un break favorevole. Verona insegue. Sul 14-20 la schiacciata di Abdel-Aziz carica i suoi, ma i gialloblù lottano con generosità. Il muro di Spirito vale il 17-22, ma Milano conquista il match ball con Abdel-Aziz; Manavi si oppone ma rimanda solo la chiusura del match.

Spettatori: 3.854
MVP: Nimir Abdel-Aziz (Revivre Axopower Milano)

Nikola Grbic (allenatore Calzedonia Verona): “Contro Trento le aspettative erano più basse e questo ci ha portato a fare una bella partita. Milano è la diretta concorrente in classifica, ci siamo bloccati, va rivisto l’aspetto mentale della gara. Anche se avessimo vinto il primo set, il discorso non sarebbe cambiato molto. Tutto dipende da come si interpreta la gara, questo è uno sport che non si gioca a tempo, i set vanno guadagnati sul campo finché non cade l’ultima palla. Mi spiace per questa occasione persa, visto il loro calendario più difficile, ma pensiamo un passo alla volta”.
Stephen Maar (Revivre Axopower Milano): “Una partita positiva per la nostra classifica, era importante fare tre punti. Molto tosto il primo set, ma ha lasciato buone sensazioni per la squadra. Quando giochiamo così esprimiamo il nostro livello più alto. L’obiettivo è il quarto posto, e dopo questa partita possiamo continuare a inseguirlo. Da ex? Ho tanti amici qui a Verona, la mia partita è stata buona ma ho commesso alcuni errori per cui mi dispiace. La cosa fondamentale, comunque, resta la vittoria”.

Bcc Castellana Grotte – Top Volley Latina 3-2 (25-23, 28-26, 15-25, 19-25, 17-15) – Bcc Castellana Grotte: Falaschi 2, Wlodarczyk 24, Scopelliti 11, Zingel 20, Mirzajanpourmouziraji 18, De Togni 6, Pace (L), Cavaccini (L), Quartarone 1, Studzinski Rodrigues 0. N.E. Agrusti, Kruzhkov. All. Di pinto. Top Volley Latina: Sottile 3, Parodi 14, Rossi 9, Stern T. 29, Palacios 2, Gitto 11, Santucci (L), Caccioppola (L), Gavenda 0, Barone 0, Ngapeth 20, Stern Z. 0, Huang 1. N.E. All. Tubertini. ARBITRI: Lot, Talento. NOTE – durata set: 28′, 31′, 23′, 24′, 22′; tot: 128′. Spettatori: 1.300. MVP: Zingel.

Davanti a 1300 spettatori arriva la prima vittoria in stagione per la New Mater. Un successo simbolico, è vero ma la primo meritatissima affermazione stagionale della BCC Castellana Grotte arrivata al termine del settimo tie break casalingo oltre a tener viva una seppur flebile speranza in tema salvezza, arriva a premiare i ragazzi di Di Pinto che con coraggio, orgoglio e dignità mettono in campo una prestazione di grande livello, soprattutto se si considera che da settimane la formazione pugliese si allena con soli undici effettivi e non tutti in ottime condizioni. Con i primi due set giocati a grande intensità dalla battuta alla difesa, Falaschi e soci sorprendono Latina che deve approfittare di un fisiologico calo fisico pugliese per sfiorare la rimonta decisiva poi sprecata sul punteggio di 11-14 per via del colpo di coda finale di Zingel (premiato ad inizio gara per i 1500 punti in carriera raggiunti ) e compagni. Il solo Stern (19 punti) e il subentrato Ngapeth (20) non bastano a Latina per cambiare l’inerzia della gara contro un avversario sicuramente con più fame di vittoria e trascinato nei primi due parziali da Zingel (20 punti) nel ruolo forzato di opposto, Falaschi e Scopelliti salvo poi far salire in cattedra Wlodarczyk (24) e Mirzajanpour (18) nel finale di match. A fare la differenza, oltre alla maggior voglia di vincere pugliese, sono anche la migliore solidità nel muro/difesa e una battuta davvero efficace nei primi due set.

