Mondiale Club, le italiane vincono i gironi

Mondiale per Club
Quarta giornata: le italiane vincono i gironi. Sabato 1 dicembre le Semifinali: Civitanova sfida l’Asseco Resovia Rzeszów, Trento trova il Fakel Novy Urengoy


Risultati 4a Giornata Mondiale per Club:
Asseco Resovia Rzeszów (POL) – Trentino Diatecx (ITA) 0-3 (17-25, 18-25, 19-25);
Fakel Novy Urengoy (RUS) – Cucine Lube Civitanova (ITA) 0-3 (24;-26, 23-25, 20-25).
PGE Skra Belchatów (POL) – Zenit Kazan (RUS) in campo ora;
Khatam Ardakan (IRI) – Sada Cruzeiro (BRA) in campo ora.

Fakel Novy Urengoy – Cucine Lube Civitanova 0-3 (17-25, 18-25, 19-25) – Fakel Novy Urengoy: Kolenkovskii 1, Ananiev 1, Getman 1, Kolodinskiy 0, Udrys 8, Iakovlev 3, Bogdan 4, Rukavishnikov 0, E.Shoji (L), Volkov 6, Petrushov (L), Shenkel 5, Kliuka 4 Kimerov 2. All. Placi. Cucine Lube Civitanova: Sokolov 9, D’Hulst 0, Marchisio (L), Juantorena 14, Massari 1, Stankovic 7, Diamantini 0, Leal 11, B.Sander 1, Cantagalli 0, Cester 0, Simon 11, Bruno 0, Balaso (L). All. Medei. ARBITRI: Bernaola, Espicalsky. NOTE – durata set: 22′, 25′, 25′; tot: 72′.

La Cucine Lube Civitanova centra la terza vittoria in altrettante gare nel Gruppo A del Mondiale per Club e conquista definitivamente la vetta del girone: alla Orlen Arena di Plock secco 3-0 per gli uomini di Medei contro il Fakel Novy Urengoy di Placì, mai in grado di impensierire i cucinieri per tutto l’arco della gara.

Muro e servizio Lube fanno la differenza (10 muri e 6 ace per Stankovic e compagni), l’attacco biancorosso viaggia sempre sopra il 60% e i 21 errori punti dei russi nel corso della gara fanno il resto. Top scorer Juantorena con 16 punti (75% in attacco), seguono Leal e Simon a quota 11.

Prossimo appuntamento per la Cucine Lube Civitanova, che domani viaggerà alla volta di Czestochowa, sede della Final Four, la Semifinale di sabato (ore 17.30) contro i polacchi dell’Asseco Resovia, arrivati secondi nel Gruppo B (vinto da Trento che affronterà quindi il Fakel in semifinale sabato sera).

La partita
Consueto sestetto per Medei con Bruno-Sokolov, Stankovic-Simon al centro, Juantorena-Leal in banda, Balaso libero. Placì parte come al solito con Kolodinskiy in palleggio, Udrys opposto, Ananiev e Iakovlev al centro, Kliuka e Volkov (la coppia della nazionale russa) a schiacciare, l’americano Shoji libero.

L’impatto della Cucine Lube Civitanova sul match è devastante per i russi: i muri di Juantorena e Sokolov scavano subito il break (11-5), la correlazione con la difesa funziona perfettamente il Fakel non riesce ad andare oltre il 35% finale in attacco nel parziale. Simon e Sokolov dai nove metri allungano ancora (15-7 e 18-9), Stankovic imperversa in attacco (100% e 4 punti totali con 2 muri per il capitano) e i biancorossi chiudono senza problemi 25-17. L’offensiva di squadra è al 62%.

Il Fakel prova a reagire in avvio di secondo set guadagnando il primo break della gara (2-4) con Volkov, ma la Lube sembra avere una marcia in più e trova il sorpasso con le giocate di Sokolov (10-9) per poi dare il via allo show di Simon in contrattacco e al servizio (6 punti nel set con 1 ace) a guidare la Lube fino al 18-13. Break cruciale che mette in condizione l’opposto bulgaro e Juantorena (5 punti a testa) di regalare il secondo set ai biancorossi con il 25-18 finale.