Spettatori: 1.300
MVP: Aidan Zingel (BCC Castellana Grotte)

Vincenzo Di Pinto (allenatore BCC Castellana Grotte): “E’ una vittoria meritatissima soprattutto per i ragazzi che da settimane si allenano in condizioni non facili ma che stanno rispondendo più che bene. Fare una gara del genere con questi ritmi non è stato facile, siamo un po’ calati nel terzo e quarto set , soprattutto con l’opposto ma la reazione finale è stata di grande spessore”.
Lorenzo Tubertini (allenatore Top Volley Latina): ” Non avevo grandi aspettative per questa partita, il nostro obiettivo era fare dei punti per la nostra classifica, ne abbiamo preso uno e lo portiamo a casa. Non abbiamo approcciato la gara col giusto ritmo nei primi due set subendo una Castellana combattiva. Sapevamo in partenza che avrebbero dato tutto; alla fine abbiamo sprecato nel tie break, ma è una sconfitta da non drammatizzare”.

Azimut Leo Shoes Modena – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-1 (22-25, 25-18, 25-18, 25-20) – Azimut Leo Shoes Modena: Keemink 4, Urnaut 14, Anzani 7, Zaytsev 26, Bednorz 11, Holt 4, Benvenuti (L), Rossini (L), Pierotti 0, Kaliberda 2. N.E. Van Der Ent, Lusetti, Mazzone, Pinali. All. Velasco. Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Zhukouski 3, Strohbach 5, Mengozzi 6, Al Hachdadi 20, Skrimov 13, Vitelli 7, Cappio (L), Marra (L), Lopez 0, Barreto Silva 1, Marsili 0. N.E. Focosi, Presta, Domagala. All. Bagnoli. ARBITRI: Pozzato, Frapiccini. NOTE – Spettatori 4447, incasso 45353, durata set: 29′, 30′, 22′, 28′; tot: 109′. Spettatori: 4.447. Incasso di 43.343 euro. MVP: Zaytsev.

Un PalaPanini con oltre 4400 presenti accoglie la gara tra la Azimut Leo Shoes Modena di Velasco e la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia dell’ex gialloblù Daniele Bagnoli. L’Azimut Leo Shoes Modena inizia la gara con Keemink in regia, Zaytsev è l’opposto, le bande Bednorz e Urnaut, al centro Holt e Anzani, il libero è Salvatore Rossini. Vibo Valentia risponde con Zhukouski e Al Hachdadi che compongono la diagonale principale, Skrimov e Strohbach in posto 4, Mengozzi e Vitelli al centro con libero Marra. Si parte ed è subito punto a punto, 10-9 avanti Modena. Si arriva al 20-20 con Vibo che mette in grandissima difficoltà i padroni di casa. La Tonno Callipo Calabria chiude il primo set 22-25. Nel secondo set Modena va sull’11-10. Scappa via l’Azimut Leo Shoes, 19-13, poi è 23-16. Modena chiude il secondo set 25-18. Nel terzo set Modena Volley trova la chiave del gioco e piazza il break, 16-12. Gli emiliani chiudono il parziale 25-18.. Nel quarto set Zaytsev e compagni partono forte e vanno sul 14-12 per poi chiudere il set 25-20 e battere gli avversari 3-1.

Spettatori: 4.447.
Incasso di 43.343 euro
MVP: Ivan Zaytsev (Azimut Leo Shoes Modena)

Ivan Zaytsev (Azimut Leo Shoes Modena): “Trascinatore del match? Direi che non sono stato io a trainare la squadra ma è stata una vittoria di gruppo, a parte l’inizio un po’ lento dove ci stavamo scrollando di dosso i fantasmi accumulati nelle ultime settimane. Il bilancio della partita è molto positivo. Torniamo a vincere, lo facciamo in casa e credo che il pubblico si sia divertito. Primo set a parte, ci siamo divertiti un bel po’ anche noi”.
Daniele Bagnoli (allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): “Ho ritrovato una Superlega molto competitiva. Inizialmente Modena era in difficoltà, poi è uscita alla grande. La squadra da Velasco ha fatto meglio di noi, ma abbiamo giocato un volley di alto livello e sono soddisfatto”.

Consar Ravenna – Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 1-3 (20-25, 22-25, 25-22, 20-25) – Consar Ravenna: Saitta 2, Poglajen 2, Verhees 9, Rychlicki 13, Raffaelli 14, Russo 14, Marchini (L), Baroni (L), Di Tommaso 0, Argenta 4, Lavia 6, Goi (L). N.E. Elia, Smidl. All. Graziosi. Globo Banca Popolare del Frusinate Sora: Kedzierski 3, De Barros Ferreira 11, Caneschi 5, Petkovic 25, Fey 8, Di Martino 12, Mauti (L), Marrazzo 1, Bonami (L), Bermudez 0. N.E. Rawiak, Esposito. All. Barbiero. ARBITRI: Sobrero, Simbari. NOTE – Spettatori 1825, durata set: 27′, 31′, 29′, 27′; tot: 114′. Spettatori: 1.825 MVP: Petkovic.

Si comincia con il ricordo per Valmore De Pol, grande personaggio della pallavolo ravennate scomparso qualche giorno fa. Si finisce con il Sora che festeggia una vittoria tanto pesante quanto inattesa e con la Consar che lascia il campo a testa bassa. Nel giorno in cui poteva dare una svolta alla sua stagione e pensare a disegnare un obiettivo diverso, la Consar incappa in una prestazione negativa sotto tutti i punti di vista, lasciando campo ai laziali, trainati dal solito Petkovic (25 punti), aiutati da Di Martino (12 punti), sorretti da una ricezione sempre efficace (61%) e da una battuta molto incisiva (9 ace totali). Sora in un colpo solo porta a casa la vittoria che la avvicina alla salvezza e il primo successo della storia contro Ravenna.

Nel primo set, sul 13-11, la Globo reagisce, prima pareggiando a quot 13 e poi trovando l’accelerata decisiva. Sora chiude il set a proprio favore sfoggiando un sensazionale 94% in ricezione. E’ di Sora anche il primo allungo significativo nel secondo set, quando si porta sul +3 (6-9) e poi sul + 4 (12-16). La Consar non riesca a dare continuità al proprio gioco e il sestetto ciociaro riesce a portare a casa anche questo parziale, con Petkovic (11 punti) sugli scudi e con una ricezione efficace. La Consar reagisce rabbiosa e conquista il terzo set con un’accelerata nel finale risalendo la corrente dal -5 (3-8), quando Graziosi toglie Rychlicki e inserisce Argenta. E’ Raffaelli a suonare la carica, segnando il punto della parità (16-16) e gli ultimi due sigilli del set griffando un parziale con 7 punti e un 67% d’attacco. Anche nel quarto set è decisiva la prima accelerazione della Banca Popolare del Frusinate: il sestetto di Barbiero contiene all’inizio la verve della Consar (4-1) e poi, raggiunta la parità a quota 6, piazza, trovando punti da tutti, la micidiale accelerata che vale il set e la sua prima vittoria in assoluto contro Ravenna.