Nel terzo set Placì cambia volto alla squadra inserendo tutte le seconde linee a sua disposizione in panchina. Strada in discesa per la Cucine Lube Civitanova. Leal, Juantorena e gli errori del Fakel spingono i biancorossi sul 16-8, Medei inserisce nel cuore del set anche D’Hulst e Cantagalli per Bruno e Sokolov, c’è spazio anche per Cester, Massari, Diamantini, Marchisio e Sander nel corso del parziale, gestito senza sussulti dai cucinieri che, nonostante la girandola di cambi, chiudono tranquillamente 25-19.

Osmany Juantorena (Cucine Lube Civitanova): “Siamo contentissimi del passaggio del girone e del primo posto. Non era scontato, era un gruppo molto difficile, forse il più complicato nella storia di questa manifestazione. Ora andiamo a Czestochowa per vincere, qualunque sia l’avversario. La squadra sta lavorando bene e vinciamo le gare anche se non giochiamo benissimo: dobbiamo lavorare tanto ma abbiamo fiducia e siamo in salute”.

Asseco Resovia – Trentino Volley 0-3 (24-26, 23-25, 20-25) – Asseco Resovia: Lemanski 4, Perry (L), Redwitz 0, Jarosz 15, Schulz 0, Rossard 0, Szerszen 12, Buszek 6, Dryja 6. N.E. Shoji, Mika, Czyrek, Mozdzonek, Smith. All. Cretu. Trentino Volley: Russel 0, Van Garderen 14, Daldello 0, Vettori 10, Giannelli 3, Grebennikov (L), Candellaro 5, Kovacevic 16, Lisinac 9. N.E. Nelli, Cavuto, De Angelis, Codarin. All. Lorenzetti. ARBITRI: Cespedes, Shaaban. NOTE – durata set: 26′, 26′, 27′; tot: 79′.

La Trentino Diatecx infila la terza vittoria consecutiva al Mondiale per Club 2018, chiudendo così la fase a gironi del torneo imbattuta. Con la qualificazione alle semifinali di sabato sera già acquisita con un turno d’anticipo, i gialloblù stasera hanno tirato dritto per la propria strada superando anche i padroni di casa dell’Asseco Resovia nell’ultima partita della Pool B.

Il 3-0 ottenuto alla Hala Podpromie di Rzeszow è un risultato che consentirà alla squadra di Lorenzetti di affrontare nella Semifinale di sabato 1 dicembre a Czestochowa (ore 20.30) la seconda classificata della Pool A, la formazione russa del Fakel Novy Urengoy.

Nonostante l’assenza di Russell (a riposo per un risentimento accusato al ginocchio nel riscaldamento pre-gara), i gialloblù sono comunque riusciti a esprimersi su buoni livelli in attacco (53% di squadra con appena 4 errori diretti) e a muro (8), fondamentali che hanno permesso di vincere allo sprint i primi due set contro una formazione locale in assetto rivoluzionato rispetto alle prime due apparizioni nel torneo. Più agevole il terzo parziale, conquistato a mani basse dalla Trentino Diatecx, trascinata da Kovacevic (16 punti col 56%, un muro e un ace) e da Van Garderen (14 col 57% e 2 block), puntuali a sfruttare la vetrina. Fra le fila della squadra di Lorenzetti, in doppia cifra anche Vettori e vicino ai dieci punti pure Lisinac (1 muro e 2 ace).

La partita
La Trentino Diatecx si presenta all’ultima partita della prima fase con Giannelli in regia, Vettori opposto, Kovacevic e Russell schiacciatori, Lisinac e Candellaro al centro e Grebennikov libero. Lo starting six dell’Asseco Resovia verte su Redwitz al palleggio, Jarosz opposto, Buszek e Szerszen in posto 4, Lemanski e Dryja centrali, Perry libero.

Già dal primo punto Lorenzetti decide di concedere un turno di riposo a Russell richiamandolo subito in panchina (al suo posto in campo Van Garderen). L’avvio di partita è molto equilibrato, con le formazioni che si alternano al comando (1-3, 9-8, 13-13), poi l’Asseco accelera con Szerszen e Dryja (ace) per il 15-17 che consiglia il tecnico gialloblù di interrompere il gioco. Alla ripresa, Van Garderen trova il break della parità a quota 19. Il rush finale è punto a punto; a deciderlo due battute vincenti gialloblù: una di Lisinac sul 23-23 e una di Vettori sul 25-24, dopo che Resovia aveva annullato una palla set.