Spettatori: 1.825
MVP: Dusan Petkovic (Globo Banca Popolare del Frusinate Sora)

Marco Bonitta (dg Consar Ravenna): “La prestazione di questa sera non è nella filosofia della società, né tantomeno era preventivabile in un momento come questo. La squadra doveva mettere più grinta per fare eventualmente un piccolissimo pensiero ai Play Off e, invece, ha avuto un approccio disastroso, attendista, e per tutto il primo set rinunciatario. Lasciamo stare i piccoli impeti di orgoglio che non hanno portato a nulla. Chiedo scusa a tutta la città, a tutti i tifosi che sono venuti oggi, perché abbiamo fatto una prestazione vergognosa”.
Mario Barbiero (allenatore Globo Banca Popolare del Frusinate Sora): “La cosa per noi importante era muovere la classifica; quindi siamo venuti a Ravenna con questa voglia. Abbiamo giocato una buona partita e sono strafelice per questi tre punti che sono pesantissimi, che non ci regalano ancora la salvezza, ma ci danno la possibilità di affrontare le prossime gare con più determinazione. Abbiamo allungato la distanza dalle rivali. Restano altre quattro gare e le affronteremo al meglio. Per noi è stato un grande match chiuso con un grande successo”.

Giocata sabato 23 febbraio 2019:

Itas Trentino – Kioene Padova 3-0 (25-23, 25-18, 25-16) – Itas Trentino: Giannelli 1, Kovacevic 16, Lisinac 7, Vettori 14, Russell 9, Candellaro 6, De Angelis (L), Van Garderen 0, Grebennikov (L), Nelli 0, Cavuto 3. N.E. Daldello, Codarin. All. Lorenzetti. Kioene Padova: Travica 1, Louati 14, Polo 4, Torres 13, Cirovic 9, Volpato 2, Bassanello (L), Danani La Fuente (L), Cottarelli 0, Barnes 1, Lazzaretto 0, Sperandio 0. N.E. Premovic. All. Baldovin. ARBITRI: Gnani, Goitre. NOTE – durata set: 30′, 29′, 23′; tot: 82. Spettatori: 3.011 – Incasso: 22.905. MVP: Vettori.

Classifica:
Sir Safety Conad Perugia 57, Itas Trentino 54, Cucine Lube Civitanova 53, Azimut Leo Shoes Modena 45, Revivre Axopower Milano 45, Calzedonia Verona 37, Kioene Padova 32, Vero Volley Monza 30, Consar Ravenna 25, Top Volley Latina 23, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 21, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 19, Emma Villas Siena 13, BCC Castellana Grotte 8.

Prossimo turno
10a giornata di ritorno SuperLega Credem Banca
Sabato 2 marzo 2019, ore 18.00

BCC Castellana Grotte – Emma Villas Siena Diretta RAI Sport + HD
diretta streaming su raiplay.it
Domenica 3 marzo 2019, ore 18.00
Kioene Padova – Calzedonia Verona Diretta RAI Sport + HD
diretta streaming su raiplay.it

Consar Ravenna – Sir Safety Conad Perugia Diretta Lega Volley Channel
Top Volley Latina – Cucine Lube Civitanova Diretta Lega Volley Channel
Revivre Axopower Milano – Itas Trentino Diretta Lega Volley Channel
Azimut Leo Shoes Modena – Vero Volley Monza Diretta Lega Volley Channel
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Globo Banca Popolare del Frusinate Sora Diretta Lega Volley Channel

Serie A2 Credem Banca
8a giornata di ritorno: nel Girone Bianco vittorie importanti di Mondovì, Brescia e Reggio Emilia. Potenza Picena balza al quarto posto, Macerata torna al successo. Nel Girone Blu Piacenza espugna Ortona e allunga in testa, Bergamo cade al PalaGrotte. Taviano vince la “sfida salvezza”

Risultati 8a giornata di ritorno Serie A2 Credem Banca – Girone Bianco
Centrale del Latte Sferc Brescia-Monini Spoleto 3-1 (18-25, 25-22, 25-19, 25-23); Conad Reggio Emilia-Aurispa Alessano 3-0 (25-20, 25-19, 25-21); Kemas Lamipel Santa Croce-BCC Leverano 3-2 (25-20, 25-20, 21-25, 19-25, 15-10); GoldenPlast Potenza Picena-Roma Volley 3-0 (25-21, 25-19, 25-22); Synergy Arapi F.lli Mondovì-Acqua Fonteviva Apuana Livorno 3-0 (25-22, 25-16, 25-22); Conad Lamezia-Menghi Shoes Macerata 0-3 (18-25, 18-25, 23-25).

Riposa: Geosat Geovertical Lagonegro.

Goldenplast Potenza Picena – Roma Volley 3-0 (25-21, 25-19, 25-22) – Goldenplast Potenza Picena: Monopoli 2, Di Silvestre 7, Garofolo 5, Paoletti 21, Pinali 12, Larizza 13, Lavanga 0, D’Amico (L), Calistri 0, Trillini 0. N.E. Gozzo, Cuti, Ferri. All. Rosichini. Roma Volley: Sperotto 3, Zappoli Guarienti 8, Rau 8, Lasko 14, Rossi 12, Antonucci 1, Genna 0, Titta (L), Loreto 1, Rizzi (L), Borraccino 1. N.E. Pregnolato. All. Budani. ARBITRI: Rolla, Moratti. NOTE – durata set: 27′, 24′, 26′; tot: 77′.

Synergy Arapi F.lli Mondovì – Acqua Fonteviva Apuana Livorno 3-0 (25-22, 25-16, 25-22) – Synergy Arapi F.lli Mondovì: Pistolesi 0, Terpin 10, Biglino 7, Morelli 20, Borgogno 13, Treial 7, Spiga (L), Garelli (L), Fusco (L), Kollo 0. N.E. Spagnuolo, Bosio, Buzzi. All. Fenoglio. Acqua Fonteviva Apuana Livorno: Jovanovic 1, Zonca 11, Paoli 4, De Santis 6, Loglisci 16, Maccarone 3, Bacci (L), Pochini (L), Wojcik 3, Briglia 1, Miscione 0. N.E. Grieco, Facchini, Minuti. All. Montagnani. ARBITRI: Spinnicchia, Pecoraro. NOTE – Spettatori 425, durata set: 23′, 24′, 28′; tot: 75′.

Conad Lamezia – Menghi Shoes Macerata 0-3 (18-25, 18-25, 23-25) – Conad Lamezia: Negron 0, Bruno 5, Aprile 6, Bigarelli 20, Ingrosso 6, Bizzotto 6, Butera 2, Zito (L), Anselmi 0, Alfieri 3. N.E. De Santis. All. Rigano. Menghi Shoes Macerata: Partenio 9, Casoli 7, Franceschini 4, Tiurin 15, Nasari 4, Bussolari 5, Gabbanelli (L), Miscio 0. N.E. Molinari, Peda, Condorelli. All. Di pinto. ARBITRI: Gasparro, Capolongo. NOTE – durata set: 23′, 29′, 28′; tot: 80′.

Centrale del Latte Sferc Brescia – Monini Spoleto 3-1 (18-25, 25-22, 25-19, 25-23) – Centrale del Latte Sferc Brescia: Tiberti 3, Milan 18, Mijatovic 2, Bisi 19, Cisolla 13, Valsecchi 8, Bettinzoli (L), Scanferla (L), Rodella 0, Candeli 7, Crosatti 1. N.E. Bergoli, Catellani, Signorelli. All. Zambonardi. Monini Spoleto: Zoppellari 0, Mariano 8, Zamagni 7, Padura Diaz 29, Ottaviani 9, Aguenier 11, Di Renzo (L), Santucci (L), Fedrizzi 1, Rosso 0. N.E. Katalan, Costanzi, Festi, Segoni. All. Tardioli. ARBITRI: Jacobacci, Giardini. NOTE – Spettatori 703, incasso 1545, durata set: 25′, 27′, 28′, 34′; tot: 114′.