Il gioco riprende nel secondo set sui binari dell’equilibrio (6-6, 9-9), prima che Trento acceleri con Lisinac (11-9). L’Asseco risponde con un contro break di Jarosz (12-13); il risultato torna in bilico (17-17), poi Kovacevic (19-17) offre un nuovo spunto, che i gialloblù riescono a proteggere sino in fondo (23-21 e 25-23) grazie a un muro risolutore di Giannelli su Szerszen.

Nel tentativo di chiudere in fretta i conti, la Trentino Diatecx parte benissimo nella terzo parziale (3-1 e 6-2), costringendo i locali a interrompere subito il gioco. Un paio di sbavature gialloblù consentono al Resovia di avvicinarsi (10-8), ma poi si scatena di nuovo Kovacevic (15-10) e il finale di set è in assoluto controllo (25-20).

La Trentino Diatecx si sposterà venerdì mattina da Rzeszow a Czestochowa, dove sabato sera giocherà la semifinale iridata alle ore 20.30 contro i russi del Fakel Novy Urengoy. Diretta RAI Sport + HD e Radio Dolomiti.

Angelo Lorenzetti (allenatore Trentino Diatecx): “Abbiamo ottenuto il risultato che volevamo conquistando il primo posto nel girone e giocando questa Pool come ci aspettavamo. Sapevamo che la partita più importante era quella vinta mercoledì col Sada Cruzeiro, ma anche l’impegno di oggi non è stato semplice perché il Resovia, pur cambiando molti effettivi nel sestetto titolare, ha proposto una squadra di valore. Siamo scesi in campo per giocare, senza risparmiarci; qualche imprecisione l’abbiamo commessa ma i ragazzi hanno fatto proprio dovere. Non era facile centrare la rimonta completata nel primo set; vincere al fotofinish è sempre qualcosa di importante”.

Classifica Gruppo A
Cucine Lube Civitanova (ITA)
8 punti con 3 vittorie, Fakel Novy Urengoy (RUS) 4 punti con 2 vittorie, Zenit Kazan (RUS) 2 punti e nessuna vittoria, PGE Skra Belchatów (POL) 1 punto e nessuna vittoria.

1 partita in meno Zenit Kazan (RUS) e PGE Skra Belchatów (POL).


Classifica Gruppo B
Trentino Diatecx (ITA)
9 con 3 vittorie, Asseco Resovia Rzeszów (POL) 5 punti con 2 vittorie, Sada Cruzeiro (BRA) 1 punto e nessuna vittoria, Khatam Ardakan (IRI) 0 punti e nessuna vittoria.

1 partita in meno Khatam Ardakan (IRI) e Sada Cruzeiro (BRA).

Programma Gare e dirette
Sabato 1 dicembre 2018
Semifinali (Częstochowa): RAI Sport trasmetterà in diretta le partite delle italiane
ore 17.30 1a Semifinale Cucine Lube Civitanova (ITA) – Asseco Resovia Rzeszów (POL)
ore 20.30 2a Semifinale Trentino Diatecx (ITA) – Fakel Novy Urengoy (RUS)


Domenica 2 dicembre 2018
Finali (Częstochowa): RAI Sport trasmetterà in diretta le partite delle italiane
ore 17.30 Finale 3° posto
ore 20.30 Finale

ALBO D’ORO
MONDIALE PER CLUB

1989 Maxicono Parma (ITA)
1990 Mediolanum Milano (ITA)
1991 Il Messaggero Ravenna (ITA)
1992 Misura Mediolanum Milano (ITA)
2009 Trentino BetClic (ITA)
2010 Trentino BetClic (ITA)
2011 Trentino Diatec (ITA)
2012 Trentino Diatec (ITA)
2013 Sada Cruzeiro (BRA)
2014 Belogorie Belgorod (RUS)
2015 Sada Cruzeiro (BRA)
2016 Sada Cruzeiro (BRA)
2017 Zenit Kazan (RUS)