Conad Reggio Emilia – Aurispa Alessano 3-0 (25-20, 25-19, 25-21) – Conad Reggio Emilia: Fabroni 2, Ippolito 6, Sesto 6, Bellei G. 24, Bellini 9, Benaglia 9, Torchia (L), Silva 0, Morgese (L), Quarta 0. N.E. Amorico, Bellei A., Pavesi, Chadtchyn. All. Mastrangelo. Aurispa Alessano: Leoni 0, Silvestre De Oliveira Ribeiro 19, Scardia 7, Onwuelo 8, Lucarelli 2, Tomassetti 4, Russo (L), Drobnic 1, Bruno (L), Umek 1, Persoglia 0. N.E. Avelli, Cordano, Serafino. All. Tofoli. ARBITRI: Pristerà, Serafin. NOTE – Spettatori 595, durata set: 26′, 25′, 26′; tot: 77′.

Kemas Lamipel Santa Croce – BCC Leverano 3-2 (25-20, 25-20, 21-25, 19-25, 15-10) – Kemas Lamipel Santa Croce: Acquarone 1, Colli 10, Miselli 13, Pereira Da Silva 23, Snippe 16, Ferraro M. 11, Taliani (L), Andreini (L), Ferraro D. (L), Cro’ 0, Grassano 2. N.E. Tamburo, Nieri, Baciocco. All. Pagliai. BCC Leverano: Tusch 5, Ristic 25, Serra 5, Orefice 19, Galasso 8, Scrimieri 12, Dimastrogiovanni (L), Catania (L), Sergio 0. N.E. Balestra, Ristani, Miraglia. All. Zecca. ARBITRI: Toni, Carcione. NOTE – durata set: 22′, 23′, 24′, 25′, 15′; tot: 109′.

Classifica Girone Bianco :
Synergy Arapi F.lli Mondovì 48, Centrale del Latte Sferc Brescia 43, Conad Reggio Emilia 40, GoldenPlast Potenza Picena 37, Monini Spoleto 36, Acqua Fonteviva Apuana Livorno 31, Kemas Lamipel Santa Croce 29, Geosat Geovertical Lagonegro 28, Menghi Shoes Macerata 25, BCC Leverano 18, Aurispa Alessano 18, Roma Volley 14, Conad Lamezia 8.

1 incontro in più: Centrale del Latte Sferc Brescia, Menghi Shoes Macerata, BCC Leverano, Aurispa Alessano, Conad Lamezia.

Prossimo turno
9a giornata di ritorno Serie A2 Credem Banca Girone Bianco
Domenica 3 marzo 2019, ore 17.00

Kemas Lamipel Santa Croce – Centrale del Latte Sferc Brescia Diretta Lega Volley Channel
Domenica 3 marzo 2019, ore 18.00
GoldenPlast Potenza Picena – Synergy Arapi F.lli Mondovì Diretta Lega Volley Channel
Monini Spoleto – Conad Reggio Emilia Diretta Lega Volley Channel
Menghi Shoes Macerata – Acqua Fonteviva Apuana Livorno Diretta Lega Volley Channel
Domenica 3 marzo 2019, ore 19.00
Roma Volley – Conad Lamezia Diretta Lega Volley Channel
Geosat Geovertical Lagonegro – BCC Leverano Diretta Lega Volley Channel

Riposa : Aurispa Alessano.

Risultati 8a giornata di ritorno Serie A2 Credem Banca – Girone Blu
Materdominivolley.it Castellana Grotte-Olimpia Bergamo 3-1 (14-25, 25-23, 25-23, 27-25); Pag Taviano-Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania 3-1 (19-25, 25-23, 25-20, 25-19); Videx Grottazzolina-Gioiella Gioia del Colle 1-3 (21-25, 28-26, 24-26, 22-25); Pool Libertas Cantù-Club Italia Crai Roma 3-1 (25-21, 20-25, 25-17, 25-23); Tipiesse Cisano Bergamasco-Elios Messaggerie Catania 1-3 (25-17, 19-25, 18-25, 20-25); Tinet Gori Wines Prata di Pordenone-BAM Acqua S. Bernardo Cuneo 0-3 (21-25, 23-25, 22-25); Sieco Service Ortona-Gas Sales Piacenza 1-3 (13-25, 25-20, 15-25, 19-25).

Sieco Service Ortona – Gas Sales Piacenza 1-3 (13-25, 25-20, 15-25, 19-25) – Sieco Service Ortona: Lanci 0, Ogurcak 12, Berardi 1, Marks 19, Sorrenti 0, Menicali 4, Toscani (L), Sitti 1, De Waard 1, Fiscon 0, Dolfo 12, Pesare (L). N.E. Simoni. All. Lanci. Gas Sales Piacenza: Paris 3, Klobucar 11, Copelli 8, Tondo 18, Yudin 16, Canella 9, Cereda (L), Beltrami 0, Fanuli (L), Mercorio 1. N.E. Ceccato, De Biasi, Fei, Ingrosso. All. Botti. ARBITRI: Autuori, Mattei. NOTE – Spettatori 950, durata set: 19′, 24′, 21′, 23′; tot: 87′.

Pool Libertas Cantù – Club Italia Crai Roma 3-1 (25-21, 20-25, 25-17, 25-23) – Pool Libertas Cantù: Baratti 1, Cominetti 15, Monguzzi 8, Santangelo 17, Preti 24, Robbiati 7, Butti (L), Rudi (L), Alberini 1. N.E. Suraci, Frattini, Corti, Pellegrinelli, Gasparini. All. Cominetti. Club Italia Crai Roma: Salsi 0, Recine 11, Cianciotta 9, Stefani 12, Motzo 17, Maletto 6, Benedicenti (L), Di Marco (L), Federici (L), Zonta 0, Gamba 7. N.E. Magalini, Biasotto, Mosca. All. Cresta. ARBITRI: Cavicchi, Traversa. NOTE – Spettatori 412, durata set: 27′, 26′, 26′, 29′; tot: 108′.

Materdominivolley.it Castellana Grotte – Olimpia Bergamo 3-1 (14-25, 25-23, 25-23, 27-25) – Materdominivolley.it Castellana Grotte: Longo 5, Fiore 11, Patriarca 9, Cazzaniga 32, Bertoli 5, Gargiulo 6, Battista (L), Mazzon 0, Campana 0, Di Carlo 0, Pilotto 0. N.E. Primavera, Floris. All. Castellano. Olimpia Bergamo: Garnica 1, Tiozzo 15, Cargioli 11, Romanò 14, Shavrak 13, Erati 14, Franzoni (L), Sette 0, Innocenti (L), Cioffi 1, Cristofaletti 0. N.E. Cogliati, Gritti. All. Spanakis. ARBITRI: Caretti, Laghi. NOTE – durata set: 21′, 33′, 31′, 34′; tot: 119′.

Pag Taviano – Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania 3-1 (19-25, 25-23, 25-20, 25-19) – Pag Taviano: Dimitrov 1, Cernic 15, Smiriglia 0, Lugli 24, Caci 3, Bonola 6, Scarpello (L), Bisci (L), Baldari 0, Torsello 4, Astarita 13, Martinelli 0. N.E. Meleddu. All. Gulinelli. Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania: Soli 2, Formela 10, Fall 7, Osmanovic 19, Panciocco 15, Fabi 5, Gentilini (L), Sorgente (L), Buzzelli 1, Piedepalumbo 0, De Marchi 1. N.E. Cappelletti. All. Nacci. ARBITRI: Selmi, Licchelli. NOTE – Spettatori 90, durata set: 26′, 30′, 27′, 28′; tot: 111′.

Videx Grottazzolina – Gioiella Gioia del Colle 1-3 (21-25, 28-26, 24-26, 22-25) – Videx Grottazzolina: Marchiani 1, Vecchi 13, Gaspari 3, Calarco 22, Centelles Rosales 16, Cubito 11, Vallese (L), Romiti (L), Sequeira 0, Pulcini 0, Romagnoli 4, Minnoni 0. N.E. Di Bonaventura. All. Ortenzi. Gioiella Gioia del Colle: Kindgard 4, Radziuk 18, Usai 5, Prolingheuer 18, Sideri 13, Sighinolfi 9, Marchetti (L), Margutti 0, Frigo (L), Catena 1. N.E. Meringolo, Marcovecchio, Scrollavezza. All. Passaro. ARBITRI: Merli, Marotta. NOTE – Spettatori 463, durata set: 23′, 31′, 31′, 28′; tot: 113′.

Giocate sabato 23 febbraio 2019 :
Tinet Gori Wines Prata di Pordenone – BAM Acqua S. Bernardo Cuneo 0-3 (21-25, 23-25, 22-25) – Tinet Gori Wines Prata di Pordenone: Calderan 0, Deltchev 8, Tassan 6, Link 13, Marinelli 13, Bortolozzo 10, Saraceni (L), Lelli (L), Della Corte 0. N.E. Radin, Bonante, Corazza, Cecutti, Marini. All. Sturam. BAM Acqua S. Bernardo Cuneo: Cortellazzi 3, Galaverna 7, Dutto 9, Alexandre De Oliveira 19, Mazzone 13, Alborghetti 4, Picco 0, Prandi (L). N.E. Testa, Menardo, Bolla, Armando, Amouah. All. Serniotti. ARBITRI: Sessolo, De Simeis. NOTE – Spettatori 540, incasso 2482, durata set: 27′, 28′, 28′; tot: 83′.

Tipiesse Cisano Bergamasco – Elios Messaggerie Catania 1-3 (25-17, 19-25, 18-25, 20-25) – Tipiesse Cisano Bergamasco: Sbrolla 2, Djukic 10, Milesi 9, Baldazzi 14, Ruggeri 6, Piccinini 9, Brunetti (L), Pozzi (L), Costa 2, Gaggini 0, Burbello 0, Lozzi 0. N.E. Genovese. All. Zanchi. Elios Messaggerie Catania: Finoli 4, Bonacic 22, Porcello 10, Corrado 13, Chillemi 4, Mazza 7, De Costa (L), Pricoco (L), Toselli 5. N.E. Barbera, Reina, Gradi, Cuti, Petrone, Nicosia. All. Puleo. ARBITRI: Bellini, Cecconato. NOTE – durata set: 22′, 28′, 27′, 28′; tot: 105′.

Classifica Girone Blu:
Gas Sales Piacenza 55, Olimpia Bergamo 48, Materdominivolley.it Castellana Grotte 40, Sieco Service Ortona 39, Pool Libertas Cantù 38, Gioiella Gioia del Colle 38, Elios Messaggerie Catania 33, Videx Grottazzolina 33, Club Italia Crai Roma 29, Tinet Gori Wines Prata di Pordenone 23, BAM Acqua S. Bernardo Cuneo 22, Pag Taviano 20, Tipiesse Cisano Bergamasco 13, Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania 10.

Prossimo turno
9a giornata di ritorno Serie A2 Credem Banca – Girone Blu
Sabato 2 marzo 2019, ore 17.00

Club Italia Crai Roma – Gas Sales Piacenza Diretta Lega Volley Channel
Sabato 2 marzo 2019, ore 20.30
BAM Acqua S. Bernardo Cuneo – Sieco Service Ortona Diretta Lega Volley Channel
Olimpia Bergamo – Pool Libertas Cantù Diretta Lega Volley Channel
Domenica 3 marzo 2019, ore 17.00
Elios Messaggerie Catania – Videx Grottazzolina Diretta Lega Volley Channel
Domenica 3 marzo 2019, ore 18.00
Pag Taviano – Gioia del Colle Diretta Lega Volley Channel
Materdominivolley.it Castellana Grotte – Tinet Gori Wines Prata di Pordenone Diretta Lega Volley Channel
Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania – Tipiesse Cisano Bergamasco Diretta Lega Volley Channel